Sab08242019

Last update09:31:20

Back Sport Sport e Tempolibero Calcio Al Druso contro la Giana arriva la prima sconfitta del 2019

Al Druso contro la Giana arriva la prima sconfitta del 2019

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Bolzano, 12 marzo 2019. - Redazione*

Prima sconfitta nel 2019 per la squadra di mister Zanetti, che dopo nove risultati utili di fila (cinque vittorie e quattro pareggi) cade al Druso contro la Giana Erminio, che si impone col risultato finale di 2 a 1 per effetto delle reti di Rocco e Perna, intervallate dal gol del momentaneo pareggio di Tait. I biancorossi, che recriminano per i due pali colpiti (e in tutto sono 17 in 30 partite!) nella prima mezz'ora della prima frazione da Fabbri e Mazzocchi, rimangono comunque saldamente in zona playoff.

MATCH PREVIEW

Imbattuto nel 2019, quarto in classifica a pari punti con Imolese e Monza, in serie utile da 9 partite per effetto di cinque vittorie e quattro pareggi, reduce dall'eccellente prestazione e dal buon pareggio a Salò (1-1) contro la Feralpi e sempre vittorioso in casa nelle ultime tre partite disputate, l'Alto Adige/Südtirol è di scena allo stadio Druso per affrontare la Giana Erminio, affamata di punti-salvezza e capace domenica scorsa di imporre il pareggio alla vice capolista Triestina.

In casa l'Alto Adige/Südtirol è imbattuto da otto partite e ha sin qui conquistato 24 dei 46 punti che detiene in classifica per effetto di uno score di sei vittorie, altrettanti pareggi e due sole sconfitte, quest'ultime rimediate per mano di FeralpiSalò (2-3) e Vis Pesaro (0-1).
La formazione di mister Zanetti ha la miglior difesa del campionato (21 reti subite in 29 partite).
La Giana Erminio è a due soli punti dalla zona salvezza e ha perso una sola partita delle ultime otto disputate.
Contro la Giana Erminio mister Zanetti deve fare a meno del solo 'lungodegente' Crocchianti e conferma in toto la formazione iniziale che – disputando una eccellente prestazione - ha pareggiato domenica scorsa a Salò.

LIVE MATCH

Inizio di gara di marca biancorossa, con la squadra di Zanetti subito vicino al gol, segnatamente al 2', quando su angolo come sempre ben calibrato di Morosini si eleva bene di testa in area Vinetot che incorna di poco a lato.
E' l'Alto Adige/Südtirol ad imporre gioco e ritmi sin dall'avvio, con la Giana Erminio raccolta prudentemente nella propria metà campo, e così all'8' il lancio profondo col contagiri di De Rose raggiunge sull'out di sinistra Fabbri, che da fondo campo, o quasi, calibra un cross di prima intenzione sul quale Mazzocchi, nel cuore dell'area di rigore, viene anticipato in extremis da Bonalumi.
Insiste la squadra di Zanetti, che sfrutta bene il binario di sinistra da dove Vinetot innesca la corsa di Fabbri, che rientra sul destro e poi va al traversone, trovando la respinta della difesa ospite, con Morosini che recupera il pallone al limite dell'area andando al controcross sul secondo palo per Fabbri, il quale anziché incornare verso la porta tenta un improbabile assist, permettendo alla difesa della Giana di liberare la minaccia dopo un nuovo tentativo in mischia di Tait.
La Giana Erminio si vede per la prima volta in avanti al 18', quando una punizione-cross di Pinto viene uncinata in area da Perna, la cui girata si stampa sulla traversa, ma l'azione sarebbe stata comunque vanificata dalla segnalazione di offside dello stesso Perna.
Al 22' biancorossi vicinissimi al vantaggio: De Rose scodella un pallone in area che Mazzocchi recupera dopo il tocco di testa di Bonalumi, servendolo a ritroso per Fabbri che si incunea in area e calcia, colpendo il palo, poi il pallone schizza fuori area dove De Rose va immediatamente alla conclusione, costringendo Leoni alla respinta laterale, sulla quale si avventa Mazzocchi che a sua volta calcia contro il palo, poi Romero fa tap-in ma in posizione di fuorigioco. Per il Südtirol si aggiorna il conto dei 'legni' colpiti in campionato, che salgono a 17. Incredibile.
Un minuto più tardi tiro a spiovere dalla distanza dell'ottimo De Rose, col pallone che sorvola di un soffio la traversa.
Dominio biancorosso, ma la beffa è dietro l'angolo, segnatamente al 39' quando un'imbucata di Iovine per Rocco non viene respinta da Casale, che 'buca' l'intervento, col pallone che perviene allo stesso Rocco che da dentro l'area vede Nardi fuori dai pali e lo scavalca con un dosato pallonetto per l'immeritato 1-0 ospite, parziale con il quale le due squadre vanno al riposo.

