Mer05232018

Last update02:12:49

Back Sport Sport e Tempolibero Calcio Contro il Mestre assalto finale al 2° posto

Contro il Mestre assalto finale al 2° posto

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Domenica si chiude il campionato e Fink & C. puntano all'accesso diretto ai quarti di finale dei playoff

Bolzano, 4 maggio 2018.Redazione*

Questa domenica, 6 maggio, la serie C (girone B) scende in campo in occasione dell'ultima giornata di campionato. Reduce da due vittorie di fila (tre nelle ultime quattro partite disputate), la squadra di Zanetti - balzata al secondo posto della classifica in coabitazione con Sambenedettese e Reggiana - è di scena allo stadio Druso contro il Mestre (calcio d'inizio alle ore 17.30). Capitan Fink e compagni vanno a caccia dei tre punti per garantirsi anzitutto il terzo posto, che sarebbe certo battendo il Mestre e che permetterebbe di saltare i primi due turni dei playoff e di accedere agli ottavi di finale (andata il 20 maggio, ritorno il 23 maggio).

Ma la speranza (concreta) è evidentemente anche quella di riuscire a sopravanzare in classifica sia la Sambenedettese che la Reggiana nella volata a tre squadre sul rettilineo degli ultimi 90 minuti di campionato. Arrivare secondi, infatti, comporta un ulteriore vantaggio in chiave playoff, vale a dire quello di qualificarsi direttamente ai quarti di finale degli spareggi-promozione in serie B, con gara d'andata il 30 maggio e gara di ritorno il 3 giugno.

Attualmente Sambenedettese, Alto Adige/Südtirol e Reggiana sono appaiate al secondo posto a pari punti (52). Nell'ultima giornata di campionato il Südtirol è l'unica squadra delle tre duellanti a giocare in casa. La Sambenedettese sarà infatti ospite della Triestina, che si gioca al "Nereo Rocco" le residue chance di acciuffare in extremis i playoff, mentre la Reggiana renderà visita al Teramo, che ha bisogno di una vittoria per evitare i playout.

In caso infatti di arrivo a pari punti con la Sambenedettese, l'Alto Adige/Südtirol prevarrebbe sui marchigiani, in virtù degli scontri diretti (vittoria per 1-0 a San Benedetto del Tronto e pareggio – 1-1 – al Druso). Nel confronto con la Reggiana, invece, gli scontri diretti sono favorevoli agli emiliani: pareggio al "Druso" 1-1 e vittoria dei granata al "Mapei Stadium" per 2-1.

Ma c'è anche evidentemente la possibilità di un arrivo ex-aequo a tre squadre. Il computo totale degli scontri diretti fra Südtirol, Sambenedettese e Reggiana è in perfetta parità, con una vittoria e due pareggi a testa (5 punti). In questo caso il regolamento prevede che si guardi come secondo criterio la differenza reti negli scontri diretti. In questa speciale classifica, la Samb precede nell'ordine l'Alto Adige/Südtirol e la Reggiana.

IN CAMPO.
Indisponibile il solo Baldan, infortunato. La lista dei convocati sarà pubblicata sul profilo ufficiale Facebook dell'FC Südtirol nel pomeriggio di domani, sabato 28 aprile.

I NOSTRI AVVERSARI.
Domenica scorsa, malgrado la netta sconfitta casalinga contro il Santarcangelo (0-4), il Mestre avrebbe conquistato matematicamente la qualificazione ai playoff. Ma in settimana, per una violazione ravvisata dalla Covisoc, la squadra lagunare è stata penalizzata di due punti, scivolando dall'ottavo al decimo posto della classifica, da 46 a 44 punti, Due le lunghezze di vantaggio sulla coppia formata da Triestina e Ravenna, che insidiano il decimo posto del Mestre, ultimo utile per partecipare ai playoff.
Sul campo il Mestre è reduce da due sconfitte di fila: prima del match casalingo contro il Santarcangelo i lagunari hanno perso anche a Fano (1-0).
Dopo FeralpiSalò (47), Pordenone (45), Padova (43) e Triestina (41), il Mestre ha il quinto miglior attacco del campionato con 40 gol realizzati in 33 partite disputate.
Il capocannoniere della squadra è Sario Sottovia con 11 gol, seguito da Alberto Spagnoli con 6 e dalla coppia Neto Pereira-Beccaro con 5.

GLI "EX" DELLA PARTITA.
Giocano nel Mestre e sono il 23enne attaccante di Pordenone Alberto Spagnoli, in biancorosso nel biennio 2015-2017 (46 presenze complessive e 5 gol), e il 34enne centrocampista patavino Gianpietro Zecchin, all'Alto Adige/Südtirol in C2, nel biennio 2001-2003 (63 presenze e 12 gol).

I PRECEDENTI.
Le due squadre si sono affrontate sette volte in campionati professionistici. Il bilancio è di tre vittorie del Mestre, due pareggi e due vittorie biancorosse, l'ultima – in ordine di tempo - risalente alla gara d'andata.

LA GARA D'ANDATA.
Allo stadio "Mecchia" di Portogruaro, lo scorso 16 dicembre, l'Alto Adige/Südtirol prevalse sui lagunari per 1-0, con gol-partita ad inizio ripresa di Costantino, top-scorer biancorosso con 14 reti in campionato.

L'ARBITRO.
Il direttore di gara sarà Nicolò Cipriani della sezione di Empoli (Rondino-Lenza)

LA CLASSIFICA.
Padova 60 punti; Sambenedettese, FC Alto Adige/Südtirol, Reggiana 52; FeralpiSalò 49; Bassano 48; Renate 47; Albinoleffe 46; Pordenone 45; Mestre 44; Triestina, Ravenna 42; Fermana 38; Santarcangelo, Gubbio 36; Fano 35; Teramo 34; Vicenza 31
PENALIZZAZIONI
Vicenza -4
Mestre -2
Santarcangelo -1

* comunicato

Contro il Mestre assalto finale al 2° posto