Gio03302017

Last update06:53:30

Back Cronaca Cronaca Cronaca Bolzano

Cronaca Bolzano

Barriere architettoniche: fumata nera in consiglio provinciale

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Alessandro Urzì3Complesso realizzare ascensori esterni sugli immobili sotto tutela

Bolzano, 18 marzo 2017. - Redazione*

Tenere conto dell'effettiva possibilità di realizzare le soluzioni alternative prospettate nei criteri seguiti dalla Ripartizione Beni Culturali della Provincia autonoma di Bolzano per la concessione o il diniego dell'esecuzione di lavori per l'abbattimento di barriere architettoniche negli edifici.

Martha Stocker celebra i terroristi? Per Tommasini e Kompatscher non c'è problema!

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Martha Stocker terrorismoBolzano, 16 marzo 2017. - di Alessandro Urzì*

Imbarazzo, un provvedimento di censura, un semplice rimprovero? Nulla di tutto questo. La mia richiesta di un intervento politico da parte dell'assessore Tommasini, come esponente italiano in giunta provinciale, e del Presidente Kompatscher dopo la partecipazione della collega di governo Martha Stocker alle celebrazioni in memorie ed omaggio dei terroristi degli anni sessanta è caduta nel vuoto.

Domani sciopero di 4 ore dei lavoratori SAD

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Trasporto SADBolzano, 8 gennaio 2017. - Redazione*

USB Lavoro Privato del Trentino Alto Adige, ha proclamato per il prossimo 9 gennaio, 4 ore di sciopero per tutto il personale di SAD Trasporto Locale Spa, il quale si asterrà dall'attività lavorativa in base al comparto negli orari di seguito riportati garantendo come da normativa di legge i servizi minimi garantiti.

Bolzano: cerco lavoro in città o dintorni......

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Oscar VenturiniBolzano, 7 gennaio 2017. - di Oscar Venturini

Mi chiamo Oscar Venturini. Sono un giovane laureato in Scienze Politiche, con decennale esperienza di lavoro in ufficio, in possesso di discreta conoscenza della lingua inglese. Cerco lavoro a Bolzano e dintorni. Il mio cellulare ha il seguente n. 3385779505.

L'oltraggio alla memoria di Giovanni Postal: protagonisti gli Schützen trentini

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Giovanni Postal, dilaniato nel 1961 da una carica esplosiva apposta su un albero, viene "accusato" di imprudenza, imputando allo stesso stradino la responsabilità della sua stessa morte

Giovanni Postal lapide lungo la stataleBolzano, 15 dicembre 2016. - di Alessamdro Urzì*

Esprimo orrore e disgusto per la grottesca manifestazione tenuta nei giorni scorsi nei pressi di Salorno da una delegazione di Schuetzen del Trentino accompagnata dal referente della associazione che si ispira alle gesta dei terroristi secessionisti degli anni Cinquanta/Sessanta (non è chiaro se anche dopo) Roland Lang.

Kompatscher rottama Durnwalder, ignora sgarbatamente il PD, celebra solo la SVP e il renzismo

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Kompatscher&DurnwalderBolzano, 8 dicembre 2016. - di Alessandro Urzì*

Il renzismo ha contagiato profondamente Arno Kompatscher nei panni addirittura di rottamatore di Luis Durnwalder al quale ha riservato, senza citarlo, un siluro potentissimo facendo intendere che nel passato quella classe dirigente si comprava i voti con i contributi a pioggia. Ruvido ed arrabbiato con Durnwalder il novello Renzi locale dalla sua tribuna ha dispensato giudizi sferzanti quanto superficiali su tutti ed ha (ancora peggio) del tutto ignorato gli attuali partner di giunta, il PD, mai citati mentre l'intervento ha conosciuto anche un momento di sgarbata autocelebrazione per la sola Volkspartei.

Messner, da ambientalista a portavoce del centralismo renziano?

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Reinold Messner portavoce di RenziBolzano, 24 novembre 2016. - di Riccardo Fraccaro*

La paura per il Movimento 5 Stelle sta ispirando la campagna referendaria dei partiti e dei loro valletti. In Alto Adige anche Reinhold Messner scende in campo facendo pubblicità per il SI, preoccupato dall'ascesa del M5S.

In rivista fucili giocattolo e Schützen: una sceneggiata per Juncker

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

sparano a salve, roba da asiloBolzano, 17 novembre 2016. - di Alessandro Urzì*

Grottesca e triste. E' la rappresentazione che verrà messa in scena domani mattina in piazza Magnago a Bolzano: il passaggio in rassegna da parte del presidente Kompatscher delle formazioni di Schuetzen con tanto di medaglie di latta e fucili giocattolo e il relativo colpo di salve dei tiratori davanti al Presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker in visita in provincia.

