Gio01232020

Last update03:35:38

Back Sport Sport e Tempolibero Pallavolo e Pallacanestro

Pallavolo e Pallacanestro

Big Match in vista per l'Itas Diatec Trentino

  • PDF

Fra mercoledì e domenica, i gialloblù affronteranno due match particolarmente delicati e con tutta probabilità decisivi per la leadership nelle classifiche finali della Pool C di 2013 CEV Volleyball Champions League e del girone d’andata della Serie A1, che assegna la testa di serie numero uno del tabellone di Coppa Italia 2013. Il 14 ottobre alle ore 20.30 nell’impianto di via Fersina si giocherà lo scontro al vertice europeo con i polacchi dello Zaksa Kedzierzyn-Kozle, che condividono proprio con la Trentino Diatec la prima posizione del girone; quattro giorni dopo (18 novembre – ore 17.30) sarà già invece di nuovo il momento di una sfida con Macerata, incontro che metterà di fronte le prime due forze del campionato e le protagoniste delle ultime tre finali di competizioni italiane (Coppa Italia, Scudetto e Supercoppa Italiana).

Ancorata al secondo posto L'Itas Diatec Trentino

  • PDF

altTrento, 11 novembre 2012

Serie A1, Vibo Valentia e Piacenza cadono in trasferta: l'Itas Diatec Trentino resta al secondo posto in classifica.

Itas Diatec Trentino e Cucine Lube Banca Marche Macerata si affronteranno fra sette giorni al PalaTrento ancora una volta con addosso i gradi delle prime due forze del campionato di Serie A1. I risultati maturati questa sera, nelle gare che hanno completato il sesto turno di regular season aperto proprio ieri dai Campioni del Mondo a Latina, hanno infatti confermato il primato in classifica dei marchigiani (vittoriosi per 3-0 su Perugia) ma soprattutto il secondo posto dei gialloblù, che dopo il successo di ieri nel Lazio poteva apparire solo provvisorio.


A rendere ufficiale il ruolo di anti-Macerata dei Campioni del Mondo, da condividere a quota 12 punti con Cuneo (che però ha giocato una partita in più), è stato il doppio e contemporaneo ko delle due squadre che sino a venerdì anticipavano immediatamente in graduatoria Kaziyski e compagni. Pur schierando per la prima volta il cubano Simon al centro della rete, Piacenza è infatti caduta in tre set proprio in Piemonte, mentre, a sorpresa, Vibo Valentia ha ceduto per 3-0 a Castellana Grotte. Per i pugliesi si tratta della prima vittoria in campionato, in una giornata che ha offerto la stessa soddisfazione anche a San Giustino, a segno al PalaKemon contro la Marmi Lanza Verona, e a Ravenna, capace di violare il PalaPanini di Modena per 3-1.

 

Trentino Volley S.p.A.

Ufficio Stampa

3-0 Campioni del Mondo sempre a segno negli ultimi 25 set

  • PDF

Trento, 11 novembre 2012  Venticinque set vinti consecutivamente, senza quindi concederne nemmeno uno agli avversari via via affrontati durante queste ultime tre settimane. La corsa dei Campioni del Mondo fra Serie A1 e Champions League continua quanto mai spedita e a ritmi da record; oltre a raggiungere il momentaneo secondo posto in classifica, il doppio successo conquistato nel centro Italia fra mercoledì (a Perugia) e sabato (a Latina) ha infatti permesso ai gialloblù di eguagliare la significativa striscia realizzata durante la scorsa stagione, quando la squadra di Stoytchev si impose per otto volte di fila per 3-0. In sostanza, la Trentino Volley non perde un set dal 16 ottobre, quando a Doha concesse il quarto periodo della terza sfida della Pool A della prima fase del Mondiale per Club, poi vinta per 3-2.

L'Itas Diatec Trentino a Latina

  • PDF

Latina, 9 novembre 2012

Si gioca domani, sabato 10 novembre, l’anticipo televisivo del sesto turno di regular season di Serie A1 2012/13. L’Itas Diatec Trentino sarà protagonista del big match di giornata, facendo visita al PalaBianchini di Latina, campo dell’Andreoli terza della classe che la precede in graduatoria di un punto.

