Sab11182017

Last update09:35:48

Back Cronaca Cronaca Cronaca Trento Trento: nuova maxi rissa in centro storico

Trento: nuova maxi rissa in centro storico

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Espulsioni immediate. Daspo esteso a tutto il Trentino, Rovereto compresa

Trento, 12 luglio 2017. - di Claudio Civettini*

Mentre il Consiglio Comunale di Trento discute i perimetri e i confini di applicazione della Daspo per le espulsioni, in Santa Maria Maggiore, in pieno centro storico cittadino, si è verificata una nuova maxirissa con cestini usati come barricate e vetrine infrante. Il problema concreto, per quanto riguarda la microcriminalità e la delinquenza generata da una immigrazione selvaggia, ora ostaggio delle bande, è che tutto ciò porta a rendere ridicolo quello che è il Daspo stesso, perché il principio fondamentale che va ribadito, è che chiunque, in qualunque posto del Trentino – parliamo di Trento, Rovereto, Ala, Riva del Garda – si renda responsabile di atti di delinquenza organizzata riconducibili a bande gestite da immigrati, debba essere espulso.

Diversamente il Daspo stesso finirà, pur essendo in sé strumento valido, per portare nelle periferie l'azione di questi piccoli delinquenti che, fino ad oggi, hanno potuto fare affidamento nel ventre molle buonista di chi governa il Trentino. Questo a tutto vantaggio, chiaramente, di un sistema delinquenziale che non alligna solo a Trento chiaramente, come dimostra per esempio il caso di Rovereto, dove lo spaccio prospera alla luce del sole non soltanto nei giardini antistanti la stazione dei treni ma anche in altri parchi. Di qui l'inderogabile urgenza di passare a una tolleranza zero che, facendo leva proprio sulle leggi attuali, proceda con l'espulsione immediata di coloro che risultano implicati nella malavita, nello spaccio e nella delinquenza.

Ma soprattutto, per non prendere in giro per l'ennesima volta i trentini, urge che le espulsioni siano accompagnate dalla concretezza dell'accompagnamento coatto e non alla semplice consegna dei fogli di via che, come noto, rimangono puntualmente lettera morta.

* consigliere provinciale-regionale

Trento: nuova maxi rissa in centro storico