Dom02182018

Last update05:27:11

Esperti Rai e dintorni

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Verona, 9 febbraio 2018. - di Sergio Stancanelli, da vecchi appunti

Radiotre, 18.9.'90. Matteo D'Amico presenta il "Concerto in do magg. BWV 1064" eseguito da tre violinisti «uno dei quali è lo stesso direttore Boris Spivakov». Lo Spivakov di nome si chiama Vladimir: Boris è il nome di uno degli altri violinisti, Garlitzkij (il terzo è Arkadij Futer).

Radiotre, 19.6.94, Le belle addormentate. Mario Bortolotto presenta il "Requiem canticles" di Igor Stravinskij «per contralto, basso, coro e orchestra», che poi va in onda. Al termine, un annunciatore proclama che il Requiem «era eseguito da soprano, contralto, tenore e basso». La pagina stravinskijana, come giustamente ha detto Bortolotto, è per contralto, basso, coro misto, e orchestra.

Radiotre, stesso giorno, sera, Concerto sinfonico diretto da Mariss Jansons in diretta da Berlino. Bis: viene eseguita la "Radetzky-Marsch" di Johann Strauss padre. Annunciatrice italiana Anna Maria Greci: - Era la Marcia ungherese, Rákóczi-Marsch, di Hector Berlioz - . Voce maschile: - Sì, avete sentito anche (?) in quest'ultima pagina la Marcia ungherese dalla Dannazione del Faust, il pubblico come ritualmente accade accompagnava ritmicamente la musica battendo le mani - .
Non è finita: a questo punto der Ansager tedesco dice che era la "Radetzky-Marsch" di Strauss, e improvvisamente l'orchestra dei Filarmonici di Berlino, senza alcun annuncio, attacca un altro bis, la polka "Sotto tuoni e fulmini op.324" di Johann Strauss figlio. Al termine, l'annunciatore italiano ci informa: - Sì, come avete sentito, si trattava della Marcia Radetzky di Strauss. Cerchiamo disperatamente di capire cosa sta dicendo lo speaker tedesco, naturalmente capiamo pochissimo - . Interviene la Greci: - Era Tuoni e fulmini op.234 di Johann Strauss - . Naturalmente ad un concerto in Berlino la Rai invia dei corrispondenti che non conoscono la lingua tedesca. E che di musica non sanno un beneamato fico secco.

Radiotre, 29.11.95, Invito al concerto. Nicola Sani: «Haensel appunto era stato allievo di Haydn, ha composto questo Quartetto e eh laaa mmmh probabilmente appunto il periodo di eh composizione è intorno al millesettecento eeeh successivamente al millesettecentonovantuno [sic]». Si trattava di un "Quintetto" (ne scrisse quattro), precisamente quello in sol maggiore, composto da Peter Haensel nei primi anni del 1800.

V canale della filodiffusione Rai, L'appuntamento. Dal Centro di produzione della Rai di Napoli, uno speaker annuncia «Dieci madrigali a cinque voci di Adriano Branchieri».

V canale della filodiffusione, Musica degenerata. Dal Centro ecc.: - Di Paul Hindemith trasmettiamo due titoli su testi di Clemàns Bertrànd - . Dopo l'esecuzione: - Di Paul Hindemith avete ascoltato Due titoli su testi di Clemàns Bertrànd - . Evidentemente non sa leggere i due titoli che sono in tedesco. E neanche le generalità del poeta tedesco. Si tratta di due Lieder su testi di Clemens von Brentano. E, prima e dopo, legge Gesang con l'accento sulla e.

V canale. «Di Alfred Schnittke trasmettiamo "Faust", cantata per contralto, controtenore (sic anche sul Radiocorriere), tenore, basso, coro e orchestra. Louis Devos tenore, Ulrich Cold tenore [è basso], Inger Blom basso (!!! è mezzosoprano), Michal Bellini controtenore». Il titolo della partitura è "Seid nüchtern und wachet", sottotitolo "Faustkantate". Al termine, «Abbiamo trasmesso», ripete tutti gli errori dell'annuncio.
Di sèguito, la speaker annuncia una "Messa" di Campra pronunciando il nome del compositore francese con l'accento sulla prima sillaba, Càmpra, e poi anche qui controtenore.