Il match prenderà il via alle 17.30 e verrà trasmesso in diretta su Rai Sport Uno e Radio Dolomiti .

QUI ITAS DIATEC TRENTINO: Dopo aver soggiornato da martedì a stamattina in Umbria, la trasferta nel centro Italia del Campioni del Mondo prosegue in direzione del Lazio dove ad attenderli troveranno un avversario storicamente ostico fra le propria mura: è il remake della semifinale dei playoff scudetto 2012. I gialloblù vi arriveranno con le positive indicazioni raccolte al PalaEvangelisti; una vittoria (e i conseguenti tre punti) che ha consentito di allungare ulteriormente la striscia di affermazioni consecutive (10 in assoluto, 7 senza perdere set) e di migliorare notevolmente la propria situazione di classifica.
Proprio da questo punto di vista il confronto in casa di Latina assume un significato particolarmente importante. “
Uscire con il successo dal PalaBianchini non è mai stato semplice per noi negli ultimi anni – ammette Radostin Stoytchev -, come dimostra la sconfitta subita proprio su questo campo ai primi di gennaio. A maggior ragione non lo sarà in questa circostanza, tenendo presente che l’Andreoli ha ulteriormente migliorato il proprio sistema di gioco rispetto al passato. Ci troveremo di fronte ad una squadra ancora più organizzata di quella che ci impose lo stop per 1-3 nella scorsa regular season. Magari posso sembrare ripetitivo, ma partite come queste si vincono anche attraverso un approccio determinato e concentrato. Dovremo essere bravi tecnicamente e mentalmente se vorremo portare a casa il successo”.


Dopo cinque partite l’allenatore bulgaro potrà contare anche sull’apporto di Mitar Djuric; il centrale greco, che ha sostenuto regolarmente gli allenamenti e l’intera trasferta gialloblù di questa settimana, tornerà quindi nell’elenco dei tredici giocatori a referto dopo cinque partite di assenza. In avvio di gara però Stoytchev potrebbe scegliere di schierare gli stessi sette effettivi visti in campo al PalaEvangelisti, Burgsthaler compreso.
In questa occasione la Trentino Volley giocherà la 481^ partita ufficiale della propria storia, in cui andrà alla ricerca della 160^ vittoria esterna. Sempre per le statistiche, da rilevare come due giocatori gialloblù siano vicinissimi a tagliare traguardi particolarmente significativi in maglia gialloblù: il centrale Emanuele Birarelli (fra i migliori mercoledì a Perugia) è a soli sei punti dai 1.600 realizzati per Trento, mentre l’opposto Jan Stokr è a due dai 1.500.


GLI AVVERSARI: Dopo lo splendido exploit della scorsa stagione, quando centrò l’accesso alla Semifinale Scudetto guadagnando quindi anche il pass per partecipare alla Coppa CEV, l’Andreoli Latina cerca una importante conferma ad alti livelli in questo nuovo campionato. L’inizio di regular season 2012/13 ha già detto che il bis è possibile: quattro vittorie in cinque partite con dieci punti e l’inviolabilità casalinga (dove sin qui in due gare non ha lasciato per strada nemmeno un set) sono segnali importanti da questo punto di vista così come occupare regolarmente le prime posizioni nelle classifiche di Lega per quanto riguarda i fondamentali di muro e battuta.
Rispetto al recente passato, la squadra affidata al confermatissimo Silvano Prandi (unico ex di turno, per aver allenato a Trento fra il 2003 ed il 2005) è stata ulteriormente rafforzata, seguendo le indicazioni del proprio allenatore. In estate sono infatti arrivati tre importanti alternative in posto 4 (l’olandese Rauwerdink, lo spagnolo Noda Blanco ed Alberto Cisolla) che assieme al greco Fragkos, rivelazione dello scorso anno, completano la batteria di schiacciatori; al centro, accanto a Gitto, ora ci sono anche l’ex Marmi Lanza Patriarca ed il belga Verhees (già avversario di Trento in Champions a febbraio con la maglia del Maaseik), mentre nel ruolo di libero al posto di De Pandis (passato a Cuneo) spazio a Rossini, rivelazione nel ruolo con Monza nell’ultima stagione. Senza alcuna variazione, invece, la diagonale palleggiatore-opposto, dove Sottile ed il polacco Jarosz (ma anche i loro sostituiti Guemart e Troy) sono rimasti al loro posto dopo una stagione molto positiva.
Proprio nello scorso weekend Latina ha perso la sua imbattibilità cedendo per 3-1 al Fontescodella di Macerata; un ko che ha fatto scivolare al terzo posto i pontini, offrendo loro ancora maggiori stimoli per un pronto riscatto.


