Mar12112018

Last update02:41:07

Back Sport

Sport

Il tour de force continua: al Druso arriva la corazzata Ternana

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Daniel OffrediQuarta partita in appena dodici giorni: domani, ore 18.30, sfida allo squadrone umbro

Bolzano, 11 dicembre 2018. Redazione*

Domani, mercoledì 12 dicembre, l'Alto Adige/Südtirol scende in campo in uno dei due posticipi (l'altro è Albinoleffe – Sambenedettese) del turno infrasettimanale valido per la 16esima giornata del campionato di serie C (girone B). Per i biancorossi si tratta della quarta partita, Coppa Italia a Torino compresa, nel breve volgere di dodici giorni. Insomma, capitan Fink e compagni stanno giocando al ritmo di una gara ogni tre giorni.

Contro la Samb l’Alto Adige/Südtirol deve (mal)digerire una sconfitta

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

azione-di-de-cencoDopo due risultati utili di fila i biancorossi perdono per 1-0 al 'Riviera delle Palme'

San Bnedetto del Tronto, 9 dicembre 2018. - Redazione*

Dopo due importantissimi risultati utili di fila, vale a dire la vittoria a Vicenza e il pareggio casalingo contro la capolista Pordenone, la squadra di mister Zanetti riscopre, suo malgrado, il sapore acre della sconfitta a San Benedetto del Tronto, dove capitan Fink e compagni sono costretti alla resa al cospetto della Sambenedettese, che si impone per 1 a 0 sui biancorossi con gol-partita di Di Massimo al 18'.

Sesto risultato utile di fila per la Berretti: 0-0 con l’Albinoleffe

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Azione difensiva della Berretti biancorossa Berretti vs AlbinoleffeBolzano, 9 dicembre 2018.Redazione*

All'FCS Center, nella zona sportiva di Maso Ronco ad Appiano, la Berretti biancorossa conquista il suo sesto risultato utile di fila e il quarto pareggio consecutivo, questa volta per 0-0, nel match casalingo contro l'Albinoleffe. Per la terza partita sulle 11 sin qui disputate la formazione di mister Toccoli è riuscita a mantenere la propria porta inviolata. Nel primo tempo un paio di parate di Costigliola, ma anche un gol annullato per dubbio fuorigico a Jamai. Nella ripresa grande equilibrio e nessuna, seignifatica azione da gol.

Dalla Coppa al Campionato: trasferta a San Benedetto del Tronto

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Francesco De RoseA meno di 72 ore dalla sfida col Torino, i biancorossi sono ospiti domenica della Sambenedettese

Bolzano, 7 dicembre 2018.Redazione*

Dopo le fatiche di Coppa Italia, l'Alto Adige/Südtirol torna in modalità campionato, scendendo nelle Marche, segnatamente a San Benedetto del Tronto, a meno di 72 ore dalla super sfida di Torino contro i granata di mister Mazzarri.

Vince il Toro, ma l’Alto Adige/Südtirol esce dalla Coppa Italia a testa altissima!

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Capitan Fink alla conclusioneI granata si impongono per 2 a 0, ma i biancorossi recriminano: rigore negato a Costantino e gol regolare di Mazzocchi annullato

Torino, 7 dicembre 2018. Redazione*

Vince il Toro (2 a 0 il finale), e non dovrebbe fare notizia, perché una squadra di serie A ha battuto una squadra di serie C. Ma l'Alto Adige/Südtirol ha fondati motivi per recriminare, perché per larghi tratti del match ha giocato meglio dei granata e perché si è visto negare un rigore apparso netto su Costantino nel primo tempo e annullare nella ripresa un gol che è sembrato regolarissimo di Mazzocchi.

Peccato, ma resta la grande prestazione e l'impresa memorabile già prima che la squadra di Zanetti scendesse in campo allo stadio 'Olimpico – Grande Torino', regalando forti emozioni (dal vivo o incollati davanti alla tv) ai propri tifosi e agli sportivi tutti della nostra regione. Una impresa certificata da un dato: nell'edizione 2018/2019 l'Alto Adige/Südtirol è risultato fra le migliori 32 squadre d'Italia della rassegna, dopo aver eliminato – ad agosto - il Venezia, che gioca in B, e il Frosinone, neopromosso in A. Vien da sé che è traguardo di cui andare orgogliosi.

MATCH PREVIEW

Allo 'Stadio Olimpico - Grande Torino', l'Alto Adige/Südtirol ha l'onore e il privilegio di misurarsi con la sesta forza del campionato di serie A, ovvero il Torino, avversario dei biancorossi – in gara unica ad eliminazione diretta - nei sedicesimi di finale di Coppa Italia.
Di fronte una squadra del massimo campionato italiano che punta all'Europa League e una squadra di serie C che si è guadagnata negli ultimi anni lo status di squadra emergente del calcio italiano.
A Torino l'Alto Adige/Südtirol ci è arrivato grazie all'esaltante cavalcata, fra fine luglio ed inizio agosto, nei primi tre turni di Coppa Italia, quando i biancorossi - dopo il turno preliminare vinto con l'Albalonga al Druso hanno eliminato, in trasferta, dapprima il Venezia, squadra di serie B, e poi il Frosinone, neopromosso in serie A, a Benevento.
Il Torino ha disputato in questa edizione una sola partita di Coppa Italia, segnatamente quella del 12 agosto scorso contro il Cosenza, sconfitto dai granata per 4-0 con doppietta di Belotti e gol di Rincon e Baselli.
A Torino mister Zanetti, il grande 'ex' della partita (tre stagioni e mezza da calciatore granata in A e B), apporta alcune modifiche all'undici 'tipo'. Solo la difesa è quella titolare. Sulle corsie laterali Oneto e Procopio, altro 'ex' della partita. La cabina di regia è affidata a Fink e Berardocco, mentre in attacco Costantino agisce da punta centrale affiancato da Mazzocchi e Fabbri.

