Gio07272017

Last update07:09:31

Back Valli Valli del Trentino Vallagarina A Calliano si riscopre un vecchio gioco "Il Tiro all'Uovo"

A Calliano si riscopre un vecchio gioco "Il Tiro all'Uovo"

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Momento di divertimento conviviale nella cornice della piazza

Calliano, 2 maggio 2017. - di Alessandro Festi e Enrico Tisi

Piazza Italia centro del paese e centro di vita, torna ad essere per il lunedì di Paquetta quello che era in passato: centro di aggregazione e luogo d'incontro del paese. Una giornata di sole primaverile, la leggera brezza ed il cielo terso hanno accolto la prima edizione del "Tiro all'uovo" con moneta fuori corso (le vecchie 50 lire).

L'associazione eno-gastronomico-culturale i Gaudenti, ha nel proprio DNA la ricerca di vecchie tradizioni per valorizzare alcuni angoli del paese attraverso occasioni conviviali e culturali, il tutto con la collaborazione ed il sostegno dell'assessorato alla cultura del Comune di Calliano.

Dopo la periodica apertura della chiesetta dei Santi Fabiano e Sebastiano con la proposta dello scambio dei libri, anche per festeggiare il primo anno di attività dell'associazione, ecco una nuova occasione dedicata alla Pasqua: la riscoperta di un gioco ormai perso come il tiro con la monetina all'uovo sodo.

Solo pochi annoverano tra i propri ricordi questa esperienza nel loro passato in pantaloncini corti, quando vincere l'uovo aveva, non solo il valore meramente sportivo della vittoria, ma anche quello di una, non scontata, merenda. Molti sono corsi a sperimentarla per la prima volta accogliendo la proposta dell'associazione.

Una piazza veramente curiosa, interessata che si è andata via via riempiendo, in un ovattato brusio di deliziosa convivialità, con la compagnia di un buon bicchier di vino bianco per "buttar giù" le uova offerte dagli organizzatori, ma ancor più allietata dalle tante chiacchiere e risate, dovute anche allo spirito goliardico e realmente sportivo dei "campioni" che difendevano i colori della propria associazione come, i cavalieri in una giostra medioevale, quelli della propria dama.

La gara si è svolta tra le squadre portacolori delle associazioni del paese, associazioni che con la propria operosità e disponibilità fanno si che l'Illustre villaggio sulla sinistra dell'Adige, tale rimanga e non si trasformi in un dormitorio periferico alla città.

Quindi un grazie va rivolto ai 16 partecipanti ed ai tanti convenuti ad incitare i propri portacolori che con grande impegno hanno sfidato gli avversari, nel caldo della mattinata di festa, rimanendo concentrati sulla sfida, fino all'ultimo.

In questa prima edizione è risultato vincitore Michele Dalbosco, portacolori del gruppo CTB Racing, mentre il secondo classificato Alessandro Deiana del gruppo Maccheroni, ha già lanciato il guanto per la rivincita del prossimo anno.

Ulteriore nota lieta della mattinata è stata rappresentata dalla massiccia presenza dei bambini e dei ragazzi che, imitando i "campioni" hanno, occupato, appena possibile, le piazzole di gara per dar vita a sfide estemporanee nate sulle ali dell'entusiasmo del momento, copiate sbirciando le gesta dei grandi.

Il tutto ha dato il segnale della buona riuscita della manifestazione che con un gioco antico e ormai dimenticato ha coinvolto adulti e ragazzi, questi ultimi per una volta senza tecnologia fra le dita, ma con in mano solo una monetina ed un uovo sodo, dando loro l'idea di come potessero essere semplici e spensierate le feste pasquali dei loro nonni.
In completa sinergia con lo spirito della manifestazione e del gruppo de I Gaudenti, si è rivelato l'intermezzo culinario offerto da Dimitri del Jolly-pizzeria, che ha proposto alcuni assaggi della sua cucina e della sua cantina, prima sul campo di gara e poi presso il suo locale, a pochi passi dalla piazza, dove si è conclusa la mattinata.

Inutile dire che, considerato il successo della manifestazione, i Gaudenti stanno già pensando di riproporla arricchita con alcune novità rivolte in specialmodo ai bambini che hanno sorpreso tutti con la loro nutrita presenza e il loro contagioso entusiasmo.

Anche questo dovrebbe essere un segnale che, grazie al coinvolgimento di tutte le associazioni, ognuna delle quali mette al servizio delle altre le proprie peculiarità, il paese può essere una fucina di idee e quindi vivo, piuttosto che un freddo contenitore inanimato.

A Calliano si riscopre un vecchio gioco
 

IN LIBRERIA

Guida alla gestione di portali Joomla!

A pochi interessa come realizzare un elaboratore di testi come Word, a molti interessa come realizzare un documento in modo professionale e corretto attraverso un determinato applicativo. 

ISBN: 978-1-4710-3450-3