Sab02242018

Last update09:39:41

Back Cultura e Spettacolo Arte e Cultura

Cultura e Spettacolo

“La disciplina della nautica da diporto”

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

copertina del libro di Osvaldo Cucuzza, edizioni Laurus Robuffo, Firenze. Libri ricevuti

Verona, 23 febbraio 2018. - segnalazione di Sergio Stancanelli

Parmi che la cosa migliore da farsi per presentare questo libro sia riportare in estratto il testo della lettera con cui il direttore della edizioni Laurus di Firenze, Osvaldo De Benedettis, me l'ha accompagnato. «Egregio Signore, siamo lieti di poter finalmente presentare in anteprima questo omaggio ai più qualificati personaggi del nostro indirizzario, fra i quali in primo e più ampio luogo gli esponenti delle forze di Polizia.

Cultura in Rai

  • PDF
Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 

Rai CulturaUna rarità musicale? per i presentatori di Raiuno, giusto il tempo d'andare al bar – Secondo Raitre, nel 1940 i tedeschi invasero la Francia travolgendo la linea Maginot – Mishima e Oshima tradotti ad uso dei telespettatori italiani –

Verona, 20 febbraio 2018. - di Sergio Stancanelli

In occasione della consegna dei premi "via Condotti", il professore Cagli, presidente dell'accademia di santa Cecilia, presenta una rarità (Raiuno 20.12.91): la "Sinfonia in sol min. K 550" di Mozart trascritta da Muzio Clementi per quartetto di clarinetto, violino, violoncello e pianoforte.

“Mauthausen, cimitero senza croci” di T. Magliano

  • PDF
Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 

copertina del  libro MAUTHAUSEN di T. MaglianoVa condivisa la condanna dei campi di sterminio, fra i quali però è falso si trovasse quello dove fu imprigionato l'autore, partigiano comunista, ch'era un campo di lavoro, nel quale prigionieri rinchiusivi da cinque anni, alla liberazione erano ancora in vita

Libri ricevuti

Verona, 18 febbraio 2018. - recensione di Sergio Stancanelli

Questo libro mi è stato inviato dall'amico Pippo Portoghese di Torino, evidentemente allo scopo di far vacillare le mie idee di destra. Tentativo fuori luogo: il fatto ch'io non approvi l'aver trattato e concluso un armistizio senza informarne l'alleato, non esclude la condanna delle camere a gas e dei campi di sterminio.

“Lo status della nave da guerra in tempo di pace” di Andrea de Guttry (ed. A. Giuffrè)

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

copertina del libro “Lo status della nave da guerra in tempo di pace”  di Andrea de Guttry (ed. A. Giuffrè)“Lo status della nave da guerra in tempo di pace”  di Andrea de Guttry (ed. A. Giuffrè)Regime della navigazione e disciplina delle attività coercitive – Profili di diritto internazionale

Verona, 12 febbraio 2018. - recensione di Sergio Stancanelli

Pubblicato con un contributo finanziario dell'Università di Pisa, questo grande volume, inviatomi dal dottore Aldo Giuffrè di Milano con il consueto biglietto a firma Autore ed Editore, costituisce, per quanto ne so, un unicum nel catalogo del massimo editore giuridico italiano, nel senso che, per quanto 22° numero d'una collana di "Studi e documenti sul diritto internazionale del mare", è, almeno sino a questo momento, il primo titolo concernente il traffico marittimo non mercantile o da diporto bensì della Marina militare, in cui il cronista s'imbatta, e riveste pertanto un interesse molto più vasto del consueto, coinvolgendo tutti coloro i quali per personale passione anche se non per attività professionale si occupino di navi da guerra.

Esperti Rai e dintorni

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Rai musicaVerona, 9 febbraio 2018. - di Sergio Stancanelli, da vecchi appunti

Radiotre, 18.9.'90. Matteo D'Amico presenta il "Concerto in do magg. BWV 1064" eseguito da tre violinisti «uno dei quali è lo stesso direttore Boris Spivakov». Lo Spivakov di nome si chiama Vladimir: Boris è il nome di uno degli altri violinisti, Garlitzkij (il terzo è Arkadij Futer).

“Istria 1943 – Joh Mene – un grido nel buio”

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Istria 1943Trento, 7 febbraio 2018.Redazione

Nel quadro delle manifestazioni per il "Giorno del Ricordo" (istituito con la Legge 30 marzo 2004 n. 92) segnaliamo lo spettacolo teatrale realizzato dalla compagnia 2GiGa di Rovereto (Gloria Gabrielli e Gabriele Girardelli) al Teatro Portland di Trento (via Papiria 8 – Piedicastello – Trento) sabato 10 febbraio p.v. con inizio alle ore 20.30.

“I racconti della guerra tradita” a cura di Pietro Caporilli

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

36-ccopertina del libro Il volume, pubblicato dalle benemerite edizioni Ardita, contiene ventiquattro elaborati usciti nel 1949 dal concorso per un racconto di guerra bandito dal settimanale "Asso di bastoni" – Fra gli autori, i nomi di Mariano Dal Dosso ("Quelli di Coltano", Trentino libero 6 settembre 2016) e di Renzo Lodoli, destinati a vasta notorietà

Libri letti

Verona, 6 febbraio 2018. - di Sergio Stancanelli

Il volume, pubblicato dalle benemerite edizioni Ardita, contiene ventiquattro elaborati usciti nel 1949 dal concorso per un racconto di guerra bandito dal settimanale "Asso di bastoni" – Fra gli autori, i nomi di Mariano Dal Dosso ("Quelli di Coltano", Trentino libero 6 settembre 2016) e di Renzo Lodoli, destinati a vasta notorietà

“La grande guerra” di Lucio Ceva e varî

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

copertina del libro Eroismo e ribellione, sacrificio e protesta si alternano su uno scenario dove protagonista è sempre l'umile soldato italiano, costretto a morire sui reticolati se non vuole finire davanti al plotone d'esecuzione

Libri letti

Verona, 4 febbraio 2018. - recensione di Sergio Stancanelli

Edito da Arnoldo Mondadori nella collana "Quelli che hanno visto", questo "La grande guerra" raccoglie racconti, ricordi e testimonianze di Corrado Alvaro, Riccardo Bacchelli, Antonio Baldini, Luigi Bartolini, Giovanni Comisso, Luigi Gasparotto, Emilio Lussu, Paolo Monelli, Mario Muccini, Carlo Salsa e Giani Stuparich, introdotti e collegati da testi di Lucio Ceva. Una antologia dunque che include sette od otto nomi di vasta notorietà.

11-12 novembre 1940: altro non fu che una seconda Caporetto

  • PDF
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 

La Notte di TarantoMonselice, 31 gennaio 2018. - di Adalberto de' Bartolomeis

Andare in una guerra senza una pianificazione di strategia e di tattica da parte di chi la condusse, ma anche la subì, fu un suicidio di massa terribilmente annunciato per atavica cultura del senso di colpa e molto poco della responsabilità. Reticenza, inganni, visioni distorte ed irreali fu principalmente l'elemento nodale che avvitava una politica che ambiva alla competizione, supportata, però, da un'inefficienza da parte di apparati dello Stato che anteponeva superficialità attraverso una condizione imposta, le cui conseguenze furono devastanti.