Gio10192017

Last update01:35:31

Back Politica Politica e Società Politica Estera Nazionalismo di ritorno

Nazionalismo di ritorno

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Monselice, 6 agosto 2017. - di Adalberto de' Bartolomeis

Più di qualcuno, molti, erano spaventati che la Le Pen potesse fare il suo trionfo come "prèmiere famme" all' Eliseo, ma mi sembra, ora che sia tutta l' UE a temere l' enfant prodige, il neo presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron. Lui non ha fatto altro che anteporre gli interessi francesi a quelli europei. Io penso che invece di stare lì a criticare, dovremo prendere appunti...

Non c'è ancora un pugno di ferro, vero e proprio, tra Italia e Francia, ma esiste, a mio avviso, un disegno politico molto chiaro: ci sono gli interessi nazionali prima di quelli europei e mi sembra che l'ex banchiere della Rotschild stia sorprendendo tutti con il suo ritorno al gollismo, alla "Grandeur de France", a volere, cioè, nazionalizzare. Governare per l'interesse della propria collettività, per cui gli assetti industriali che sono diventati oggetto di una "querelle", che a mio parere non ha alcun senso con la Stx-Fincantieri, la sua azione, di fatto, è tutta volta all'interno e dico che, paradossalmente, è pure buona, per rafforzare l' Europa, ovvero, che ammetto non piaccia, l'asse Parigi-Berlino. Lui, con due mosse sole, quella sui migranti, preceduta dalla, intelligente e furba mediazione tra due atavici rivali libici e quella strategico-industriale, il presidente francese si mette al centro di vari campi in gioco. Vari.

Al contrario, a Roma mosse di questo tipo non ricordo che siano state fatte da ben molto oltre un decennio. Nessun governo ci ha mai pensato, quando gli effetti di crisi internazionali piombano a picco su interessi economici e tutti i coinvolgimenti sociali, prima che politici. Macron è funzionale al sistema neoliberista; non sarà certo il detonatore dell' Unione Europea perché, semplicemente, essendosi formato come banchiere, sa che l' Europa non esiste in quanto sovrastruttura finanziaria. Pertanto, alla luce di questa sovrastruttura la stessa andrebbe fatta saltare del tutto perché all' Italia ed agli italiani fa solo un gran male.

Quindi, cosa fare? Grave errore minacciare di uscire dall' UE come più di qualche politico italiano continua a sperticarsi nel dirlo e grave errore sarebbe non andare d'accordo con Macron. Bisogna forzare l'integrazione, obbligando Bruxelles a scrivere un nuovo patto europeo con una scadenza precisa: nell'anno stabilito in Europa ci dovrà essere un solo profilo fiscale uguale per tutti ed un unico debito pubblico nazionale. Con un nuovo siffatto europatto ecco che a Berlino i suoi governanti farebbero tanti saluti e se ne andrebbero.

Nazionalismo di ritorno
 

IN LIBRERIA

Guida alla gestione di portali Joomla!

A pochi interessa come realizzare un elaboratore di testi come Word, a molti interessa come realizzare un documento in modo professionale e corretto attraverso un determinato applicativo. 

ISBN: 978-1-4710-3450-3