I PRECEDENTI: Al PalaBianchini domani pomeriggio si giocherà il ventitreesimo confronto ufficiale fra Latina e Trentino Volley, il quinto nell’anno solare 2012 considerato che le due formazioni si sono sfidate negli ultimi undici mesi in due partite di regular season ed in altrettante di Semifinale Playoff Scudetto. Il bilancio è nettamente favorevole ai Campioni del Mondo per 15-7, ma la trasferta in terra laziale è da ritenersi storicamente ostica, tenuto conto che con Trento i laziali si sono imposti in cinque circostanze su undici incontri totali giocati di fronte al proprio pubblico. L’ultimo precedente al PalaBianchini è fra l’altro favorevole all’Andreoli, che il 5 gennaio scorso si impose per 3-1 (25-23, 25-22, 20-25, 26-24) chiudendo così una striscia di sette successi consecutivi nel confronto diretto da parte della formazione di Stoytchev. Dopo quella vittoria l’Itas Diatec Trentino ha aperto un nuovo filotto vincendo al PalaTrento in due circostanze per 3-0 (il primo aprile in regular season e il 12 in gara 1 di Semifinale) ed espugnando in tre set (28-26, 25-13, 25-23) il Palasport di Frosinone (sede scelta per gara 2) nell’ultima partita disputata fra le due squadre.


I PROBABILI SESTETTI: Per la sesta volta consecutiva Radostin Stoytchev confermerà lo schieramento che prevede Raphael al palleggio, Stokr opposto, Kaziyski e Juantorena in banda, Burgsthaler e Birarelli in posto 3, Bari libero.
Silvano Prandi dovrebbe verosimilmente rispondere con Sottile in regia, Jarosz opposto, Rauwerdink e Fragkos in banda, Verhees e Gitto al centro, Rossini libero.


GLI ARBITRI: A dirigere l’incontro sono stati chiamati Matteo Cipolla (primo arbitro di Palermo, in Serie A dal 1997) e Simone Santi, secondo di Città di Castello (Perugia), nella massima categoria dal 1994 ed FIVB dal 2011. I due fischietti sono alla loro prima direzione congiunta in Serie A1 2012/2013, la quarta per il Cipolla, la terza per Santi; in questo campionato sarà la loro prima direzione rispetto all’Itas Diatec Trentino. La più recente per Cipolla è proprio riferita ad una sfida con Latina, vinta dai gialloblù per 3-0 il 12 aprile scorso in gara 1 di Semifinale Scudetto 2012.


TV, RADIO ED INTERNET: Come anticipato, la gara verrà trasmessa in diretta tv su Rai Sport Uno, canale presente sia sulla piattaforma digitale terrestre al numero 57 sia su quella di Sky al numero 227. Il commento sarà affidato a Alessandro Antinelli e Claudio Galli; la partita verrà diffusa anche su internet in streaming video ed audio all’indirizzo www.raisport.rai.it/dl/raisport/multimedia/diretta.html e godrà di una visibilità mondiale grazie alle dirette programmate da diversi network europei (Sportklub, Canal+ Deportes, Sports Tv e beIN Sport, Ote, Telnet e Ma Chaine Sport), Bandsport e Al Jazeera.
La gara sarà raccontata in cronaca diretta ed integrale da Radio Dolomiti, radio partner della Trentino Volley. I collegamenti col PalaBianchini inizieranno a partire dalle ore 17.25; le frequenze per ascoltare il network regionale sono consultabili sull’home page
www.trentinovolley.it, mentre sul sito www.radiodolomiti.com sarà inoltre possibile ascoltare la radiocronaca live in streaming.
In tv la differita integrale andrà in onda in prima serata già lunedì 12 novembre ad ore 22.15 su RTTR, tv partner della Società di via Trener, subito dopo il magazine “RTTR Volley” ed in replica a mezzanotte dello stesso giorno.
Su internet, infine, gli aggiornamenti punto a punto saranno curati dal sito della Lega Pallavolo serie A (
www.legavolley.it) e dallo stesso www.trentinovolley.it.

