Mer07242019

Last update03:02:18

Back Magazine Magazine Attualità Loretta Goggi e tutto

Loretta Goggi e tutto

  • PDF
Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 

Trento, 22 ottobre 2014. – di Massimo Sannelli

Loretta Goggi non è certo l'ultima di tutti noi. È una delle prime e si sa. Loretta Goggi cantava così nel 1988: "E lui ride, prende, prende e se ne va, come un bambino ruba tutto quel che luccica. Ma meno male che c'è lui, che mi parla, che mi tocca con le mani, che mi alza dalla terra, che mi imbroglia sempre e dice: domani, domani cambierò!".

L'urlo parte da via Teulada, Roma, e continua dal 1988. Bene, è mio, nel senso che lo riconosco.

Sì, lo devo riconoscere.

Se tutto è in tutto, Loretta Goggi è come Rimbaud; ma se Blow Up è un'opera di poesia, un poeta che cosa farà? Niente. Ad un certo punto rifarà Blow Up, se può. Ultimamente penso molto a Blow Up, perché è una questione di lavoro, ma non dico quale lavoro sia.

E che bell'uomo sei, autore. Bello che sei, e fantasioso, un noi che vale un io, uno che pensa a ROSE & NODI, EROS & NIDO. E quindi pensa anche a Loretta Goggi. Ora Loretta Goggi va avanti, come può, ma va avanti; la professione è professione; la professione è sempre di una fede; e piangere davanti alle telecamere è piangere due volte.

Immensa Loretta, sempre: non va bene, è vero che non va bene, e niente è facile; ma che altro si può fare?

Loretta – L'ATTORE – sarà sempre grandissima. E LOTTARE è l'altro anagramma, scritto per TE, ALTRO. Proprio così, e questa pagina è scritta in 20 minuti: sì, ma mo' nun dite che è ggeniale; è 'na cosa che se fa, come se fa tutto. È normale. Er benzinaro dà a benzina sua o no? È questo il mio lavoro: pubblicità occulta. Non è niente di strano, in fondo; ma non è una cosa innocente, mai: se non sarà sublime, sarà subliminale.

Loretta Goggi e tutto
Banner