Sab06232018

Last update12:26:21

Back Valli

Cronaca delle Valli

Il M5S ancora in Val di Non: domani incontra la popolazione a Cavareno

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Incontro con la popolazione domani giovedì 14 giugno a CavarenoCles, 13 giugno 2018. - Redazione

Domani 14 giugno incontro del M5S con la popolazione di Cavareno in Alta Val di Non: ore 20:00, Pizzeria Trifora, via al Parco, 13.

Il M5S in Val di Non: domani incontro con i cittadini a Tuenno

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Incontro con la  popolazione di Tuenno domani 13 giugnoCles, 12 giugno 2018. - Redazione

Domani 13 giugno incontro del M5S con la popolazione di Tuenno, in Val di Non.

Torna alla ribalta il Caseificio di Coredo, mentre non sono ancora concluse le indagini a suo carico

  • PDF
Valutazione attuale: / 8
ScarsoOttimo 

Caseificio sociale CoredoIl Comune di Predaia affida al Caseificio la fornitura di «generi alimentari-prodotti caseari» alla scuola materna di Vervò destando dubbi e preoccupazioni in alcuni genitori

Cles, 8 giugno 2018. - Redazione

Ci siamo occupati, nei mesi scorsi, di un grave episodio avvenuto all'inizio della scorsa estate (2017), quando un bambino della Valle di Non, ricoverato in ospedale, presentava i sintomi di una infezione intestinale causata da Escherichia coli, lo stesso batterio rintracciato nelle forme di formaggio sequestrate nel Caseificio di Coredo.

L'azienda casearia è sotto indagine dei carabinieri del NAS, nell'abito dell'inchiesta condotta dal pubblico ministero Maria Colpani.

Nel mirino sono finiti il legale rappresentante (Presidente) dell'azienda, 35 anni, trentino e il responsabile del sistema di auto controllo, 45 anni, residente in Trentino. I due sono indagati per violazione dell'articolo 5 lettera C della legge 283 del '62 che disciplina la produzione e la vendita di sostanze alimentari e bevande, in quanto hanno commercializzato prodotti «con cariche microbiotiche superiori ai limiti».
Nel mirino è finito un particolare tipo di formaggio prodotto e venduto dall'azienda/cooperativa "nonesa".

Siamo stati i primi e gli unici a pubblicare il nome del caseificio "galeotto", appena ne siamo venuti a conoscenza, per ovvii motivi di trasparenza, di tutela della salute e di garanzia delle aziende casearie che nulla c'entrano con la vicenda.

Nei giorni scorsi il Caseificio di Coredo è tornato alla ribalta. Un quotidiano " ha denunciato" che un.... "Comune" (perché non viene menzionato? perché l'articolo è pubblicato in cronaca di Trento e non in cronaca della Val di Non?) non meglio specificato aveva affidato all' "indagato" caseificio l'incarico di fornire alla mensa della locale scuola materna (Vervò) generi alimentari - prodotti caseari. Eppure dalla determina che di seguito citiamo sono identificati tanto il Comune quanto il Caseificio!

Si tratta della determina n. 19 del 7 maggio 2018 (1) ha reso possibile l' "affidamento a trattativa privata" con l' "indagato" caseificio perché ritenuto idoneo (sic!), qualifica questa necessaria dalla normativa vigente. (La determina del Comune di Predaia cita testualmente:" Rilevato che a sensi dell'art. 21 della L.P. 19.7.1990, n. 23, 2° comma, lettera h) e 4° comma, qualora l'importo contrattuale non ecceda 46.400,00 Euro il contratto può essere concluso mediante trattativa privata con il soggetto o la ditta ritenuti idonei.)

L'affidamento all' "indagato" Caseificio di Coredo della fornitura di generi alimentari-prodotti caseari ha generato in alcuni genitori preoccupazione e dubbi sull'opportunità di tale scelta. Più di qualcuno si è chiesto, infatti, se non fosse stato il caso di attendere, per una più che elementare valutazione precauzionale, la conclusione delle indagini prima di affidare un così delicato incarico (quello dell'alimentazione dei bambini), "certificando" invece l'idoneità di un'azienda sotto inchiesta che ha procurato gravissime lesioni al bambino e conseguenze inenarrabili ai suoi familiari.

Per questo, la Magistratura sta indagando sulle responsabilità del legale rappresentate (presidente) del Caseificio e del suo responsabile alla sicurezza.

Sappiamo, inoltre, che la Procura di Trento ha chiesto una proroga per le indagini, mentre i Carabinieri del Nas stanno indagando sulle gravissime condizioni sanitarie del bambino, acquisendo le cartelle cliniche degli ospedali in cui il piccolo è stato ed è ricoverato.

Ci risulta inoltre che i Nas abbiano visitato la Sede del Trentingrana/Concast dove è stata trattenuta importante documentazione, mentre i militari dell'Ama, sempre nei giorni scorsi, sono nuovamente tornati al Caseificio di Coredo per acquisire altro materiale per le indagini.

