Sab05252019

Last update09:56:08

Back Cronaca Cronaca Cronaca Nera SS 47, la strada che uccide!

SS 47, la strada che uccide!

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Trento, 28 aprile 2012. -  SS 47, la strada che uccide!  Ancora due morti, padre e figlia. Luciano Cretti, ucciso sul colpo, mentre la figlia Anna è spirata, qualche minuto dopo l'incidente, nonostante i tentativi di rianimarla degli operatori del 118. Altre quattro persone sono rimaste ferite, di cui una grave: trattasi di una ragazza, amica di Anna,che viaggiava sulla Passat condotta da Luciano Cretti.

L'incidente è avvenuto ieri, verso la mezzanotte, in prossimità di Levico Terme: uno scontro frontale tra  una Passat e un furgonico diretto a Bassano del Grappa. Non si conoscono le ragioni dell'incidente. Un dato è certo, il tragico sinistro è avvenuto dove la SS della Valsugana è a due corsie. Troppi morti, su questa strada. Anche perché colpevoli e negligenti si sono dimostrate, prima l'Anas e poi la Provincia autonoma, che gestisce da qualche anno le strade statali, a non   "normalizzare"  la superstrada della Valsugana a quattro corsie, eliminando tutte le strozzature, compresa quella di Levico. Quante interrogazioni, mozioni e ordini del giorni approvati dal consiglio provinciali e petizioni popolari (una anche di Progetto Trentino Libero), rimasti lettera morta,  per colpa degli amministratori provinciali, a cominciare da quel superassessore che rispondeva al nome di Silvano Grisenti, che sempre si era opposto alla normalizzazione della SS 47. Ora che si apsetta, ancora altri morti?

 

Claudio Taverna

SS 47,  la strada che uccide!
Banner