 

Trentino Volley S.p.A.
Ufficio Stampa

Serie A1, L'itas Diatec Trentino passa anche a Perugia

  • PDF

alt 

Tre punti per continuare la scalata verso le posizioni più nobili della classifica di Serie A1: l’Itas Diatec Trentino li ha ottenuti questa sera nel recupero del secondo turno grazie al successo per 3-0 sul campo della Sir Safety Perugia.
La marcia dei Campioni del Mondo in campionato prosegue quindi spedita e senza intoppi; i gialloblù oggi sono passati al PalaEvangelisti sfoderando una prestazione al solito priva di grosse sbavature, ma al tempo stesso pratica e spietata. La settima vittoria consecutiva per 3-0 fra Mondiale per Club, Champions League e regular season consente alla squadra di Stoytchev di fare un ulteriore balzo in avanti, raggiungendo Cuneo al quinto posto e mettendo nel mirino Latina (prossimo avversario) e Piacenza, che la precedono di un punto.
Non è bastato un ambiente carico ed entusiasta per le tre vittorie consecutive, come quello umbro per fermare questa Itas Diatec Trentino; prese le misure all’impianto e agli avversari durante il primo parziale, Kaziyski e compagni sono stati bravi a non farsi prendere troppo la mano nei pochi momenti equilibrati della gara (finale di secondo set e parte centrale del terzo) conseguendo una vittoria legittima e frutto soprattutto dell’ottima serata a muro (13 complessivi, sei del solo Birarelli) e dell’attacco (52% di squadra). Alla fine infatti solo il capitano ha chiuso con percentuali inferiori al 50%; tutti gli altri sono invece stati efficaci, con i picchi di Juantorena (60%, al solito infermabile) e della coppia Stokr-Birarelli (58%).

La cronaca del match. In avvio di match Stoytchev decide di non applicare alcun turnover nonostante i tanti impegni ravvicinati e sceglie quindi di affidarsi ai sette titolari visti in campo negli impegni ufficiali più recenti. Scelta simile a quella di Kovac, tecnico umbro, che risponde confermando l’assetto che gli offre più garanzie, con Daldello ancora una volta preferito a Van Haskamp in regia. I gialloblù partono forte con servizio ed attacco: Stokr firma il primo vantaggio da seconda linea (5-4), Kaziyski in battuta lo rende più ampio (8-5); nella parte centrale Perugia perde ulteriormente contatto iniziando a diventare più fallosa. Un errore da seconda linea di Tamburo dà il +4 (11-7), un altro break di Kaziyski e un muro di Birarelli su Alletti fanno invece +6 (16-10). Per conquistare il primo parziale ai Campioni del Mondo basta quindi amministrare il vantaggio (18-12, 22-18) e chiudere sul 25-21 con Sintini in campo al posto di Raphael e subito autore di un paio di alzate strappa applausi.
Speculare l’inizio del secondo set, con Trento che crea subito il divario con Stokr e Juantorena (7-5); Perugia però non vuole replicare il copione precedente e reagisce conquistando la parità già sul 10-10. Stokr e Burgsthaler costruiscono nuovamente il +2 (14-12) ma un passaggio a vuoto di Kaziyski sul servizio del neoentrato Van Harskamp ribalta la situazione (14-16). La squadra di Stoytchev si riprende però subito e con lo stesso Stokr si rimette in carreggiata (18-18), prima di compiere il sorpasso sul 22-21 (invasione di Schwarz). A risolvere lo sprint ci pensa ancora l’opposto ceco, ex di turno, che firma il muro su Petric che vale il 25-23.
Equilibrato anche l’avvio di terzo parziale; l’Itas Diatec Trentino rimane avanti sempre di un paio di punti (6-4, 8-7, 13-11) ma non riesce a prendere il largo nonostante i tanti regali umbri. Sul 14-14 il break gialloblù: Juantorena va a segno due volte consecutivamente e Raphael mura Petric per il 18-14; Kovac chiede time out e trova dal servizio di Petric sul neoentrato Lanza (due ace consecutivi) la reazione desiderata (18-17). E’ solo l’ultimo spunto d’orgoglio perché poi ci pensano Juantorena in attacco e Birarelli a muro a mettere definitivamente la parola fine: 25-20 e 3-0.
“Successo e prestazione importante – ha dichiarato nel post partita Radostin Stoytchev – , perché arrivata a pochi giorni dal successo con Cuneo e riuscendo ancora una volta a non lasciare nulla per strada. Sono contento perché, come successo nel recente passato, siamo riusciti a risolvere la situazione attingendo a risorse ogni volta differenti; in questo caso è stata la battuta a creare il divario, il fondamentale che forse aveva funzionato meno domenica scorsa. Abbiamo avuto un approccio alla gara molto convincente, tant’è vero che le cose migliori le abbiamo fatte nel primo set e mezzo, poi abbiamo sofferto un po’ di più ma siamo riusciti a conquistare comunque la vittoria in tre set, sfruttando al massimo anche la grande vena di Juantorena in attacco”.
L’Itas Diatec Trentino non rientrerà a Trento ma proseguirà il proprio viaggio venerdì mattina in direzione di Latina, dove sabato pomeriggio (ore 17.30) disputerà il match valido per il sesto turno di regular season che godrà della diretta tv su Rai Sport Uno oltre che di quella consueta su Radio Dolomiti. 

