Gio11212019

Last update09:28:53

Back Cronaca Cronaca Cronaca Trento «Caso Verones»: inopportuna e fuori luogo la solidarietà di Andreatta

«Caso Verones»: inopportuna e fuori luogo la solidarietà di Andreatta

  • PDF
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 

Trento, 15 ottobre 2019. Redazione

La Corte dei conti apre un'indagine sulle trasferte - per la precisione due - della direttrice della Apt di Trento signora Elda Verones per presunto danno erariale sulla base di una dettagliata segnalazione.

Operativamente, le indagini sono affidate alla Guardia di Finanza.

La signora Verones è dipendente provinciale in comando presso l'APT (ndr Azienda di promozione turistica) da una decina di anni. Per questo sono giacenti in provincia atti ispettivi.

L'indagine condotta dal dottor Marco Valerio Pozzato, procuratore regionale della Corte dei conti, potrebbe condurre a contestazioni con l' «invito a dedurre», oppure all'archiviazione.

Nel primo caso, i capi d'accusa saranno valutati dalla magistratura contabile giudicante.

Al di là delle scontate, consuetudinarie affermazioni di collaborazione con la Corte dei conti, il sindaco Andreatta ha espresso, nel corso della conferenza stampa di stamane, riassunte nel comunicato diramato ai media, la sua solidarietà alla signora Verones.

Pensiamo che  la solidarietà del sindaco sia inopportuna,  totalmente fuori luogo.

Nel nostro ordinamento la presunzione di innocenza è garantita fino a sentenza di condanna passata in giudicato: principio giusto e da difendere con fermezza. Tuttavia ciò non giustifica la solidarietà dei pubblici amministratori, evitando pericolosi condizionamenti e la lesione di un altro principio da difendere: l' indipendenza dei pubblici poteri.

Abbiamo sostenuto questo concetto in altre occasioni. Lo vogliamo ribadire anche in questa.

«Caso Verones»: inopportuna e fuori luogo la solidarietà di Andreatta

Chi è online

 190 visitatori e 1 utente online