Rovereto ha ricordato il sacrificio di Fabio Filzi nel 103° anniversario dell'impiccagione

Valutazione attuale: / 7
ScarsoOttimo 

Rovereto, 12 luglio 2019. - Redazione

Il Museo della Guerra ha ricordato questa mattina il Martire Fabio Filzi, con la deposizione di una corona d'alloro al monumento ai Caduti in Piazza Podestà, accompagnata dalla note della tromba di Franco Simoncelli del Gruppo Ana di Lizzana.

Fabio Filzi, nacque a Pisino (Istria) il 20 novembre 1884. Secondo di quattro figli maschi di Giovanni Battista, originario di Borgo Sacco di Rovereto, insegnante al liceo di Pisino e Capodistria e di Amelia Ivancich.

Irredentista, si arruolò nell'esercito italiano per combattere l'impero austo-ungarico. Catturato con Cesare Battisti il 10 luglio 1916 sul Monte Corno in Vallarsa, venne impiccato dagli austriaci il 12 luglio 1916 alle ore 19.30 nella Fossa dei Martiri al Castello del Buonconsiglio a Trento

L'Associazione Venezia Giulia e Dalmazia (ANVGD), guidata dal presidente provinciale Roberto De Bernardis, dalla delegata nazionale onoraria Anna Maria Marcozzi Keller e dal Tesoriere Rino Girardelli (nella foto) ha partecipato alla cerimonia.

Rovereto ha ricordato il sacrificio di Fabio Filzi nel 103° anniversario dell'impiccagione