Di seguito il tabellino del recupero della gara valevole per la seconda giornata di Serie A1 giocata questa sera al PalaEvangelisti di Perugia.

Sir Safety Perugia-Itas Diatec Trentino 0-3
(21-25, 23-25, 20-25)
SIR SAFETY: Daldello, Vujevic 8, Alletti 6, Tamburo 3, Petric 14, Semenzato 5, Giovi (L); Edgar 5, Van Harskamp 1, Schwarz 1, Pochini. N.e. Van Rekom, Tomassetti. All. Slobodan Kovac.
ITAS DIATEC TRENTINO: Raphael 2, Juantorena 18, Birarelli 13, Stokr 13, Kaziyski 10, Burgsthaler 2, Bari (L); Colaci (L), Sintini, Lanza. N.e. Chrtiansky, Uchikov e Valsecchi. All. Radostin Stoytchev.
ARBITRI: Bartolini di Signa (Firenze) e Castagna di Bari.
DURATA SET: 26’, 29’, 28’; tot 1h e 23’.
NOTE: 2.500 spettatori; incasso non comunicato. Sir Safety: 5 muri, 6 ace, 10 errori in battuta, 6 errori azione, 33% in attacco, 59% (21%) in ricezione. Itas Diatec Trentino: 13 muri, 2 ace, 11 errori in battuta, 8 errori azione, 52% in attacco, 55% (29%) in ricezione.

 

Trentino Volley S.p.A.

Ufficio Stampa

 

Visita il nostro sito http://www.trentinovolley.it/" style="text-decoration:underline;color:purple;outline:0px">www.trentinovolley.it

Burgsthaler a Radio Dolomiti..

  • PDF

 

"E’ un bellissimo momento per me e per la squadra – ha spiegato stamattina Matteo Burgsthaler al microfono di Radio Dolomiti per la quarta puntata settimanale di “Fuoricampo – il volley parlato” – . Stiamo mettendo assieme tanti risultati importanti e io scendo spesso in campo. Non posso chiedere di meglio, giocare assieme a tanti campioni è fantastico e stimolante, ma tengo sempre i piedi ben piantati per terra. Come ho spesso detto in questo periodo, cerco solo di fare il mio e di rendermi utile quando vengo chiamato in causa. Mi piace lavorare sodo in palestra e avere tante partite da disputare nel giro di pochi è molto motivante sia dal punto di vista mentale sia da quello umorale. Il ricordo del successo ottenuto solo due o tre giorni prima ci aiuta molto in questo senso; ieri, ad esempio, la differenza fra noi e Cuneo è stata molto marcata anche grazie allo spirito che regna sempre in squadra e alla voglia di giocare bene, come gruppo ancora prima che come singoli”.

