Mar04242018

Last update01:20:01

Back Cronaca Cronaca Cronaca Provinciale

Cronaca provinciale

ITEA, Agire: «nonostante sia tutto regolare, l'Ente non permette l'installazione delle tapparelle»

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Gian Piero RobbiTrento, 21 aprile 2018. - Redazione*

Questa la denuncia di Gian Piero Robbi, attivista del Movimento Agire per il Trentino, a proposito della storia di una donna costretta a stare su una sedie a rotelle che chiede che la propria casa sia dotata di tapparelle per problemi alla privacy e alla climatizzazione della casa in cui vive.

Il ricordo di Michele Perri, nel V° anniversario della morte

  • PDF
Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 

Michele PerriTrento, 18 aprile 2018. – di Claudio Taverna

Lo scorso 20 marzo, si è ricondato il quinto anniversario della scomparsa di Michele Perri, un lustro volato via, come succede.

Il Concilio dei Sapori, connubio tra le produzioni trentine

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Dal 20 al 22 aprile a Palazzo delle Albere la prima "fiera delle fermentazioni"

conf.stampa antichisaporiTrento, 17 aprile 2018. - Redazione*

È la fermentazione, nelle sue varietà, il trait d'union della prima edizione del "Concilio dei Sapori", iniziativa organizzata dall'Associazione Antichi sapori – Alte Aromen e patrocinata dalla Provincia Autonoma di Trento, dall'Apt di Trento, Monte Bondone e Valle dei Laghi, dal Muse e da Confcommercio Trentino con la propria Associazione dei Birrai Trentini.

Rossi: niente stampa nel campo profughi

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Ugo RossiSconcertante il "niet" di Ugo Rossi

Trento, 10 aprile 2018. - Redazione*

Si è svolta questa mattina nella sede di Questotrentino una conferenza stampa di denuncia di un fatto grave: il Presidente Ugo Rossi impedisce alla stampa l'accesso al campo profughi di Marco.

Panificatori trentini in assemblea

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Presidenza Assemblea PanificatoriUn anno ricco di eventi per l'associazione dei panificatori trentini: a fianco dell'attività di promozione del prodotto trentino, in fiere ed eventi, il 2017 ha portato anche l'approvazione della legge di tutela del settore della panificazione in provincia di Trento

Trento, 23 marzo 2018. - Redazione*

L'Associazione dei panificatori del Trentino, riunita, lo scorso 21 marzo, nell'auditorium Ivo Perini di Seac per la propria assemblea annuale, ha tracciato il bilancio di quanto fatto nel 2017, guardando naturalmente all'attività prevista per il 2018.

Il presidente Emanuele Bonafini ha tracciato nella sua relazione il profilo di un anno intenso e ricco di attività: agli appuntamenti tradizionali, come la Festa del pane trentino e la Rassegna del pane tradizionale dell'arco alpino delle Feste Vigiliane, si sono aggiunti importanti eventi come l'approvazione della legge di tutela e promozione dell'attività di panificazione e il Pantrentino, un pane a filiera corta prodotto in Trentino.

«In occasione della presentazione della relazione economica del terzo trimestre 2017 – ha detto Bonafini nella sua relazione - da parte del Presidente della Camera di Commercio di Trento Giovanni Bort, si è parlato di un'economia trentina in ripresa, continua e costante ma al di sotto delle aspettative delle nostre attività. Auspichiamo che per il prossimo futuro ci sia un mantenimento degli attuali livelli di crescita e speriamo in una continuità in grado di portare a maggiore stabilità. Per la nostra Associazione il 2017 è stato un anno ricco di eventi importanti e novità significative per la categoria, che ci ha regalato molteplici soddisfazioni. Grazie alla partecipazione attiva dei soci, alla loro disponibilità e collaborazione, ma anche all'entusiasmo ed alla passione del Consiglio Direttivo siamo riusciti a concretizzare numerose iniziative e manifestazioni».

La formazione

«Un altro argomento che mi sta particolarmente a cuore – ha proseguito Bonafini – è quello legato alla Scuola di Arte Bianca e Pasticceria di Rovereto, che ci permette di offrire istruzione qualificata e ci consente di inserire nel nostro settore operatori capaci e pronti per essere inseriti nel ciclo produttivo. L'impegno e le nozioni acquisite dai ragazzi consentono loro di aderire a manifestazioni di carattere nazionale ed internazionale, dove vengono messe a confronto tecniche di studio e apprendimento diverse, applicate nelle varie scuole professionali d'Italia. Nel 2017 i ragazzi del 4° anno di Arte Bianca dell'Istituto Alberghiero di Rovereto hanno partecipato al Salone Internazionale di Gelateria, Pasticceria, Panificazione Artigianali e Caffè (SIGEP) di Rimini conquistando il secondo posto. A tutti i loro vanno i nostri più vivi complimenti».

