Sab03252017

Last update05:42:59

Back Politica Politica e Società Politica Nazionale Aggiornamento sulla Marcia su Roma e Fascismo in pochi punti per Corrado Augias

Aggiornamento sulla Marcia su Roma e Fascismo in pochi punti per Corrado Augias

  • PDF
Valutazione attuale: / 104
ScarsoOttimo 

Roma, 31 gennaio 2014. - di  Loris Modena 

L’intervento di Corrado Augias alle Invasioni Barbariche di Daria Bignardi ha dell’incredibile. Che un intellettuale si riduca ad affermare che Alessandro Di Battista parla per slogan, cadendo ancora più in basso affermando che anche Grillo è condannato, imputando a qualche presunta amnesia del parlamentare grillino, quando ovviamente omette di dire che Grillo diversamente da altri parlamentari condannati non siede in parlamento  e che forse un incidente stradale per quanto grave è un reato molto diverso da reati quali associazione a delinquere o concorso esterno in associazione di tipo mafioso.

Sorvolando su una caduta di stile dovuta alla sua militanza nel PD, ciò che offende maggiormente è l’arroganza con cui parla di squadrismo inconsapevole e ignoranza su cosa fosse il fascismo da parte di cittadini del Movimento 5 Stelle.   Muove la sua analisi esclusivamente sulla base populistica comune a tutti, imputandola faziosamente solo al Movimento 5 Stelle e Fascismo, quando anche Forza Italia e il PD di Renzi non sono da meno in populismo.
Proprio per dimostrare  a Corrado Augias che di storia non solo del fascismo noi popolo della rete e cittadini non siamo a digiuno, mi permetto di aggiornare l’intellettuale su come Mussolini prese il potere e quale fu il suo più grande complice.

  • Mussolini il 28 ottobre 1922 marcia su Roma con qualche migliaia di fascisti. Re Vittorio Emanuele non fa intervenire l’esercito.
  • Mussolini ottenne l'incarico di costituire il Governo (30 ottobre) da Re Vittorio Emanuele.
  • Mussolini accentra il potere nel Gran Consiglio del Fascismo estromettendo parlamento e opposizioni.
  • Modifica la legge elettorale e propone un listone di deputati decisi dal Gran Consiglio del Fascismo.
  • Alle elezioni del 24 marzo 1929 si presenta il 90% degli aventi diritto al voto e il listone fascista  ottiene il plebiscito con il 98,4% dei voti.

Guarda caso quello che dal 2011 sta succedendo in Italia:

  • Dalle elezioni di Re Giorgio i governi ricorrono e abusano della decretazione d’urgenza con il suo avallo.
  • Il 16 novembre 2011 invece che indire elezioni, dopo la caduta del Governo Berlusconi, Re Giorgio incarica Monti di formare un governo  con il supporto di PD e PDL.
  • Dalle elezioni del 24 e 25 febbraio 2013 non esce una  maggioranza, il Movimento 5 Stelle malgrado i sondaggi lo attestassero tra il 15 e 16% prende quasi il 25% dei voti diventando alla camera il primo partito italiano. Bersani lo smacchiatore di Giaguari prima muove sterili tentativi di compravendita verso il M5S poi finge di proporre un’alleanza, finge in quanto non chiede di formare un governo e non cerca la trattativa, ma semplicemente vuole una fiducia in bianco al suo governo. Mentre i media sono occupati a demonizzare il neonato terzo polo, nelle stanze di Re Giorgio, si tessono le tele per un nuovo governo del presidente da affidare a Letta Nipote con l'avvallo di Letta Zio.
  • La stessa maggioranza che sosteneva Monti per la prima volta nella storia assegna un secondo mandato a Re Giorgio. Ricordo che l’uso consuetudine in assenza di altre norme ha forza di legge e che la costituzione parla chiaramente di un mandato di 7 anni. I famosi 101 franchi tiratori che affossano l’elezione di Prodi, mai scoperti, semplicemente sono personaggi vicini a Napolitano che in accordo con i vertici del PD avevano già avallato un’alleanza con il PDL. Un alleanza con il M5S significava recepire l’abolizione dei rimborsi elettorali, il limite di mandato e magari pure l’abolizione dell’ordine dei giornalisti** tutte cose indigeste a chi la politica la vive come un’attività di impresa.
  • Re Giorgio incarica Letta di formare un governo di larghe intese formato nuovamente da PD, PDL e nuovamente Monti.
  • Il governo Letta esautora nuovamente il parlamento ricorrendo solo ed esclusivamente a decreti legge avvallati da Re Giorgio. Che dovrebbero essere utilizzati solo in casi d’urgenza secondo la Costituzione Italiana.
  • Per la prima volta nella storia viene utilizzata la famosa “ghigliottina” impedendo qualsiasi metodo democratico d’opporsi a un decreto-legge per regalare soldi alle banche.
  • Viene presentata una legge elettorale che di fatto potrebbe assegnare la maggioranza del parlamento al PD o Forza Italia anche se non raggiungessero il 21% dei consensi, e in grado di spazzare via qualsiasi opposizione.  

