Gio04252019

Last update06:26:26

Back Cultura e Spettacolo

Cultura e Spettacolo

Le Eminenze grigie in uniforme

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

I generali di MussoliniMonselice, 23 aprile 2019. - di Adalberto de' Bartolomeis

Sembra incredibile che molti ufficiali, soprattutto, del Regio Esercito, nati dopo la seconda metà dell'800, tra le guerre in Africa, quella Italo-turca, ma in particolare nella prima guerra mondiale, fecero carriere strabilianti.

Tex a Trento

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Locandina Tex a TrentoTrento, 10 aprile 2019. - Redazione*

L'Associazione Museo Storico in Trento organizza per il prossimo aprile un evento su Tex Willer, il più longevo personaggio del fumetto italiano.

A "La Pinta" con The blurred shadows"

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

PintaTrento, 9 aprile 2019. - Redazione

La prossima tappa live di The blurred shadows sarà a "La Pinta Birreria" di Mattarello.

«Davai»

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Domenico CorcioneMonselice, 5 aprile 2019. - di Adalberto de' Bartolomeis

È difficile che a distanza di tanti anni, 77 per la precisione, ciò che accadde ai nostri connazionali in uniforme, travolti dagli eventi di un conflitto, di fronte ad una morte sicura , anche per un'inadeguata preparazione ad affrontare non solo, purtroppo, un nemico superiore di numero e di mezzi, dappertutto, senza trascurare, nondimeno, pure le condizioni climatiche difficili, non ci si rese conto, già con i loro primi ritorni a casa dei superstiti dai vari fronti di guerra, ma soprattutto dalla prigionia, quanto, per quest'ultima, i più sfortunati abbiano dovuto sopportare indicibili umiliazioni, uomini che non erano più tali.

Un altro Giusto tra i Giusti

  • PDF
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 

generale de CastiglioneMonselice, 3 aprile 2019. - di Adalberto de' Bartolomeis

Di veri giganti di abnegazione e valore, a cui adempirono per soli doti umane ad un compito: evitare un inutile spreco di vite umane, un ufficiale del Regio Esercito Italiano, il conte Maurizio Lazzaro de Castiglioni, nato nel 1888 e spentosi a Roma nel 1962, per tutta la sua carriera militare perseguì, di grado in grado, l'attitudine ad evitare inutili spargimenti di sangue.

Spetta al libro “Cosa videro quegli occhi! Uomini e donne in guerra.1913-1920, vol. 2”

  • PDF
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 

Chiude domani a Rovereto il ciclo di presentazione di storie e storia

Sacrario di RoveretoRovereto, 19 marzo 2019.Redazione*

È dedicato al libro Cosa videro quegli occhi! Uomini e donne in guerra. 1913-1920, vol. 2 a cura del Laboratorio di Storia di Rovereto (Comune di Rovereto, 2018) l'ultimo appuntamento di Storie e storia, il ciclo di presentazioni di sette libri promosso dal Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto, Accademia Roveretana degli Agiati e Fondazione Museo storico del Trentino. Sarà Francesco Frizzera (Provveditore del Museo della Guerra di Rovereto) a presentare il volume e a dialogare con il curatore Alessandro Andreolli domani pomeriggio mercoledì 20 marzo (inizio alle 17.30) al Palazzo della Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto, in piazza Rosmini 5 a Rovereto.

Ecco come erano certi italiani: Ettore Muti

  • PDF
Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 

Ettore Muti divisaMilitare, aviatore e politico, segretario del Partito Nazionale Fascista e ministro nel governo Mussolini (Ettore Muti in divisa: foto da Wikipedia). Decorato di una medaglia d'oro al valore militare, 10 d'argento, 4 di bronzo, 5 croci al merito di guerra, 21 onorificenze e 3 promozioni sul campo, sempre, per meriti di guerra

Monselice, 11 marzo 2019. - di Adalberto de' Bartolomeis

Quando le "cose" vanno male in questo bellissimo, ma altrettanto molto controverso Paese, si rinnega, s'insulta a più non posso, si volta la faccia dall'atrra parte, si prendono le distanze, quasi come per proteggersi da chi "risulti" un appestato o un reietto.

"Dai che scappano"

  • PDF
Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 

Franco MagnaniMonselice, 8 marzo 2019. - di Adalberto de' Bartolomeis

Fu un'altra frase che rimase famosa nella storiografia scritta da diversi importanti testimoni alpini che, loro tra i fortunati, rientrati in Italia, dopo la ritirata di Russia, nei primi mesi del 1943, divennero in seguito giornalisti e scrittori e riportarono nei loro libri i ricordi di quella che loro chiamarono "Italia scarpona", perché la tomaia o non c'era più, o perché era fatta con chiodi e cartone.

Uomini soli nella crudeltà di una catastrofe

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

soldati itialiani prigionieri in RussiaMonselice, 7 marzo 2019. - di Adalberto de' Bartolomeis

Pagarono con la vita i più in battaglia, lentamente altri, dove? Nei gulag sovietici, o in altri campi di concentramento, dove tutti erano contro di loro, ma loro, anche condizionati a dovere scegliere per una propaganda, incontrarono altri che invece capirono che tutti insieme erano costretti ad affrontare con coraggio e valore una sorte obbligata: combattere, anche disperatamente fino alla fine di un lungo incubo, durato 5 anni.

Banner