Mar03282017

Last update07:27:18

Back Magazine Magazine Economia ed Esteri Come leggere e decifrare la bolletta ENI e ACEA?

Come leggere e decifrare la bolletta ENI e ACEA?

  • PDF
Valutazione attuale: / 12
ScarsoOttimo 

Roma, 10 Giugno 2012 - di Loris Modena

Pagata la fattura di conguaglio dell'ENI relativa alla fornitura di energia elettrica decido di provare a controllare i consumi rilevati dal contatore con quelli fatturati, amaramente scopro che non è così semplice. Premo sul pulsante del contatore marchiato ACEA mod. LENNT-S1 e scopro una serie di dati con sigle strane e incomprensibili, decido di non affidarmi all'intuito e scarico il manuale del contatore da Internet. Quindi leggo e trascrivo i vari dati relativi ai consumi A+ (tot. energia attiva assorbita), A1+, A2+,A3+ e A4+ che nel manuale ACEA corrisponderebbero alle fasce tariffarie T1, T2, T3 e T4.

 

Non sono più cliente ACEA quindi non discuto sul perché sul contatore usano una sigla e in bolletta un'altra, ma la questione della chiarezza, non cambia presa in mano la bolletta ENI, nella parte leggibile che mi interessa "Riepilogo consumi e importi" riportano tre fasce tariffarie: F1, F2 e F3. Sorvolo sul fatto che non comprendo perché vi siano tre fasce quando posseggo un contratto Quota Fissa Power.

Apro il browser e vado sul sito di ENI cerco qualche guida alla lettura, ma trovo solo infinite spiegazioni dettagliate su come pagare la bolletta o sul perché passare a ENI, nulla su cosa siano le fasce F1, F2 e F3 e come si raffrontino con le fasce orarie lette nel contatore.

Confrontando il valore di A+ del contatore che in pratica traducendo i tecnicismi del manuale ACEA la lettura totale del consumo (30013,13) e raffrontandolo con la somma delle letture stimate in F1, F2 e F3 (28948) si trova una corrispondenza considerando il tempo trascorso tra l'emissione della fattura e la lettura effettuata sul contatore. Sulla bolletta ENI non è indicata la lettura totale stimata, né la totale rilevata, forse il gestore presume che tutti abbiano in casa un calcolatore.

Ulteriore difficoltà si incontra tentando di leggere effettivamente la lettura rilevata e quindi fatturata, ci sono ben 15 voci tutte riferite al 2011 su una bolletta di conguaglio del 2012, anche prendendo in considerazione le voci "ultima fatturata" e "ultima rilevata" non si riesce a trovare come siano stati calcolati i "3397 kWh" di consumo rilevato. Anche prendendo in mano le fatture precedenti tra le quali altre di conguaglio nell'anno in corso, non si trova un sistema per confrontare i propri consumi con quelli fatturati da ENI. La "chiarezza" raggiunge il massimo dove ENI nell'ultima pagina riporta la voce "Totale bolletta salvo conguaglio": conguaglio salvo conguaglio dunque.

Come amministratore del condominio dove risiedo mi trovo spesso a spulciare le bollette dell'utenza, dalla luce delle scale all'acqua, e devo dire che decifrarle è spesso un'opera titanica, non è quindi solo una questione di gestore, è una prassi diffusa rendere inutilmente complessi i conteggi ed evitare di diffondere qualche manuale o guida per la lettura e interpretazione, non voglio essere maligno, ma la cosa un po' puzza, non solo perché non ritengo giusto che, a moltissimi consumatori sia preclusa la possibilità di controllare la propria bolletta in autonomia, ma anche perché l'autorità garante per l'energia, nel "libero mercato" tanto pubblicizzato è completamente sorda, cieca e muta.

Mi chiedo se il risparmio garantito da ENI nei confronti del vecchio contratto ACEA che possedevo, è effettivamente reale, tra aumenti del costo dell'energia e conguagli vari, nonché un aumento dei consumi dato dalla presenza di un Server aggiuntivo acceso 24 ore su 24 rendono arduo un raffronto. L'indecifrabilità delle bollette ACEA e ENI rendono il lavoro talmente complesso da richiedere troppe ore di lavoro per essere eseguito.

La domanda su: "come leggere la bolletta della luce?" malgrado l'impegno rimane aperta. Non solo ci troviamo nella condizione di districarci tra complessi piani tariffari crittografati con inutili e gratuiti tecnicismi alla ricerca della tariffa migliore, ma anche trovata non c'è dato modo di verificarne il reale risparmio e la reale applicazione rispetto ai contratti precedenti: siamo obbligati dunque a fidarci del fornitore.

Loris Modena
autore di "L'Ateo Scettico"

Se hai ricevuto bollette anomale della LUCE consiglio la letture del seguente articolo:
Strani conguagli della luce e indecifrabili bollette ENI


Come leggere e decifrare la bolletta ENI e ACEA?
 

IN LIBRERIA

Guida alla gestione di portali Joomla!

A pochi interessa come realizzare un elaboratore di testi come Word, a molti interessa come realizzare un documento in modo professionale e corretto attraverso un determinato applicativo. 

ISBN: 978-1-4710-3450-3