Dom07212019

Last update10:39:13

Back Magazine Magazine Economia ed Esteri Primo maggio, festa del lavoro ma anche momento per capire come difendere il lavoro di qualità

Primo maggio, festa del lavoro ma anche momento per capire come difendere il lavoro di qualità

  • PDF
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 

Globalizzazione, populismo e crisi della rappresentanza, insieme alla concorrenza fra lavoratori di altri Paesi e robots intelligenti sono le sfide di fondo che dovremo affrontare nei prossimi anni. Riflettiamoci insieme

Trento, 20 aprile 2019. - di Giorgio Garbellini*

Globalizzazione, populismo e crisi della rappresentanza sono i tre temi che quest'anno si discuteranno a Trento da giovedì 30 maggio a domenica 2 giugno al Festival annuale dell'economia.

A tutti e tre i temi, per evidenti ragioni, un operatore del credito con attenzione al sociale come me è interessato a partecipare in quanto nel sostenere le piccole e micro attività economiche che creano lavoro ha anche un'idea di società, di partecipazione dei cittadini all'economia ed alla democrazia sempre più in crisi di fronte al progressivo governo dell'autoritarismo digitale, basato sul controllo dell'informazione, sulla direzione sovranazionale dei fondamentali delle legislazioni e delle economie nazionali, sugli interessi dei pochi che prevalgono su quelli dei molti.

La conoscenza dell'economia globale inteso come coscienza di essere parte di una realtà internazionale e mondiale che poi si scaricano allo sportello bancario così come sulle imprese locali con i prodotti di concorrenza che giungono sul nostro territorio provinciale è una caratteristica propria di un'attività professionale con una storia come la mia.

Quello che dal prossimo primo maggio fino al 30 maggio, data di avvio del Festival dell'economia a Trento, vorrei proporre al dibattito locale delle prossime settimane in attesa di occasioni di confronto è quello di partecipare numerosi quest'anno almeno alle più significative iniziative ed eventi di calendario che il festival dell'economia ci dà l'opportunità di cogliere, per capire i fondamentali dell'economia globale e ragionare sui suoi numerosi effetti concreti sulla nostra economia locale.

Più concretamente capire ed individuare proposte e soluzioni per opporci alla perdita dei diritti del lavoro in favore dell'economia della finanza speculativa, le ragioni di perdita di competitività delle nostre imprese locali nei confronti di chi introduce prodotti provenienti dall'estero con condizioni di concorrenza vantaggiose e del perché di fatto siano principalmente le forniture di prodotti e servizi che non possono essere prodotte fuori dal territorio di destinazione quelle che danno alle imprese locali maggiori chances di sopravvivenza o di futuro sviluppo.

In merito al lavoro voglio ricordare che lo scorso festival dell'economia già ci ha segnalato che i robots potranno sostituire1 in tempi non molto lontani (5/10 anni) molti lavori non solo manuali ma anche intellettuali e professionali, arrivando a dirci che i proprietari di robot intelligenti saranno gli imprenditori vincenti del futuro.

Il primo maggio quindi oltre che un momento per ricordare chi siamo e da dove veniamo, per rinnovare i veri valori che ci debbono unire come operatori del settore finanziario che hanno una sensibilità ai valori del sociale ed al lavoro di qualità, quest'anno in Trentino dovrebbe saper cogliere questa occasione di riflessione che da ormai molti anni ci vede localmente assenti da un evento molto rilevante a livello nazionale e sovranazionale come il festival dell'economia per migliorare le condizioni di lavoro sul nostro territorio, per ragionare sui margini di miglioramento e definire obiettivi e programmi futuri del nostro essere persone impegnate anche per il miglioramento generale delle condizioni di vita di lavoratori e cittadini italiani.

A tutti buon primo maggio e buon Festival.

* Tutor Microcredito e mediatore creditizio

Per info:
Dr Giorgio Garbellini
Tutor Ente Nazionale Microcredito
Via Guido Donegani 12
38050 Calceranica al Lago (TN)
cell 347 9923491
e mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Primo maggio, festa del lavoro ma anche momento per capire come difendere il lavoro di qualità
Banner