Mar12112018

Last update02:41:07

Back Magazine Magazine Scienza e Natura La devastante opera della Natura

La devastante opera della Natura

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Monselice, 15 novembre 2018. - di Adalberto de' Bartolomeis

Di fronte agli eventi di Madre Natura, se gli stessi sono di portata eccezionale, come lo è stato per una parte delle Alpi sulla fronte della pianura, dall'altopiano di Asiago fino alla Carnia ed oltre, che hanno lasciato sul terreno abbattuti interi boschi non si possono trascurare però i danni invisibili che questo cataclisma ha recato a vaste estensioni di comunità montane.

Mi riferisco alle carcasse delle bestie che sono rimaste schiacciate sotto il peso degli alberi venuti giù dal forte vento. Cervi, caprioli, daini, cinghiali, galli cedroni.

Il maltempo, così devastante, ha cancellato interi ettari di boschi, in particolare nel Veneto, ma ha ucciso parecchi animali. La fauna, così, è diventata con questo disastro di calamità che non credo abbia precedenti, appunto,meno visibile, intanto, dall'Altopiano dei 7 Comuni fino al Nevegal.

Per quanto la preoccupazione vada concentrata ad occuparsi della ricostruzione delle strade, della messa in sicurezza delle case e dal recupero degli alberi riversi sui pendii, esiste, di fatto, una strage di bestiame che è difficile rimuoverlo tutto. Purtroppo sopraggiungerà ora l'inverno e con l'arrivo della prossima primavera gli animali deceduti andranno in decompressione e ciò potrebbe portare ad una massiccia diffusione di parassiti e virus, con rischi di diffusione di infezioni ed epidemie per gli animali superstiti, ma anche per l'uomo.

C'è da scongiurare un eventualità simile ma già con l'apertura degli impianti sciistici, in particolare quelli da fondo sarà impressionante trovarsi di fronte a resti di animali ancora non recuperati sotto il peso dei tronchi di alberi o in parte divorati da volatili di grossa specie, come aquile, ma anche dal richiamo di avvoltoi.

La devastante opera della Natura

Chi è online

 176 visitatori e 1 utente online