Bolzano: un NO convinto alla riforma Renzi-Boschi-Verdini

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Bolzano NO alla riforma RenziBolzano, 15 novembre 2016. - Redazione*

Un no convinto alla riforma costituzionale: i motivi sono stati ampiamente illustrati nel corso di una serata tenuta nelle sale della Circoscrizione Gries di Bolzano dal consigliere provinciale de «L'Alto Adige nel cuore» Alessandro Urzì, l'ex presidente del consiglio provinciale Maurizio Vezzali e il coordinatore del Comitato provinciale per il NO Salvatore Piras.

Bolzano: Le ragioni del NO al Referendum costituzionale

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Alessandro Urzì3Bolzano, 13 novembre 2016. - Redazione*

Le ragioni del NO al Referendum costituzionale. Se ne discuterà in modo da chiarire ogni dubbio (con la possibilità di porre domande ed ottenere risposte) domani lunedì 14 alle ore 19.00 nella sala della Circoscrizione di piazza Gries 18 (Palazzo Altmann) a Bolzano.

Ci sono Feste e Feste..... Ovviamente sgradite le «nostre»: roba degli «altri»

  • PDF
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 

Alessandro UrzìBolzano, 23 ottobre 2016. - di Alessandro Urzì

Ci risiamo: lo ricordate quando la Presidente del Consiglio provinciale Julia Unterberger dichiarava che le celebrazioni dell'Unità d'Italia erano cose che non la interessassero, cose "degli altri", che quindi non si dovesse chiedere al Consiglio come istituzione di parteciparvi ufficialmente?

I Comuni altoatesini (SVP) vogliono la «pulizia» linguistica

  • PDF
Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 

Alessandro Urzì3Bolzano, 19 ottobre 2016. - di Alesandro Urzì*

Un colpo di scure secco, una frase nemmeno troppo nascosta ed il Consiglio dei Comuni ha accarezzato per la prima volta in modo formale il principio della pulizia linguistica, ossia dell'abrogazione di tutte le leggi italiane che attualmente dispongono l'ufficialità della toponomastica in lingua italiana in Alto Adige. Cancellare tutte le denominazioni in lingua italiana senza aspettare oltre, per intenderci.

Alto Adige e pulizia linguistica

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Esempio di pulizia linguisticaBolzano, 3 ottobre 2016. – di Alessandro Urzì*

Questi due cartelli fotografati nei giorni scorsi da un nostro concittadino sull'altopiano del Salto sopra Bolzano e San Genesio sono la rappresentazione della brutalità dell'operazione di pulizia linguistica in corso.

Bilinguismo negato: altro passo della «pulizia etnica» in Alto Adige

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Prima pagina del quotidiano Bolzano, 22 settembre 2016.Redazione

Siamo giunti ormai, grazie all'incultura della classe politica italiana, alla sua pochezza etico-morale, giunta ad un livello di bassezza senza pari, all'ennesima svendita alla SVP di ciò che è italiano in Alto Adige. Una vera e propria «pulizia etnica» che trova pratica realizzazione attraverso il «bilinguismo negato».

Il bilinguismo secondo Kompatscher

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Alessandro UrzìBolzano, 22 settembre 2016. - di Alessandro Urzì*

La dichiarazione del Presidente della giunta provinciale Arno Kompatscher per cui bilinguismo non significa binomismo (ossia non sono i due nomi nelle due lingue che fanno il bilinguismo) rappresenta perfettamente la pericolosità del momento e l'impostazione culturale con cui la Svp si sta approcciando al problema toponomastica.

«Le nostre bombe erano diverse» sconcertante ed inaccettabile dichiarazione di Martha Stocker

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Malga SassoMalga Sasso, nel 50° anniversario dell'eccidio, mentre gli Schützen celebrano uno dei carnefici: Luis Amplatz

Bolzano, 9 settembre 2016. - Redazione*

In Alto Adige, dal 1961 al 1988, ci sono stati 361 attentati con dinamite, mitra, mine antiuomo, costati 31 morti e 57 feriti, militari e civili, per mano del Befreiungsausschuss Sudtirol (BAS), organizzazione terroristica criminale e cruenta. Nella tarda mattinata del nove settembre 1966 fu la caserma della Guardia di Finanza di Malga Sasso, nei pressi del Brennero, a venir presa di mira dall'odio secessionista. Un ordigno ad orologeria farà crollare l'edificio non lasciando scampo ai tre militari che si trovano all'interno: il vice brigadiere Herbert Volgger, 27 anni, prima vittima di lingua tedesca di questa cruenta stagione di guerra civile, il finanziere Martino Cossu, vent'anni ed il tenente Franco Petrucci, ventotto.

