Dom06242018

Last update06:40:00

Back Politica Politica e Società Politica Nazionale «Uomini, mezz’uomini, ominicchi, pigliainculo e quaquaraquà»

«Uomini, mezz’uomini, ominicchi, pigliainculo e quaquaraquà»

  • PDF
Valutazione attuale: / 10
ScarsoOttimo 

Trento, 7 marzo 2018. - di Claudio Taverna

Trentino LiberoGli italiani hanno votato: sappiamo come è andata. Chi aveva il governo è stato sonoramente battuto, quindi, in pista per prendere il governo, sono centrodestra (Salvini) e Di Maio (M5S); entrambi però non hanno i numeri.

In attesa della proclamazione di deputati e senatori e della elezione dei presidenti delle camere, una ridda di commenti e di ipotesi rimbalzano dalle Tv, ai giornali ...... , mentre la rete sembra impazzita, travolta da commenti di ogni genere.

Cosa farà Mattarella?

Il percorso istituzionale è (o dovrebbe essere) noto. Il presidente della repubblica consulterà gli ex capi dello Stato (uno solo, re Giorgio Napolitano), i neopresidenti delle camere e gli ex presidenti di camera (anche Fini?) e senato, infine i rappresentati dei gruppi parlamentari.

Dopo, il democristiano di lungo corso, Sergio Mattarella, affiderà l'incarico di formare il governo. A chi? A Salvini, a Di Maio? E 'incarico sarà pieno o solo esplorativo?

Lo schieramento che conta più seggi in parlamento è quello di centrodestra; a tre lunghezze ci sono i grillini, poi, al terzo posto, ma molto staccato, il PD.

Logica e tradizione dovrebbero convincere l'inquilino del Quirinale ad affidare l'incarico a Salvini. Ma probabilmente non sarà così.

"Autorevoli" commentatori, tutti grandi pensatori schierati nel campo del "politicamente corretto", si stanno inventando la barzelletta che l'incarico deve essere affidato a Luigino Di Maio perché il M5S è il partito più votato, ma la Costituzione impone al nuovo governo di "conquistare" la "fiducia" di camera e senato, ovvero la maggioranza dei deputati e dei senatori.

Ecco allora, in azione i manovratori sotto traccia. "Poteri forti" e le lobby finanziarie internazionali, stampa e Tv fanno il tifo per Di Maio. Il M5S è già "istituzionalizzato"! E Beppe Grillo ha sentenziato: "il M5S è democristiano,un po' di destra, un po' di sinistra".

E allora il governo si farà. M5S e PD daranno la fiducia a Luigino Di Maio, alla faccia dei programmi e delle promesse elettorali, tutti a finire nel cestino.

Già lo sappiamo. «Uomini, mezz'uomini, ominicchi, pigliainculo e quaquaraquà». Pochissimi gli uomini, pochi i mezz'uomini, mentre numerossimi tutti gli altri!

«Uomini, mezz’uomini,  ominicchi, pigliainculo e quaquaraquà»

Chi è online

 272 visitatori e 1 utente online