Inoltre, nei giorni scorsi, il consiglio di amministrazione dell'azienda di Coredo ha riconfermato alla presidenza l' "indagato" Lorenzo Biasi, mentre l'assemblea dei soci del Concast/Trentingrana, lo ha eletto nel suo consiglio di amministrazione.

Infine, solo per la statistica, al Caseificio di Coredo arriva anche il latte dell'ex Caseificio di Lover, necessario per mantenere la produzione di 120 q.li giornalieri di cui circa l'80% è destinato a Trentingrana mentre il rimanente 20% viene trasformato in altri formaggi destinati alla vendita nel negozio annesso all'azienda e nelle famiglie cooperative della valle.

(1)determina n. 19 del 7 maggio 2018 del Comune di Predaia

Reparto di ortopedia dell’Ospedale di Tione, AGIRE: “Posti letto tagliati, si investa di più"

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Ospedale di Tione

E' ncessario prestare attenzione alla sanità nelle Valli

Tione, 7 giugno 2018. - Redazione*

Nonostante tutti i festeggiamenti per il trasferimento del reparto di ortopedia al terzo piano dell'Ospedale di Tione di Trento c'è una voce fuori dal coro: quella del Coordinamento delle Giudicarie di AGIRE per il Trentino, movimento territoriale che fa a capo al consigliere provinciale Claudio Cia.

Accorpamento ambulatori nel Chiese, Castellini (AGIRE): «Zeni e Turinelli si fermino qua»

  • PDF
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 

Grazia CastelliniTione, 5 giugno 2018. - Redazione*

Prosegue l'iniziativa popolare del Coordinamento delle Giudicarie di AGIRE per il Trentino contro l'accorpamento degli ambulatori nella Valle del Chiese e contro lo spostamento della guardia medica da Condino (Borgo Chiese) a Storo. Abbiamo lasciato i moduli nei Comuni di Pieve di Bono-Prezzo, Valdaone e Borgo Chiese e secondo alcune indiscrezioni molte persone stanno firmando la petizione; questa settimana provvederemo poi a depositare i moduli anche nel Comune di Sella Giudicarie (che, fra le altre cose, ha subito anche il taglio della guardia medica di Tione di Trento) ed organizzeremo il prossimo gazebo nel Comune di Bondone, come richiestoci da alcuni cittadini.

Le memorie del soldato aviense Carlo Campostrini

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Soldato CampostriniAvio (TN), 1 giugno 2018. - Redazione*

Si è svolta nella serata di ieri, giovedì 31 maggio, alle ore 20.30, presso l'Auditorium di palazzo Brasavola, ad Avio, la presentazione delle memorie del soldato aviense Carlo Campostrini, edite dalla Fondazione Museo Storico del Trentino.

Un prestigioso riconoscimento per «La Femme»

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Il negozio di Mezzolombardo è risultato primo classificato come Reference Shop della ventesima edizione del concorso fiorentino «Le stelle dell'intimo»La Femme

Mezzolombardo (TN), 30 maggio 2018. - Redazione*

Il concorso intitolato "Le Stelle dell'Intimo", giunto alla ventesima edizione, ha selezionato circa 800 negozi del settore; dopo una prima scrematura ne sono restati 400 e 120 di questi sono stati invitati al gran Galà; di questi ulteriori 63 sono stati ripartiti in 4 categorie, con la premiazione di due negozi per categoria: il negozio di Mezzolombardo "La Femme" ha vinto il primo premio nella categoria "Reference shop". «Un bell'esempio di imprenditoria femminile – commenta il presidente dell'Associazione Massimo Piffer - di cui la comunità di Mezzocorona può andare fiera e alla quale, come Associazione dei Commercianti al Dettaglio del Trentino, facciamo le più sincere ed ammirate congratulazioni, augurando di festeggiare successi ancor più ambiti negli anni a venire».

Anna Valli, consigliera comunale di Avio, aderisce ad AGIRE e si lancia per le elezioni provinciali

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Anna Valli AvioAvio (TN), 29 maggio 2018. - Redazione*

Anche in Vallagarina AGIRE per il Trentino, movimento territoriale che fa capo al consigliere provinciale Claudio Cia, fa importanti acquisti: infatti Anna Valli, consigliera comunale di Avio, ha aderito ad AGIRE. Non solo: farà parte della squadra di AGIRE che ad ottobre si presenterà alle prossime elezioni provinciali. Eletta nel consiglio comunale di Avio nel 2015, imprenditrice da oltre 25 anni, partecipe al settore dello sport da più di 10 anni e seguita attentamente dal movimento di Cia da alcuni mesi, di recente ha sciolto le riserve.

Avio: Corso gratuito di autodifesa

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

AutodifesaAvio (TN), 29 maggio 2018. - Redazione*

L'Amministrazione comunale ha approvato con propria deliberazione, nella seduta giuntale del 24.05.2018, lo stanziamento di un contributo economico all'associazione locale Avio Boxe – New Athletic Team, per la realizzazione di un corso di autodifesa rivolto a tutti i cittadini, uomini e donne, che sarà tenuto da tecnici qualificati e che prevede lo svolgimento di tre lezioni volte ad acquisire tecniche pratiche e teoriche di difesa personale.