Mer05232018

Last update02:12:49

Back Valli Valli del Trentino Vallagarina Avio ricorda.....

Avio ricorda.....

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Le serate all'Auditoriun alle ore 20:45

Avio (TN), 23 gennaio 2018. - Redazione*

L'amministrazione comunale aviense, in occasione della Giornata della Memoria e del Giorno del Ricordo, ha organizzato alcuni appuntamenti per illustrare alcune pagine tragiche della Storia recente, con il seguente programma.

sabato 25 gennaio: "Il Sasso e il Grano" dal "lagher della Luna" - documentario. Tratto dalla testimonianza dell'ex deportato Mario D'Angelo. E' scopo del documentario raccontare come lo sbarco sulla luna e la conquista dello spazio trovino la loro base di partenza in alcuni campi di concentramento nazisti fra i quali Dora-Mittelbau, lager nel quale si costruivano i razzi V2, sotto la direzione di Von Braun padre di tutta la missilistica americana che portò l'uomo sulla luna. A Dora-Mittelbau trovarono la morte migliaia di lavoratori e schiavi. Era a Dora che fu deportato Mario D'Angelo di cui raccontiamo la sua storia. Documentario ideato, scritto e diretto dal regista Mauro Vittorio Quattrina.

Giovedì 8 febbraio: "La Guerra vista con occhi diversi" - reportage di guerra di Sebastaino Caputo. Classe 1992, autodidatta. Giornalista ed inviato di guerra. Ad oggi collabora con Il Giornale, l'enciclopedia Treccani, la rivista settimanale Tempi e l'agenzia di fotogiornalismo Witness Image. E' ideatore delle riviste periodiche L'Intellettuale Dissidente e Contrasti, nonché autore del libro Alle porte di Damasco. Viaggio nella Siria che resiste. Studioso di arabo, ha realizzato reportage di guerra in Russia, Ucraina (Donbass), Siria, Iraq, Libano, Palestina, Turchia, Pakistan, Iran, Tunisia, Marocco.

Giovedì 15 febbraio: "La Città vuota. Pola 1947. Il suo esodo e la sua storia" - documentario. Il documentario ripercorre le vicende dell'esodo da Pola avvenuto fra il 1946 e il 1947 che costrinse circa 28.000 su 32.000 abitanti ad abbandonare la città. L'esodo fu conseguenza della firma del Trattato di Pace di Parigi, che assegnò alla Jugoslavia Pola, Fiume, Zara e quasi tutta l'Istria. L'intento è quello di ricordare le vicende legate all'abbandono della propria città e la difficile integrazione nell'Italia post-bellica. A cura di Enrico Miletto, Giulia Musso e Riccardo Marchis. Dai primi giorni di febbraio al 15 febbraio circa, presso l' atrio del municipio mostra fotografica sul GIORNO DEL RICORDO.

* comunicato

Avio ricorda.....