Mer06262019

Last update03:11:46

Back Politica Politica e Società Osservatorio di Palazzo Trentini Controlli sui prodotti caseari con latte crudo, Coppola interroga

Controlli sui prodotti caseari con latte crudo, Coppola interroga

  • PDF
Valutazione attuale: / 8
ScarsoOttimo 

Trento, 25 maggio 2019.Redazione

Era stato il consigliere Degasperi, nella precedente legislatura, ad occuparsi più volte della verifica, da parte dell'autorità sanitaria, di prodotti caseari con latte crudo, dopo che un bambino di Coredo era stato colpito da Sindrome emolitico-uremica (SEU), e giace, a distanza di tempo dall'evento morboso, in condizioni molto critiche.

Quel bambino aveva mangiato del formaggio acquistato presso il caseificio di Coredo.

Alle interrogazioni del consigliere Degasperi, l'assessore di allora, Luca Zeni, nelle risposte agli atti ispettivi, aveva "coperto" il caseificio, poiché mai riferì il nome dell'azienda, benché gli fosse stato espressamente chiesto.

Solo Trentino Libero e la Voce del Trentino denunciarono all'opinione pubblica, facendo nomi e cognomi, il tragico evento.

La magistratura, avviò, con la collaborazione dei NAS, indagini, sequestrando un imprecisato numero di forme di formaggio, rinviando a giudizio i responsabili dell'azienda casearia.

Ora, il problema della commercializzazione di prodotti caseari con latte crudo ritorna alla ribalta con l'interrogazione a risposta orale immediata ( n. 503/XVI del 22 maggio 2019) presentata dal consigliere provinciale Lucia Coppola (nella foto).

Controlli sui prodotti caseari con latte crudo, Coppola interroga
Banner