Mar11122019

Last update10:16:46

Back Cultura e Spettacolo Arte e Cultura Cinema Giuro sul dolly…, ecc.

Giuro sul dolly…, ecc.

  • PDF
Valutazione attuale: / 12
ScarsoOttimo 

Trento, 12 aprile 2016. – di Massimo Sannelli

Giuro sul dolly di C'era una volta il West, e sui passi di Claudia Cardinale, e sulla musica di Ennio Morricone, e sull'alzata della macchina che si chiama da PRESA, perché è vorace, che sono stanco delle cose piccole [il piccolo viaggio, per recitare, su e giù – per esempio; la sceneggiatura per il produttore infelice – per esempio; e tutti gli altri esempi]. Giuro sui piedi di Uma Thurman, che in 13 ore riprendono a vivere, e sui capelli lunghi di David Carradine, che la mancanza d'amore è triste, ma le offerte d'amore sono più tristi, e nessuna convivenza è possibile se uno non è ANCORA chi è: per esempio un regista o un certo tipo di autore, o di maestro. Non ancora? Non è vero: lo è sempre stato, ma serve lo spazio [nella storia]. Giuro su Holy Motors di Carax che questo è un pensiero vero, che continua.

Giuro sul reggiseno di Antonella Ruggiero nel concerto del 27 luglio 1987, in Youtube – e giuro sui miei 14 anni, estetici e isolati come tutti gli altri – che i miei piaceri stanno assumendo forme assurde e impreviste, anche per me. E decido che la mia vita deve essere veloce e piena, cioè un caso imprevisto e veloce, ma irregolare, anche se non piacerà. Deve essere vorace e rigorosa. E so (in me) che nessuno è vivace se prima non si fa un corpo dedicato, perché deve resistere.

Giuro sulle bellezze precise di questa Rete che è il momento di agire e giuro su una bocca – una sola, la più piaciuta di sempre – che questo modo di scrivere è libero, e non ha molti esempi viventi, per ora, e io mi sento anche solo. Non pubblicherò mai su Nazione Indiana, per esempio. Là c'è chi fotografa l'asfalto di Parigi, ma non Parigi, e usa la prosa giusta, anche meglio di questa, ma non è questa. È segno che questa non si deve usare: ma qui non è in gioco la carriera [non c'è più carriera, capite]. [se finisce lo Stato rinasce il monachesimo? No: nasceranno nuovi tipi di famiglia. Moltitudini, però].

Giuro che nessuna conciliazione è più possibile: la gentilezza sì, ma non la conciliazione, perché l'Italia cambia. Non si sa più chi è diverso, e da che cosa. Infine io so che conviene l'azione, come conviene il lavoro, su tanti fronti: soprattutto se è l'unico amore possibile, ora.

Giuro sul dolly…, ecc.

Chi è online

 446 visitatori online