La nuova legge provinciale e marchio "Qualità Trentino"

«Lo scorso 13 settembre il Consiglio Provinciale di Trento ha infatti finalmente recepito le nostre istanze proponendo e portando ad approvazione la Legge Provinciale nr. 12/2017, intesa alla "promozione e tutela dell'attività di panificazione". Oggi, con l'entrata in vigore di questa Legge, sarà migliorato il messaggio al consumatore e lo metterà nelle condizioni di capire e conoscere subito se sta acquistando un prodotto fresco, realizzato dal panettiere, od un prodotto surrogato cotto nel punto vendita».

La Giunta Provinciale di Trento, lo scorso 8 settembre, su proposta dell'assessore Michele Dallapiccola ha approvato il disciplinare del marchio di "Qualità Trentino", per la produzione del pane e dolci da forno: «Un altro fondamentale strumento – spiega Bonafini - che consente alle nostre imprese di godere di un valore aggiunto e di affrontare l'acclamata ripresa economica, dopo un periodo di crisi che ha colpito duramente anche il nostro settore, con nuove motivazioni, nuovo entusiasmo e più determinazione. Il marchio ci consentirà di avere una ben individuata gamma di prodotto, eccellenza della filiera dell'offerta gastronomica panaria, così da offrire al consumatore qualità e fragranza».

Il Pantrentino

Nel 2017 l'Associazione ha realizzato e promosso il "Pantrentino", un originale progetto di valorizzazione delle qualità del prodotto a km 0, realizzato con farina di grano proveniente dalle colture agricole della zona di Storo e del Basso Chiese. Il prodotto è stato accolto con grande interesse ed il consumatore ha accolto con notevole curiosità questa tipologia di pane originale, naturale e caratteristico del nostro territorio rurale e montano. «Da anni – commenta Bonafini - sollecitiamo l'ente di ricerca provinciale preposto affinché venga attivata una mirata analisi per reintrodurre colture di grano e cereali nei fondi agrari della nostra provincia, finalmente con questo progetto, possiamo procedere con una ben definita programmazione. Lo sviluppo di questa sperimentazione consente ai nostri panifici di avere un tipo di farina autoctona per offrire al cliente, un pane realizzato con farine provenienti da cereali e materie prime di produzioni agricole locali. È però anche un pratico metodo per ravvivare e dare nuovi stimoli al settore dell'arte bianca trentina, che oggi soffre per i continui attacchi di prodotti confezionati e surrogati, proposti dall'industria e dalla grande distribuzione. Negli associati che hanno avviato la produzione del «Pantrentino» si riscontra una grande soddisfazione; il riscontro dei loro clienti sta dando risultati positivi. Questo per noi è un importante indice di gradimento e di soddisfazione, che ci persuade a credere che la corretta applicazione delle normative igienico sanitarie, la cura del processo produttivo, l'abilità, la perizia e la grande competenza dei panificatori trentini sono gradite al consumatore, che ricerca qualità, tipicità e originalità del prodotto alimentare».

All'incontro hanno partecipato il presidente di Confcommercio Trentino e della Camera di Commercio di Trento Giovanni Bort, il vicepresidente della Provincia Autonoma di Trento e assessore Alessandro Olivi, il consigliere provinciale Mario Tonina ed il dirigente dell'istituto professionale alberghiero di Rovereto e Levico Federico Samaden.

Federico Samaden ha sottolineato l'importanza del ruolo formativo delle aziende nell'alternanza scuola lavoro: «L'impresa si deve fregiare di un marchio di "azienda formativa" sullo stile delle scuole nordiche. A breve si rinnoverà la collaborazione e la sinergia tra l'Istituto e l'Associazione durante l'evento di Artingegna dal 6 al 8 aprile 2018».

Mario Tonina, consigliere del Gruppo Consigliare Unione per il Trentino, ha ricordato che «con l'emanazione di questo disegno di legge la Provincia Autonoma di Trento dimostra di essere al fianco dell'Associazione e degli imprenditori della panificazione, ma anche dei consumatori che con questa legge risultano maggiormente tutelati. È un modo ulteriore di rendere un servizio alla comunità trentina».

Il presidente di Confcommercio Trentino e della Camera di Commercio di Trento Giovanni Bort ha ringraziato le autorità presenti, gli ospiti, in particolare il dirigente Samaden per l'impegno profuso nella formazione degli studenti del settore turistico alberghiero e infine il presidente Bonafini per l'attività svolta all'interno dell'Associazione e dell'Organizzazione e per la competenza e professionalità.

Presente all'incontro anche il vicepresidente della Provincia Alessandro Olivi il quale ha sottolineato l'importanza dell'approvazione della Legge provinciale 12/17 come assunzione di responsabilità nel preservare la categoria professionale da parte degli organi istituzionali e della comunità: «Un'altra importante modalità per presidiare il "sistema trentino" è il Marchio di Qualità Trentino, mentre la formazione è la vera sfida del futuro: la formazione dei giovani ma anche dei collaboratori e degli imprenditori. Sulla filiera formativa deve essere molto importante l'investimento anche da parte delle istituzioni».

* comunicato

Chi è online

 241 visitatori e 1 utente online