Siamo pronti per iniziare una nuova importante ed impegnativa settimana di gare – ha aggiunto il centrale trentino a microfoni spenti - . Adesso tutti i nostri pensieri sono rivolti al confronto di mercoledì sera a Perugia, dove ovviamente vogliamo confermarci e guadagnare altri tre punti per la nostra classifica. Per una squadra come la nostra non è mai piacevole trovarsi a metà della graduatoria; per risalire ulteriormente abbiamo quindi bisogno di una vittoria, che arriverà solo se sapremo dimostrare sul campo la differenza tecnica e fisica che sulla carta oggettivamente esiste fra le due squadre”.

 

Trentino Volley S.p.A.

Ufficio Stampa 

Visita il nostro sito http://www.trentinovolley.italt

Itas: domani al PalaTrento la classicissima..

  • PDF

altSi gioca fra oggi e domani la quinta giornata di regular season 2012/13 di Serie A1, Dopo i due turni affrontati in trasferta fra campionato e Champions League, l'Itas Diatec Trentino si ripresenterà al PalaTrento per sfidare la Bre Banca Lannutti di Cuneo nella gara che ha caratterizzato il maggior numero di finali italiane (Scudetto, Coppa Italiana e Supercoppa) dell'ultimo periodo.

Fischi d'inizio programmato per le ore 18 di domenica 4, con diretta tv su Rai Sport Uno, canale presente sia sulla piattaforma digitale terrestre sia su quella satellitare di Sky al numero 227, con commento affidato a Maurizio Colantoni e Andrea Lucchetta; la partita verrà diffusa anche su internet in streaming video ed audio all'indirizzo www.raisport.rai.it/dl/raisport/multimedia/diretta.html e godrà di una visibilità mondiale grazie alle dirette programmate da diversi network europei (Sportklub, Canal+Deportes, Sports Tv e belN Sport, Ote, Telnet e Ma Chaine Sport), Bandsport e Al Jazeera. 

La gara sarà raccontata in crocaca diretta ed integrale da Radio Dolomiti, radio partner della Trentino Volley, a partire dalle ore 17.55. I collegamenti col PalaTrento saranno effettuati all'interno di "Campioni di Sport, il contenitore sportivo domenicale dell'emittente di via Missioni Africane. Le frequenze per ascoltare il network regionale sono consultabili sull'home page www.trentinovolley.it mentre sul sito www.radiodolomiti.com sarà inoltre possibile ascoltare la radiocronaca live in streaming.

 

 


Giovanili, sei gialloblu convocati in nazionale

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Sono ben sei gli atleti in forza al Settore Giovanile della Trentino Volley che hanno ricevuto nei giorni scorsi la convocazione federale per un collegiale con la Nazionale Pre-Juniores. Fra domenica 4 e mercoledì 7 novembre il palleggiatore Simone Giannelli, gli schiacciatori Oreste Cavuto e Tiziano Mazzone, i centrali Lorenzo Codarin e Alberto Polo ed il libero Davide Dainese (tutti nel roster dell’Under 20 che disputa anche il girone C di Serie B2) saranno ospiti del Centro Tecnico Fipav di Vigna di Valle (provincia di Roma) per mettersi a disposizione dello staff tecnico dell’Italia guidato dall’allenatore Andrea Tomasini.

Gialloblu rientrati in Italia

  • PDF

altTrento, 2 novembre 2012

 

Rientro a Trento nel tardo pomeriggio di oggi per la Trentino Volley Campione del Mondo.

Portato a termine brillantemente il secondo impegno della Pool C di 2013 CEV Volleyball Champions League con il quinto 3-0 consecutivo (due nel Mondiale per Club, due in coppa e uno in Campionato), la squadra gialloblu è tornata in città al termine della tre giorni francese.

Il fittissimo calendario di questa prima parte di stagione non concederà però ancora una volta soste; già domani, sabato 3 novembre, a partire dalle ore 16 al PalaTrento è infatti programmato il primo ed unico allenamento di preparazione al big match casalingo di domenica sera contro la Bre Banca Lannutti Cuneo.

 

Torniamo da Tours con tanti spunti interessanti per il prosieguo del nostro cammino, sia in ambito europeo sia per quel che concerne il campionato italiano – spiega il capitano Matey Kaziyski -. Credo che giovedì sera sia stato importante e bello vincere in quella maniera, così perentoria, pur senza aver toccato picchi di rendimento elevatissimi. Quando giochiamo così concentrati e senza concedere nulla, magari possiamo non esprimere una pallavolo eccelsa, ma diventa ccomunque difficile batterci perché mettiamo davanti a tutto la determinazione e la voglia di vincere ancora prima che l'efficacia nei singoli fondamentali. Il 3-0 è l'ennesima vittoria di gruppo ottenuta da questa squadra; tre punti importanti per la classifica e per il morale”.

