Mar08142018

Last update05:33:22

Back Politica Politica e Società Speciale Elezioni AGIRE: «I candidati del Trentino Alto-Adige firmino il decalogo contro il CETA»

AGIRE: «I candidati del Trentino Alto-Adige firmino il decalogo contro il CETA»

  • PDF
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 

Dopo l'Assemblea «STOP TTIP-Italia»

Trento, 12 febbraio 2018. - Redazione*

Sabato scorso si è svolta a Milano l'Assemblea Nazionale della campagna STOP TTIP–Italia; a moderare l'incontro Monica di Sisto ed Elena Mazzoni, portavoce e coordinatrice di STOP TTIP–Italia. Presente come unico rappresentante della regione Trentino Alto-Adige il Coordinatore organizzativo di AGIRE per il Trentino Sergio Manuel Binelli.

L'incontro è stata l'occasione per ribadire gli ultimi successi ottenuti sul CETA (l'accordo commerciale e di scambio firmato tra il Canada e l'Unione Europea), che adesso giace in Parlamento per essere approvato o bocciato definitivamente. Fra le iniziative annunciate ci saranno sicuramente delle manifestazioni, attività sui social e la firma del decalogo contro il CETA: questo sarà un impegno solenne da portare a tutti i candidati delle prossime elezioni politiche ed ai quali verrà chiesto di firmarlo.

Il commento di Binelli: "L'Assemblea si è svolta in totale tranquillità ed ha raccolto membri da tutta Italia, segno evidente che la campagna si è diffusa a macchia d'olio. Noi come AGIRE ci siamo sempre impegnati e continueremo a farlo contro accordi commerciali come il CETA, il TTIP ed il TISA, che anziché pensare agli interessi di tutti pensano solo agli interessi di pochi. Entro il prossimo 4 marzo 2018 porteremo il decalogo all'attenzione di tutti i candidati del Trentino Alto – Adige, ai quali rivolgiamo un appello per firmare questo impegno contro il CETA: confidiamo in primis in chi si è subito interessato alla materia come Maurizio Fugatti, candidato per il centro-destra nel collegio uninominale della Valsugana per la Camera dei Deputati, ma anche in tutti gli altri candidati senza alcun tipo di pregiudizio.

Se i membri della maggioranza di governo provinciale targata PD-PATT-UPT (che purtroppo in alcuni casi hanno dimostrato di sponsorizzare il CETA) vorranno fare veramente qualcosa per tutelare la nostra autonomia la firma del decalogo contro il CETA sarà sicuramente un'ottima occasione per dimostrarlo."

* Ufficio Stampa e Comunicazione AGIRE per il Trentino

AGIRE: «I candidati del Trentino Alto-Adige firmino il decalogo contro il CETA»

Chi è online

 102 visitatori e 1 utente online