"Il ricordo di quanto avvenuto il 9 settembre del 1966 a Malga Sasso – afferma il consigliere dell'Alto Adige nel cuore Alessandro Urzì - assume oggi un valore ancora più significativo nel momento in cui in Alto Adige è in corso una feroce operazione di mistificazione su quegli anni e di revisionismo. Solo domani, 10 settembre, verrà per esempio celebrata la scomparsa di Luis Amplatz, condannato a 26 anni di reclusione per la Notte dei fuochi (in quella notte persa la vita lo stradino Giovanni Postal).

Per Amplatz è prevista un commemorazione pubblica a Gries alla quale non mancheranno di presenziare non solo gli esponenti delle frange secessioniste della politica altoatesina ma pare anche esponenti politici di punta delle forze di governo locale".

A questo riguardo Urzì pubblica oggi su Facebook uno stralcio di una intervista rilasciata dall'assessore Martha Stocker della Svp in cui si dichiarano "le nostre bombe diverse da altre", con un tono giustificatorio inaccettabile per un rappresentante delle istituzioni.

Nell'allegato le dichiarazioni di Martha Stocker e la denuncia di Urzì:

https://www.facebook.com/urzi.altoadige/?fref=ts

*comunicato

Holzmann e la «sindrome 2007»

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Giorgio HolzmannBolzano, 4 agosto 206. - di Alessandro Urzì*

L'ultima e più recente intervista di Giorgio Holzmann segna la conclusione della parabola politica seguita dall'attuale consigliere comunale. Ormai è chiaro che quello che ribadisce (non è cosa nuova) è un progetto che punta ad integrarsi in alleanze con la Sinistra piuttosto che rappresentare una alternativa nel Centrodestra, al di là delle dichiarazioni di facciata.

Alto Adige: Precari della scuola, le proposte di Urzì

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Alessandro Urzì3Bolzano, 17 luglio 2016. - Redazione*

L'assorbimento della quota dei precari della scuola in Alto Adige è un obiettivo raggiungibile ampliando la pianta organica in maniera che sia più funzionale alle esigenze della comunità, aumentando l'offerta formativa. Le direttrici nelle quali ci si può muovere sono molteplici, come ha evidenziato il consigliere dell'Alto Adige nel cuore Alessandro Urzì. Ci si attende una soluzione adeguata entro l'estate.

"L'eccellenza delle torrefazioni italiane": anche Caffè Caroma tra le 25 scelte da De' Longhi

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Cafè CaromaBolzano, 11 luglio 2016. - Redazione*

La Torrefazione Caffè Caroma di Fiè allo Sciliar (BZ) è una delle 25 torrefazioni italiane scelte per far parte de "L'eccellenza delle torrefazioni italiane", la prima guida digitale, realizzata da De'Longhi e Slow Food Educazione.

Registro per la bi-genitorialita: conferenza stampa di Urzì e Buffi

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Registro Bi-genitorialitàBolzano, 20 giugno 2016. - Redazione*

Per la prima volta in Italia l'istituzione del registro della bi-genitorialità presso i comuni avrà una supervisione, nel caso specifico da parte della Provincia di Bolzano. Una garanzia in più affinché si possa giungere nel più breve tempo possibile ad un rete capace di coprire tutta il territorio. Solo qualche giorno fa il Consiglio della Provincia di Bolzano ha approvato una mozione presentata dall'Alto Adige nel cuore che, riconoscendo la centralità della figura del minore nelle azioni che le istituzioni pubbliche devono assolvere, propone il ruolo diretto della Provincia nel verificare assieme alle amministrazioni comunali come rendere il registro della bi-genitorialità il più possibile operativo ed aderente alle necessità dei figli, cui la legge conferisce titolo a continuare a relazionarsi stabilmente con entrambi i genitori.

Bolzano: «Sciopero» degli alunni per la riconferma del loro maestro

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Scuola M.L. King BolzanoGli alunni della 3 D della scuola M.L.King «in sciopero» mercoledì 15 giugno p. v. dalle ore 8.45 alle 9.50 per la riconferma del maestro Nico

Bolzano, 13 giugno 2016. - di Manuela Paparella*

Gli alunni della classe Terza D della scuola M.L. King "sciopereranno" dalle ore 8 alle ore 9.50 per chiedere che venga riconfermato il maestro Nico che nei progetti della Sovrintendenza potrebbe essere spostato ad altra mansione dopo anni di servizio con i bambini della scuola King.

 

IN LIBRERIA

Guida alla gestione di portali Joomla!

A pochi interessa come realizzare un elaboratore di testi come Word, a molti interessa come realizzare un documento in modo professionale e corretto attraverso un determinato applicativo. 

ISBN: 978-1-4710-3450-3