Si riparte, dopo l'intervallo, senza cambi in entrambe le squadre, con l'Alto Adige/Südtirol che si riversa sin dalle prime battute nella metà campo ospite, fallendo una clamorosa palla-gol al 2', quando - su pallone servito in area da Mazzocchi – Romero viene strattonato a terra da Montesano, poi Fabbri da pochi metri calcia sul fondo a porta spalancata. Ma l'arbitro – non essendosi concretizzato il vantaggio – ad azione conclusa avrebbe dovuto fischiare la massima punizione per il precedente fallo su Romero.
Un minuto più tardi, dopo azione insistita di Fink, il pallone perviene in area a Mazzocchi, che da buona posizione calcia però altissimo.
Al 10' mister Zanetti si affida all'estro e all'imprevedibilità di Turchetta, che subentra a Fink con passaggio al '3-4-3', e un minuto e mezzo più tardi il fantasista romagnolo pennella di sinistro sul secondo palo un 'cioccolatino' per Tait che di testa incrocia nell'angolino più lontano il pallone dell'1-1 e della sua terza rete in campionato.
Poco più tardi Romero manca di poco il bersaglio grosso, ma al 17' la punizione laterale di Iovine è una saetta che si sta per infilare in porta, Nardi però è bravissimo a respingere il pallone sulla linea.
Ma al 20' su traversone dalla sinistra e sponda aerea di Mutton va alla conclusione da sotto misura Barba, con Nardi che, in qualche maniera, respinge corto e con Perna che in più che sospetta posizione di fuorigioco ribadisce in gol il nuovo vantaggio ospite (1-2).
Sessanta secondi più tardi Romero viene raggiunto da un lancio in verticale e – un passo dentro l'area di rigore – opta per la soluzione più difficile, ovvero il pallonetto, anziché calciare o servire sul secondo palo Turchetta.
Mister Zanetti non ci sta a perdere una gara dominata per lunghi tratti del primo tempo, con due pali colpiti, e al 25' ridisegna nuovamente la squadra, togliendo Pasqualoni e inserendo Lunetta, coi biancorossi che si rimodellano su un '4-2-4' super offensivo, che tale rimane anche dopo l'ingresso di De Cenco (quarta punta in campo!) e Berardocco per Fabbri e Morosini.
Le prova tutte la formazione biancorossa, ma il risultato non cambia più.
Finisce 2-1 per la Giana Erminio, che infligge al Südtirol la prima sconfitta nel 2019 dopo 9 risultati utili consecutivi.

FC ALTO ADIGE/SÜDTIROL – GIANA ERMINIO 1-2 (0-1)

FC ALTO ADIGE/SÜDTIROL (3-5-2): Nardi; Pasqualoni (70. Lunetta), Casale, Vinetot; Tait, Morosini (79. Berardocco), De Rose, Fink (55. Turchetta), Fabbri (79. De Cenco); Romero, Mazzocchi
In panchina: Gentile, Ravaglia, Antezza, Della Giovanna, Ierardi, Mattioli, Oneto, Romanò
Allenatore: Paolo Zanetti

GIANA ERMINIO (3-4-1-2): Leoni; Bonalumi, Montesano, Perico; Iovine, Piccoli (81. Dalla Bona), Pinto, Solerio (88. Origlio); Perna; Rocco (55. Barba), Mutton (81. Giudici)
In panchina: Taliento, Palesi, Seck, Gianola, Lanini, Mandelli, Capano, Sosio
Allenatore: Riccardo Maspero

ARBITRO: Federico Longo di Paola (D'Elia-Bahri)

RETI: 39. Rocco (0-1), 57. Tait (1-1), 65. Perna (1-2)

NOTE: pomeriggio soleggiato, temperatura primaverile. Ammoniti: 61. Tait (FCS), 72. Bonalumi (GE), 83. Barba (GE)

* comunicato

Al Druso contro la Giana arriva la prima sconfitta del 2019
Banner