Dom11182018

Last update05:38:15

Back Sport Sport e Tempolibero Calcio Ecco la prima sconfitta casalinga per mano della FeralpiSalò

Ecco la prima sconfitta casalinga per mano della FeralpiSalò

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

I biancorossi, superati dai gardesani per 3 a 2, non perdevano al Druso dal 10 febbraio scorso

Bolzano, 5 novembre 2018. Redazione*

Prima sconfitta casalinga in campionato per la squadra di mister Zanetti, superata per 3 a 2 dalla FeralpiSalò, una delle "big" annunciate del campionato. Dopo 13 risultati utili di fila (8 vittorie e 5 pareggi), cade l'imbattibilità del Druso, che durava addirittura dal 10 febbraio scorso. Sul risultato finale pesano come macigni due sviste arbitrali negli ultimissimi minuti di un primo tempo dominato dai biancorossi, in vantaggio per 1-0 sino al 42'. L'1-1 è nato da un calcio d'angolo che non c'era, l'1-2 è invece arrivato 25 secondi dopo i due minuti di recupero decretati dall'arbitro.

MATCH PREVIEW

Reduce dal pareggio a reti inviolate a Rimini, risultato che ha permesso ai biancorossi di inanellare il quinto risultato utile consecutivo per effetto della vittoria contro la Triestina e dei quattro 0-0 contro Albinoleffe, Fermana, Gubbio e – appunto – Rimini, l'Alto Adige/Südtirol – quarto in classifica a pari punti (14) con Monza, Triestina, Feralpisalò e Imolese – è di scena al "Druso" per affrontare la Feralpisalò, che domenica scorsa ha vinto contro il Gubbio e che è in serie utile da cinque partite come i biancorossi, ma con uno score di 4 vittorie e un pareggio.
L'ultima sconfitta casalinga dell'Alto Adige/Südtirol risale all'ormai lontano 10 febbraio scorso, quando i biancorossi si arresero per 2-1 al Gubbio.
Contro il FeralpiSalò mister Zanetti non può disporre del 'lungodegente' Crocchianti né di De Cenco, bloccato da una contrattura alla schiena. A centrocampo, scontato il turno di squalifica, rientra invece Morosini, con De Rose che vince il ballottaggio con Berardocco per ricoprire il ruolo di playmaker. In attacco, come a Rimini, coppia d'attacco composta da Costantino e Turchetta.

LIVE MATCH

Inizio di gara intraprendente dell'Alto Adige/ Südtirol, con Turchetta che dopo appena dodici secondi si procura sull'out di sinistra un calcio di punizione, battuto da Morosini e respinto dalla difesa ospite al limite dell'area, dove Fink prova la conclusione al volo che termina a lato.
La squadra di Zanetti pressa alto per ostacolare la costruzione della manovra della Feralpi, che fatica ad uscire palla al piede dalla propria metà campo, mentre i biancorossi riescono a distendersi con una certa disinvoltura in avanti, soprattutto sulla corsia di destra.
La Feralpi si vede per la prima volta al 15', quando – su schema di punizione – Ferretti manda al tiro dai 30 metri Vita, il cui destro sbilenco termina abbondantemente a lato.
Ma è un fuoco di paglia perché al 19', dopo azione avvolgente a spostar palla in stile rugbistico va alla conclusione Fink, il cui destro – deviato – diventa un assist involontario per Fabbri, abbattuto in area da Parodi. Calcio di rigore solare, trasformato con freddezza da Costantino, che firma l'1-0 biancorosso, spezzando un digiuno personale dal gol che durava dalla prima giornata di campionato.
Prova a reagire la formazione ospite, ma la squadra di Zanetti è in pieno controllo del gioco e della partita, e non arretra di un centimetro il proprio baricentro, tanto che gli ospiti varcano sporadicamente la linea mediana del campo: accade, nel marcato predominio biancorosso, al 36' quando su cross dalla destra di Parodi la sponda area di Mordini libera nel cuore dell'area Ferretti, il cui sinistro al volo termina però altissimo.
Al 42' svista arbitrale: viene concesso un calcio d'angolo alla Feralpi che non c'era (nessun tocco biancorosso sul cross di Marchi che termina sul fondo). Errore grave perché dalla bandierina il traversone di Vita viene incornato in fondo al sacco da Scarsella per l'1-1 gardesano, con Offredi che perde la propria imbattibilità dopo 493 minuti.
La squadra di Zanetti patisce il colpo, e 20 secondi dopo (?) i due minuti di recupero decretati dal direttore di gara il lungo traversone dalla sinistra di Ferretti, corretto da Mordini, finisce fra i piedi di Paolo Marchi, che insacca l'immeritato 2-1 ospite, parziale con il quale le due squadre vanno al riposo.

