Mar08142018

Last update05:33:22

Back Cronaca Cronaca Cronaca Trento L'integrazione? Ecco il risultato!

L'integrazione? Ecco il risultato!

  • PDF
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 

Completamente devastato un alloggio ITEA

Trento, 9 febbraio 2018. - Redazione

Le fotografie che pubblichiamo denunciano l'uso che vien fatto degli alloggi ITEA. In questo caso, il responsabile è un cittadino di origine tunisina che ha letteralemente devastato l'alloggio che improvvidamente gli era stato assegnato.

Pare che l'incivile soggetto si sia trasferito da circa un anno in Germania, senza averlo riconsegnato all'ITEA.

L'allagamento dell'appartamento e le infiltrazioni derivanti hanno dato l'allarme. I tecnici intervenuti si sono trovati di fronte a scene apocalittiche. La fortuna è che l'"abbandono" non ha avuto conseguenze sulla sicurezza degli altri inquilini!

La documentazione fotografica parla da sola.

Sull'episodio, Gabriella Maffioletti, presidente di ATAIES e membro della commissione sociale di ITEA s.p.a. ha rilasciato la seguente dichiarazione.

« Credo che le immagini dimostrino come l'inciviltà regni sovrana e la (mal)conduzione (sono più che generosa) degli appartamenti pubblici non possa essere ulteriormente tollerata. Il danno patrimoniale per l'ITEA è tutta evidenza che si riflette non solo sui contribuenti ma anche su tutti gli inquilini onesti e virtuosi.

D'altronde, mentre gli inquilini italiani sono tenuti, come è giusto, a riconsegnare l'abitazione – a fine locazione - così come l'hanno ricevuta, gli inquilini stranieri sono esonerati.....
Le immagini dimostrano inoltre l'arroganza e il disprezzo verso chi li ha ospitati: "FUCK ITEA" è il loro congedo!

Cosa fa l'Itea quando gli inquilini denunciano comportamenti scorretti ed incivili? Poco o nulla. Risultato: sta covando – sotto le braci – un sentimento di rivolta che nelle periferie delle città già si è manifestato.

Da noi, per ora, a rimetterci sono i cittadini che scontano un peggioramento della qualità della vita e l'aumento della insicurezza

L'integrazione? Ecco il risultato!

Chi è online

 114 visitatori e 1 utente online