 

Con Cuneo dovremo però innalzare il ritmo ed il livello di gioco – continua il numero 1 gialloblu, ieri alla 156° partita da capitano -. Ci attende un appuntamento importante del nostro girone d'andata, una partita molto differente rispetto alle ultime tre, da giocare con i nervi, la testa ma anche con maggiore senso tattico e senza commettere troppi errori. La Bre Banca Lannutti arriverà qui con addosso grande voglia di vendicare la sconfitta patita domenica scorsa a Latina; starà a noi non darle la possibilità di salire in cattedra, e non concedere troppo spazio di azione. Il ritorno a Trento da ex di Sokolov?

Sarà sicuramente una gara particolare per Tsetso, ma sono contento di poterlo rivedere e parlargli prima e dopo la gara. Tirerà a tutto braccio ogni pallone, ma questo non è una novità, lo conosciamo bene: è un giocatore esplosivo e quindi piacevole da affrontare. Dove si deciderà la partita? Guardando i nostri numeri e quelli di Cuneo si potrebbe dire a rete, considerato che noi siamo in un momento molto positivo in attacco e loro sono particolarmente forti a muro, ma la verità è che in partite come queste è difficile dire cosa farà, a priori, la differenza. Io, in ogni caso, mi auguro che sia il fattore campo a determinare il risultato finale.

Abbiamo bisogno di un'altra vittoria per risalire la classifica”.

 

Trentino Volley S.p.A.

Ufficio Stampa

Trento, che rimonta! Sua la Coppa Italia

  • PDF

ITAS Trentino festeggia la Coppa ItaliaRoma, 20 febbraio 2012. - La Itas Diatec Trentino vince con una strepitosa rimonta la Del Monte Coppa Italia di volley superando al tie break Macerata. I campioni d'Italia, dopo essere stati sull'orlo del baratro (sotto due set a zero e 14-18 nel terzo set), si risvegliano e si aggiudicano per 3-2 l'incontro vincendo al tie break per 18-16.

Biancorossi in campo con lo stesso sestetto della semifinale (Travica-Omrcen, Podrascanin-Stankovic, Parodi-Savani, Exiga libero), formazione tipo anche per Trento che presenta Raphael e Stokr in diagonale, Djuric e Burgsthaler al centro, Kaziyski e Juantorena di mano, con Bari e Colaci che nel ruolo di liberosi alternano rispettivamente per la ricezione e la difesa.

Trento risponde a Macerata

  • PDF

trento-sportTrento, 15 gennaio 2012. - Nella 15°giornata di serie A l'Itas travolge Piacenza 3-0 e ricompone la coppia di vertice. La Bre Banca soffre con Vibo, ma alla fine consolida il terzo posto. Modena facile sul fanalino di coda Ravenna. Colpo Verona a Belluno. Nella 15ª giornata di serie A l'Itas Trentino non molla l'osso e non dà scampo a Piacenza ricomponend in 24 ore la coppia di testa con Macerata. La Callipo Vibo ci ha provato, ma dopo aver vinto il primo set cede a Cuneo, con i piemontesi che consolidano il terzo posto su Modena, facile con il fanalino di coda Ravenna. Il colpo di giornata è di Verona, che passa a Belluno in quattro set.

Bitumcalor show, schiantata Pavia

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Ci ha messo poco più di due quarti per capire come superare l'incredibile morsa difensiva della tignosissima Pavia. Ma quando la Bitumcalor Trento l'ha fatto, non ce ne è stato più per nessuno e la squadra di coach Baldiraghi non ha potuto fare altro che arrendersi allo strapotere bianconero dell'Aquila settebellezze, che sale in alto. Cinici e spietati i bianconeri di Buscaglia sono riusciti a superare le incertezze della prima frazione e ad annullare il pazzesco gioco tutto difesa e alto ritmo degli avversari.

Chi è online

 143 visitatori online