Si riparte senza cambi nell'intervallo e col Südtirol che prova a riversarsi in avanti, ma la difesa biancorossa si fa trovare impreparata su uno spiovente ospite in area, con la corta respinta che finisce sul destro di Vita, il cui diagonale forte e preciso incoccia sul palo interno e si insacca in rete per il 3-1 della Feralpi.
La squadra di Zanetti trova però la forza di reagire repentinamente, e due minuti più tardi – su traversone dalla sinistra – l'arbitro ravvisa il tocco di mano di Pesce e comanda il calcio di rigore, anche nell'occasione trasformato da Costantino, che accorcia le distanze sul 2-3, firmando la doppietta personale e la sua terza rete in campionato.
E' un condensato di episodi e uno stillicidio di emozioni: al 9' Marchi rifila una gomitata in pieno volto a Casale e viene espulso per doppia ammonizione, ma anche il difensore biancorosso, col naso sanguinante (probabile frattura), deve lasciare il campo, sostituito da Della Giovanna.
In superiorità numerica, i biancorossi spingono alla ricerca del pareggio, ma al 19' rischiano di subire la quarta rete quando Scarsella imbuca un gran pallone in area biancorossa per Ferretti che tutto solo davanti ad Offredi calcia a lato.
Mister Zanetti ridisegna la squadra con un cambio, togliendo un difensore (Ierardi) e inserendo un centrocampista (Berardocco), col modulo che passa dal "3-5-2" iniziale al "4-2-3-1" (Fink, Morosini e Turchetta agiscono alle spalle di Costantino).
Con l'uomo in più la squadra biancorossa schiaccia gli ospiti nella loro metà campo, e poco dopo la mezz'ora mister Zanetti inserisce anche Mazzocchi: Alto Adige/Südtirol in campo con tre punte effettive (Turchetta, Costantino e – appunto – Mazzocchi) più Morosini a supporto.
Al 42' cross di Tait dalla destra e torsione di testa – in area - di Mazzocchi che deposita però il pallone fra le braccia di De Lucia.
Generoso il forcing finale della squadra di Zanetti, che a un minuto dalla fine va vicinissimo al pareggio su conclusione di Costantino che colpisce il palo interno, poi Fabbri fa tap-in e insacca il pallone ma con un tocco di mano.
Finisce 3-2 per la FeralpiSalò, coln l'AltoAdige/Südtirol che subisce la prima sconfitta in campionato e che interrompe una striscia utile di risultati che durava da cinque partite.

FC ALTO ADIGE/SÜDTIROL – FERALPISALÒ 2-3 (1-2)

FC ALTO ADIGE/SÜDTIROL (3-5-2): Offredi; Ierardi (65. Berardocco), Casale (57. Della Giovanna), Vinetot; Tait, Fink (77. Mazzocchi), De Rose, Morosini, Fabbri; Costantino, Turchetta
In panchina: Gentile, Ravaglia, Antezza, Boccalari, Procopio, Zanon, Oneto, Francescon
Allenatore: Paolo Zanetti

FERALPISALO' (3-4-1-2): De Lucia; Paolo Marchi, Magnino, Legati; Parodi (65. Dametto), Pesce, Scarsella, Mordini; Vita (78. Corsinelli); Mattia Marchi, Ferretti (75. Caracciolo)
In panchina: Livieri, Arrighi, Ambro, Martin, Libera, Moraschi
Allenatore: Domenico Toscano

ARBITRO: Fabio Pasciuta di Ravenna (Miniutti-Polo Grillo)

RETI: 19. Costantino su rigore (1-0), 42. Scarsella (1-1), 45.+3 Paolo Marchi (1-2), 47. Vita (1-3), 51. Costantino su rigore (2-3)

NOTE: pomeriggio parzialmente soleggiato, temperatura mite per la stagione. Al 54. espulso Mattia Marchi (FS) per doppia ammonizione e all'84. mister Domenico Toscano (FS) per proteste. Ammoniti: Legati (FS, 26.), Casale (FCS, 32.), Mattia Marchi (FS, 40.), Pesce (FS, 51.), Mattia Marchi (FS, 54.), Vita (FS, 59.), Berardocco (FCS, 88.), Tait (FCS, 90.), De Lucia (FS, 90.+1), Fabbri (FCS, 90.+5).

* comunicato

Ecco la prima sconfitta casalinga per mano della FeralpiSalò