Dom06242018

Last update06:40:00

Back Cultura e Spettacolo Arte e Cultura Libri e Letteratura “Möwe, l’ultimo corsaro della grande guerra” del cap. conte zu Dohna

“Möwe, l’ultimo corsaro della grande guerra” del cap. conte zu Dohna

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Libri letti

Verona, 11 giugno 2018. - recensione di Sergio Stancanelli

Come è noto, la Germania impiegò durante la prima guerra mondiale alcune navi corsare, una delle quali si chiamava "Möwe" (Gabbiano) ed era al comando del capitano conte Nikolaus Burgrraf und zu Dohna Schlodien, autore del presente libro, tradotto dal tedesco da Pfüttzer – Colombi e pubblicato in prima edizione integrale dall'editore Omero Marangoni di Milano nella sua Collana della grande guerra di cui costituisce il nono numero.

Illustrato fuori testo con 24 fotografie d'epoca, e nel testo con due cartine geografiche, il libro ("Mowe, l'ultimo corsaro della grande guerra", 236 pagine, in origine lire 10) narra giorno per giorno le due crociere compiute dalla nave germanica, la prima dal dicembre 1915 al marzo '16, la seconda dal novembre '16 al marzo '17.
Già trasporto banane "Pungo", nave "Möwe" trasformata in incrociatore ausiliario – 9800 tonnellate, 150 uomini, - durante la prima crociera cominciò col deporre tra la Scozia e le Orcadi un banco di mine, sul quale incappò la corazzata inglese "King Edward", che colò a picco.

Nel corso delle due crociere, la nave corsara tedesca affondò oltre 100.000 tonnellate di navi mercantili nemiche, e ne catturò diverse altre adibendone due alla guerra di corsa – "Geier" e "Leopard" – . Il cronista rileva il refuso «avremmo potuto percorre» per percorrere in pag.15, e per gran parte del volume come la nave «rulli», rubando il mestiere al tamburo, invece di rollare. L'iniziale minuscola hanno i nomi propri Sole e Luna. Null'altro da segnalare per un testo altrimenti scritto correttamente. Va notato invece come in internet la "Möwe" venga definita nave da battaglia e le venga attribuita una stazza, che compete al piroscafo ma non alla nave da guerra.

“Möwe, l’ultimo corsaro della grande guerra” del cap. conte zu Dohna

Chi è online

 130 visitatori e 1 utente online