Caro Corrado Augias vedo molte più similitudini nell’inciucio Berlusconi-Renzi-Napolitano con il fascismo che non con il populismo di cittadini stufi e stanchi della situazione. Mentre i cittadini perdono il lavoro, vengono schiacciati dalla crisi voluta dalle banche amiche di Re Giorgo, il parlamento si trova esautorato dalle proprie finalità costretto a votare decreti urgenti a scatola chiusa che nulla hanno a che fare con le emergenze reali del paese. Ovviamente i fascisti siamo noi, che protestiamo!


* autore di "L'Ateo Scettico"

P.S. Da uno storico del suo calibro non mi sarei mai aspettato una caduta di stile simile imputando il movimento 5 stelle di squadrismo, peggio ancora “squadrismo involontario” dovuto all’ignoranza storica. Si vede che la consapevolezza che le case editrici sono tutte in mano a PD o Berlusconi e che come ateo non può contare sulle poche in mano al Vaticano, lo faccia desistere dall’essere onesto e obiettivo.  Piuttosto che vendersi così farebbe meglio a ritirasi in pensione e imparare ad usare la rete per tornare indipendente.

Nota: ringrazio chi mi ricorda del clima di violenza instaurato dal fascismo nel paese che avrebbe convinto il Re a calmieralo dando il potere a Mussolini. In realtà è una omissione storica, la violenza dello squadrismo fascista era sovvenzionata dalla ricca borghesia, sia dai latifondisti del sud che dagli industriali del nord che vedevano in Mussolini un’ottima soluzione per sedare e reprimere ogni sciopero e tentativo di emancipazione di braccianti agricoli e operai. Lo squadrismo è sempre stato tollerato dalla monarchia e supportato dalla stessa, oggi sarebbe impensabile vedere camice nere, oggi non serve picchiare un cittadino per fargli paura, basta fargli temere di perdere il benessere a cui è abituato, se è dipendente fargli sentire la precarietà del suo posto di lavoro, se è indipendente liberare i mastini di Equitalia e per tenere a bada il dissenso interno basta tenere fascicoli fermi nelle procure e cartelle esattoriali sotto la scrivania di loschi vicedirettori dai molti incarichi.

Grazie a tutti per gli apprezzamenti e condivisioni

**) l’ordine dei giornalisti è istituito da Benito Mussolini nel 1925 al fine del controllo e censura, oggi fornisce  un introito agli stessi partiti che sono proprietari di giornali e case editrici, l’iscrizione all’ordine può essere tranquillamente acquistata, con un comodo pacchetto che include pure gli articoli necessari ecc..

Loris Modena

Aggiornamento sulla Marcia su Roma e Fascismo in pochi punti per Corrado Augias
 

IN LIBRERIA

Guida alla gestione di portali Joomla!

A pochi interessa come realizzare un elaboratore di testi come Word, a molti interessa come realizzare un documento in modo professionale e corretto attraverso un determinato applicativo. 

ISBN: 978-1-4710-3450-3