Ven11162018

Last update04:03:57

Back Home News Rubriche Lettere dei Lettori Rigurgiti di "Grandeur"

Rigurgiti di "Grandeur"

  • PDF
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 

Monselice, 2 aprile 2018. - Adalberto de' Bartolomeis

Caro Direttore, quello che è accaduto venerdì scorso a Bardonecchia da parte di alcuni agenti francesi in divisa che, con autorità ed arroganza, pretendevano in pieno territorio italiano di sottoporre un nigeriano, con regolare biglietto da Parigi a Napoli, di sottoporsi ad un test antidroga presso la stazione ferroviaria della località vicina al confine, davanti agli occhi esterrefatti di italiani che, assistendo a tale usurpazione di autorità da parte della polizia francese, sono stati costretti ad intervenire, chiamando la polizia locale, è deprecabile e molto fastidioso.

Il gesto non può che suscitare scalpore e spregio nei confronti delle autorità francesi che hanno nettamente violato la sovranità nazionale italiana, in quanto non vi era stata segnalata una preventiva comunicazione da parte loro ed inoltre, violando, altresì, i rapporti di diritto internazionale, sempre in base ad "accordi",a loro dire, come quelli del 2015 sulla questione della delimitazione mercantile di pesca nello spazio delle acque tra la Sardegna e la Corsica, di fatto, stanno esercitando infrazioni ed ingerenze approfittando, prima, della bontà di un governo italiano troppo accomodante ed adesso di un governo che non c'è. In altri tempi, oltre ad una crisi diplomatica forse ci sarebbe stato ben altro!

La Francia, nella sua autorità politica continua a dimostrare che quasi quasi si sente padrona dell'Europa, facendo finta di competere con i diktat in materia economico-finanziaria della Germania, non dimenticando che Nicolas Sarkozy ebbe molti motivi personali per fare fuori un dittatore libico come Gheddaffi e tutti, allora, acconsentirono vergognoso a te. Ora esercita la sua autorità sbagliando, benché il flusso e la gestione degli emigranti sia un problema di tutti, anche di coloro che pensano di avere alzato un muro di Berlino per impedirne l'accesso che inevitabilmente risulta indiscriminato. Questo atto di forza dimostra anche che l'Europa è apparentemente unita quando vediamo plenipotenziari e politici abbracciarsi e salutarsi con convenevoli melliflui nelle riunioni di vertice.

&&&&&&&&&&&&&&&&

Caro Adalberto,

i fatti di "Bardonecchia" dimostrano come lo Stato italiano sia governato da imbelli che hanno distruttto, nel corso degli anni, non solo l'immagine e il prestigio di Stato sovrano, nei confronti del quale tutto si può fare.Inoltre, ciò è tanto più grave se addirittura si negano così platealmente le scuse, malgrado l'Italia sia considerata dai "cugini" d'Oltralpe una  "sorella".

Quindi anche una presa per il ......

Ma sberla doppia per chi in Italia, all'indomani della vittoria dello "sconosciuto" Macron, aveva considerato la strepitosa conquista dell'Eliseolo come lo stop della democratica Francia al razzismo della Le Pen. Costoro avevano vissuto un doppo orgasmo politico Ora, è più che giusto che meritino un doppio schiaffone Claudio Taverna

Rigurgiti di