V canale, Musiche del '900. Annunciatrice: «"Capriccio" di Igor Stravinskij, omissis; III tempo andante capriccioso». E' invece allegro capriccioso.
Rai2, 16.3.99, La vita in diretta. Conduttore: - Ci vogliamo ricreare un'atmosfera, come hai detto te, dalla Bussola di Camaiore i Camaleonti.
Rete4, 28.12.'03. Angelo Foletto presenta «il contenitore» (sic secondo il Radiocorriere tv) Domenica in concerto: - Proseguendo nella carrellata sui programmi storici della Filarmonica della Scala... - . Si tratta di una panoramica, le «carrellate» non c'entran niente.

TeleNuovo veronese, 7.1.04, telegiornale h 20,30. - Il mancato arrivo dei francobolli per l'affrancamento della postaprioritaria...
"Splash 2" (1988). - Scusate, sono terribilmente spiacente. «Sono spiacente» significa non piaccio.
"La via biblica", dramma di Arnold Schoenberg tradotto da Emilio Castellani. - Sono spiacente che questo le provochi un ritardo - .
Film "A che prezzo Hollywood?" di Gorge Cukor (1932). Biglietto nell'edizione italiana: «E' vero che Lonny Borden stà arrivando?».
"Dies irae" di Carl Th. Dreyer (1943). Didascalia: «La tromba, spargendo intorno un prodigioso suono per tutti i sepolcri della terra... ». Dialoghi: - Io non ci tratto con uno che si arrabbia - .
"Pinky, la negra bianca" di Elia Kazan (1949): Pinkj secondo Rete 4.
"In nome del papa re" di Luigi Magni (1977). Nino Manfredi: - ... prega la santità vostra per il prosequio di esonerarlo - . - E ci hai ragione pure te - . – E la rivoluzione chi la fa, chi la fa? No, dillo te - . - Per cui sapete che succederà in aula? No, non lo so, dimmelo te - . – Ah sì Parigi, i lungotevere della Senna... - . - Oh, non è mica per voi, l'abbacchio. Ah, te lo mangi tutto te? - .
"Il mistero del cadavere scomparso, di Carl Reiner (1982). Scena: Rachel Ward estrae dal corpo di Steve Martin un proiettile... con la punta rivolta verso l'esterno e il percussore verso l'interno.
"Fuga dal mondo dei sogni" di Ralph Bakshi (1992). Didascalie italiane personaggi e interpreti: Holli Would, Kim Basinger.
"Amistad" di Steven Spielberg (1997). Didascalia: «Il suo villagio era distrutto, i suoi familiari, spariti».
"Brachetti in technicolor" (non figura sul Morandini). Didascalia: «... in una grande metropoli del pianeta terra...».
"Aleksandr Nevskij" (1938), cassetta "l'Espresso cinema", collezione [Sergej M.] Ejzenštein. Attore: sulla scatola N. Oklopkov, sul film (didascalie edizione italiana) M. Ohhlopkov. Si chiama Nikolay Ochlopkov.
rivista "Il mucchio", gennaio 1988. "Kurt Weill" di Massimo Feliziani: «Tra le sue opere strumentali, importantissimo il "Concerto" per Violino e Archi [le maiuscole non sono del cronista] del 1924... ». Il Concerto, opera 12, è per violino e fiati.
stessa testata, marzo. "Musica classica" di Massimo Feliziani: «... la "Seconda sinfonia" di Sibelius... una delle primissime integrali (?) del compositore svedese».
giornale "Secolo d'Italia", 28.12.2003. «... Sul palco due direttori alle prese con alcuni brani... eseguiti accanto a performance (sic) dedicate nello specifico a Gerusalemme, come la "Jerusalem" di Parry, un autore spagnolo dell'800, un brano poco conosciuto ma molto apprezzato» [da chi, se non lo si conosce?]. Di tanto c'informa Priscilla Del Ninno. Parry, Joseph, 1841-1903, fu autore britannico, per l'esattezza gallese! La sua cantata "Jerusalem" è davvero poco conosciuta: l'unica esecuzione di cui si ha notizia è del 1878, l'anno stesso della composizione. Lo stesso non si può dire del compositore (da non confondere con Charles Hubert, 1848-1918) - per lo meno in Gran Bretagna - , autore di numerosi oratorî e cantate.

Alla buon'ora, e alla prossima.

Esperti Rai e dintorni