Ven08182017

Last update09:39:11

Back Cronaca Cronaca Cronaca Rovereto Rovereto: Gli alberi di viale Trento

Rovereto: Gli alberi di viale Trento

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Rovereto, 3 agosto 2017. - di Piergiorgio Plotegher e Guerrino Soini*

Qui bisogna che ci intendiamo. Questa giunta, il cui Sindaco a suo tempo abbiamo sostenuto, sembra presa davvero da delirio di onnipotenza, già la questione della viabilità ha fornito prova di un'intolleranza congenita rispetto ai pareri discordi di chiunque (avversari politici, cittadini comitati e chi più ne ha più ne metta), ora con la questione della piantumatura di viale Trento sembra pronta ad un nuovo braccio di ferro con quella cittadinanza che, se non erriamo, dovrebbe rappresentare, e delle cui ragioni dovrebbe, altresì, farsi interprete.

Certo il Sindaco (e la giunta con lui), ascolta tutti ma poi nella sostanza tira diritto per la sua strada senza badare a nessuno.

Gli alberi di Viale Trento sono cari ai Roveretani, sono la prima immagine della città per chi proviene da Nord e non pare proprio il caso di completare l'opera di quel Valduga senior che giusto una decina d'anni fa ha devastato il lato ovest dell'importante arteria cittadina facendo sradicare gli alberi costì sistemati. Occorre sapere che l'ombra prodotta da queste piante è occasione di ristoro e d'incontro per numerosissime persone che nelle giornate assolate, come quelle che stiamo vivendo, trovano un po' di conforto e di compagnia sotto le folte chiome d'ippocastani, tigli e liriodendri.

L'abbattimento tout court di tutte le quarantasette piante renderebbe il lato est del viale simile a quello che è stato per dieci anni il lato ovest (in pratica nessun pedone percorre quel lato nelle ore d'insolazione), e non è davvero questo l'auspicio che dovrebbe avere un amministratore che si voglia chiamare tale. Le dichiarazioni rese dai responsabili del comune contengono, inoltre, una grossolana inesattezza quando citano la relazione della Fondazione Mach di S. Michele asserendo che la stessa ha previsto l'abbattimento totale degli alberi: non è vero, la relazione della Fondazione ha solamente riportato lo stato di salute dell'impianto arboreo di Viale Trento, da essa si evince quali e quante siano le piante sane, quelle da curare e quelle da abbattere, perché in sostanza morte. Ebbene solo due dei quarantasette alberi sono da abbattere, le altre possono essere mantenute ed eventualmente sostituite con un programma di lungo periodo in modo da non danneggiare la vivibilità del percorso pedonale.

Non è certamente con una grossa colata di cemento che si risolveranno i problemi della pista ciclabile di Viale Trento che può essere sistemata senza stravolgere la struttura dell'arteria. E' difficile? Certo che è difficile, ma il Sindaco e la sua giunta sono chiamati a risolvere i problemi nel modo più consono non a realizzare le sole cose facili, quelle che, per intenderci, sanno dar lustro senza sforzo.

Invitiamo il Sindaco a prendere atto della contrarietà dei cittadini, ricordandogli che governa in nome del Popolo, di quelle stesse persone che lo hanno messo lì dove oggi si trova, ricordandogli anche che se non è disponibile ad ascoltarne la voce può sempre cambiar mestiere.

*Coordinatore di Fratelli d'Italia –AN per la Vallagarina
Guerrino Soini – portavoce del Circolo di Rovereto di Fratelli d'Italia - AN

Rovereto: Gli alberi di viale Trento
 

IN LIBRERIA

Guida alla gestione di portali Joomla!

A pochi interessa come realizzare un elaboratore di testi come Word, a molti interessa come realizzare un documento in modo professionale e corretto attraverso un determinato applicativo. 

ISBN: 978-1-4710-3450-3