LIVE MATCH

Inizio di gara equilibrato con i padroni di casa che cercano di sfruttare i cambi di gioco per aprire le maglie difensive dei biancorossi, senza però creare grossi pericoli. Al 9' primo segno di vita dei granata con Baselli che ci prova dai 30 metri ma la palla finisce abbondantemente alta sopra la traversa.
Risposta immediata dei biancorossi all'11' con Mazzocchi che da fuori area non trova il bersaglio.
Bella iniziativa dei biancorossi al 17': ottimo assist in area di Berardocco per Costantino che però non riesce a centrare la porta da posizione defilata. Al 24' come un fulmine a ciel sereno arriva il gol dei padroni di casa: errore della difesa altoatesina e palla che finisce sui piedi di Soriano che con un piattone beffa Offredi per via della decisiva deviazione di Ierardi.
Insiste la squadra di Mazzarri: al 31' Edera entra in area e dalla destra fa partire un bel tiro a giro neutralizzato in tuffo dal portiere biancorosso.
Al 37' l'Alto Adige/Südtirol prova ancora la soluzione dalla distanza, questa volta con Fink, dai 25 metri, ma la palla finisce sul fondo, alla sinistra del portiere.
Dubbio in area di rigore al 43': Costantino cade in area su una trattenuta di Bremer ma l'arbitro lascia correre. Ci poteva stare il rigore.
Squadre al riposo col Toro avanti per 1-0, ma la squadra di Zanetti ha tenuto testa ai granata e non meritava lo svantaggio.
Inizio secondo tempo a tinte biancorosse: Oneto dalla destra mette in mezzo un bel cross per Procopio che di sinistro non centra lo specchio della porta.
Al 52' mister Zanetti decide di cambiare: fuori l'ex della partita Procopio e dentro Turchetta.
Pericolo in area biancorossa al 61': Parigini dalla destra scodella una palla pericolosa in area ma la difesa altoatesina spazza con qualche affanno.
Bella combinazione Mazzocchi-Turchetta al 64' con quest'ultimo che mette in mezzo un bel cross per Costantino che viene anticipato all'ultimo da Lyanco.
Ennesima situazione dubbia al 73': Turchetta serve in area Mazzocchi che da due passi non sbaglia ma l'arbitro annulla per fuorigioco.
Al 81' doccia fredda sotto la Mole per il Südtirol: raddoppio dei ragazzi di mister Mazzarri con Edera che su assist di Berenguer punisce in diagonale Offredi.
Partita quasi riaperta al 87': tiro-cross di Morosini dalla sinistra, Costantino manca la deviazione e la palla sibila fuori sfiorando il palo.
Dopo 3 minuti di recupero il Torino può festeggiare il passaggio del turno ma il Südtirol esce a testa alta e può pure recriminare per il risultato finale.

TORINO - FC ALTO ADIGE/SÜDTIROL 2-0 (1-0)

TORINO (3-4-2-1): Ichazo; Bremer, Lyanco, Moretti; Parigini (79. Rincon), Baselli (59. Meité), Lukic, Berenguer; Edera, Soriano (72. Ola Aina); Zaza
In panchina: Rosati, Sirigu, Belotti, Falque, Ansaldi, Damascan, De Silvestri, Djidji, Nkolou
Allenatore: Walter Mazzarri

FC ALTO ADIGE/SÜDTIROL (3-4-2-1): Offredi; Ierardi, Casale, Vinetot; Oneto, Fink (67. Morosini), Berardocco, Procopio (52. Turchetta); Mazzocchi (84. Antezza), Fabbri; Costantino
In panchina: Gentile, Ravaglia, Boccalari, Zanon, De Rose, De Cenco, Tait
Allenatore: Paolo Zanetti

ARBITRO: Daniele Minelli della sezione di Varese

RETI: 24. Soriano (1-0), 81. Edera (2-0)

NOTE: ammoniti: 43. Costantino (FCS), 65. Soriano (T). Serata fredda. Spettatori paganti: 3339 per un incasso di 32.490 euro.

* comunicato 

La Berretti gioca in casa, turno di riposo per U17 e U15

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Berretti Jamai in azioneBolzano, 5 dicembre 2018.Redazione*

In questo weekend gioca in casa la formazione Berretti, che affronta l'Alessandria, mentre l'under 17, capolista, e l'under 15 riposano per la sosta dei rispettivi campionati.

Coppa Italia: per l’Alto Adige/Südtirol match di Serie A contro il Torino

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Daniel OffrediDomani sera partita speciale per Fink & C. nei 16esimi di finale della rassegna tricolore

Bolzano, 5 dicembre 2018. - Redazione*

Una partita speciale? Di più: un evento memorabile. Eh sì, perché la storia dell'FC Alto Adige/Südtirol si arricchirà di un altro momento indimenticabile che rimarrà certamente fra i ricordi più belli, significativi e prestigiosi del club biancorosso. Una partita nella quale capitan Fink e compagni saranno faccia a faccia con una delle società più antiche, gloriose, storiche del calcio italiano. Una società che nel proprio palmares può vantare qualcosa come 7 scudetti e 5 Coppe Italia. Una società che si è fatta conoscere nel mondo per la storia del Grande Torino, formazione pluricampione d'Italia negli anni Quaranta, composta da calciatori che sono stati la colonna portante della Nazionale italiana. Una squadra di invincibili, fra le più forti della storia del calcio italiano, diventata leggenda dopo la tragedia di Superga, nella quale perse la vita tutta la squadra per via di un maledetto incidente aereo.