Mer07242019

Last update03:02:18

Back Cronaca Cronaca Cronaca Nazionale Plastica nel Canal Bianco: sarà l’Autorità di Distretto del Fiume Po ad intervenire

Plastica nel Canal Bianco: sarà l’Autorità di Distretto del Fiume Po ad intervenire

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti

Trento, 14 aprile 2019.Redazione

Pubblichiamo la nota stampa del 12 aprile u.s. di Andrea Cavazzoli (2), responsabile dell'ufficio stampa e la dichiarazione di Meuccio Berselli (1), titolare dell'ufficio dell'Autorità di Distretto del Fiume Po.

"Legnago (VR), 12 Aprile 2019 – A seguito di un articolo apparso sul sito "Curioctopus.it" che riprendeva la denuncia di Greenpeace Italia la quale, con un post sul profilo Twitter del Responsabile della campagna inquinamento Giuseppe Ungherese, ha diffuso alcune foto in cui veniva mostrata una ingente quantità di plastica nell'alveo del Fiume Po, il Segretario Generale di AdbPo Meuccio Berselli si è recato sul punto esatto dove si è accumulata la plastica per verificare la situazione attuale: si tratta in realtà non del Fiume Po, ma del Canal Bianco, nella provincia di Verona, all'altezza della chiusa di Torretta.

Dopo aver verificato che la competenza del Canale è di Sistemi Territoriali Spa, Berselli si è recato negli uffici del Comune di riferimento, Legnago (provincia di Verona), per avviare tutte le possibili azioni più adeguate per risolvere l'evidente criticità: parlando con l'Ing. Gianni Zerbinati, Dirigente dell'Area Tecnica Ambiente; e telefonicamente con il Direttore di Sistemi Territoriali Spa, Ing. Alessandro Bonvicini, Berselli ha chiesto e ottenuto che la plastica nell'alveo del Canal Bianco venga raccolta da Sistemi Territoriali Spa e smaltita dal Comune di Legnago.

Ora l'Autorità di Distretto convocherà e coordinerà un tavolo tecnico tra gli enti territoriali e le associazioni ambientaliste locali al fine di trovare una soluzione condivisa per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti in questa importante via d'acqua.

(1) "Oltre al progetto Po d'AMare – ha detto Berselli al termine degli incontri – le singole azioni territoriali locali, volte a contenere l'immissione delle plastiche nei corsi d'acqua, risultano molto rilevanti e in quest'ottica il contributo della cittadinanza attiva, delle amministrazioni locali, multiutility, associazioni ambientaliste e agricole è essenziale".


(2) Andrea Gavazzoli
Ufficio Stampa – Media Relations
Autorità di Bacino Distrettuale del Fiume Po
Phone: 339 8837706
Address: Strada Garibaldi 75 - 43121 Parma
Mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Plastica nel Canal Bianco: sarà l’Autorità di Distretto del Fiume Po ad intervenire
Banner