Lun12112017

Last update05:44:52

Back Cronaca Cronaca Cronaca Trento Controinformazione: una serata pro verità

Controinformazione: una serata pro verità

  • PDF
Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 

Dopo «l'informazione manipolata» e «la crisi dell'economia», si è concluso il trittico di Civica Trentina: anche in questo caso successo di pubblico

Trento, 21 aprile 2017. – di Giovanni Battista Maestri

Una gran bella serata, quella vissuta ieri, all'Auditorium della Circoscrizione S.Giuseppe-S.Chiara del capoluogo. Chi ha partecipato, nonostante il "clima prenatalizio" come lo ha definito Fulvio Scaglione (1), protagonista dell'incontro, non è andato a casa deluso, anzi......

Dopo la breve presentazione del presidente di Civica Trentina, Rodolfo Borga, ha preso la parola il prof. Francesco Agnoli che ha introdotto il tema dell'incontro "Guerre e disinformazione", ponendo al relatore una serie di articolate e "provocatorie" domande, spaziando su fatti antichi e recenti che hanno incendiato il medio oriente, un'area strategica di enorme importanza a livello mondiale, non solo per la presenza del petrolio, a due passi da casa nostra.

Scaglione non si è sottratto, come spesso succede a chi non sa o fa finta di non sapere, rispondendo con franchezza e cognizione di causa agli interrogativi, parlando degli scenari della politica internazionale degli USA negli ultimi vent'anni, del risveglio della Russia, dopo il decennio di crisi degli anni 90, seguente alla liquidazione del comunismo e dell'URSS, con la caduta del muro di Berlino nel 1989.

La politica estera americana dell' "esportazione della democrazia" nel mondo perseguita, pur sotto quattro presidenze (Bush padre, Clinton, Bush figlio, Obama), con la stessa logica e nel segno di una ferrea continuità, in realtà altro non è che la volontà di potenza e di dominio sul mondo da parte degli USA, che essendo lo Stato più ricco del pianeta è anche quello più indebitato, ma che si difende dai creditori dispiegando cannoniere e carri armati su tutti gli scenari di guerra con il proprio esercito, o armando e finanziando Stati ed eserciti stranieri.

Gli attori di oggi sono Trump e Putin – ha detto Scaglione - ma come si risolveranno le situazioni di crisi, a cominciare da quella siriana? E il terrorismo avrà una vera risposta, al di là degli inutili e ricorrenti proclami?
A queste domande, il relatore ha replicato che la strategia mondiale è vissuta come un teatro, con una grande e sotto tanti profili devastante finzione. Sul palcoscenico mondiale, gli attori recitano a soggetto . Scaglione si chiede come sia possibile che l'Occidente ascolti le petrolmonarchie arabe, considerandole amiche, finanziatrici del terrorismo islamico (Isis) di matrice sunnita e non invece le comunità cristiane che da secoli e secoli vivono in medio oriente? Anzi, invece di ascoltarle, le riducono al silenzio, negando – attraverso i grandi giornali – le più elementari informazioni ed elevando Al Jazeera, a fonte "indipendente" delle notizie che vengono dal mondo arabo?

Il disegno – ha spiegato – Scaglione è la disintegrazione dell'altra presenza islamica, seppur minoritaria, quella sciita che si attesta nella catena Iran, Iraq, Siria e Libano. Da qui, la distruzione della Siria per interrompere quella catena.

La serata, organizzata dal gruppo consiliare regionale di Civica Trentina, si è conclusa con l'intervento del consigliere Claudio Civettini che, ringraziando il relatore Scaglione, il moderatore Agnoli e il numeroso pubblico, ha dato appuntamento per settembre: il tema, di sicuro interesse, "lavoro e imprese" in Trentino.

(1) giornalista

Controinformazione: una serata pro verità