Gio09192019

Last update04:14:14

Back Valli Valli del Trentino Vallagarina Ala delle discariche

Ala delle discariche

  • PDF
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 

Ala (Vallagarina-Trentino), 29 agosto 2019. - di Angelo Trainotti*

E' con l'amministrazione Mellarini targata UPT che ha preso corpo il progetto "discarica" della cava "Manara" agli inizi del 2000. Un'operazione miliadaria che si è perfezionata negli anni con la complicità di tutte le amministrazioni che si sono susseguite fino ai giorni nostri.

Già nel 2006 lo scrivente avvertiva che "Prorogando indiscriminatamente l'autorizzazione estrattiva anche alle cave esaurite appare evidente la volontà di non fare rispettare le prescrizioni del disciplinare riferite al ripristino - omissioni d'atti d'ufficio??- e di far approvare in maniera alquanto subdola la proposta di discarica della ditta Cave di Pilcante (nella foto) rigettata dal Consiglio comunale solo poche settimane fa."

Era già chiaro dove la politica locale voleva giungere. Ora siamo alle battute finali che non saranno indolori vista la ventilata possibilità di avocazione della pianificazione dell'operazione all'assessore provinciale Tonina, ex UPT dallo scorso anno. Il Movimento 5 Stelle locale e provinciale è intervenuto ripetutamente onde impedire la devastazione del territorio alense e garantire la salute e l'incolumità dei residenti. Si evidenziano solo gli ultimi interventi.

In data 03.07.2019 presentavo le osservazioni al Servizio Autorizzazioni e valutazioni ambientali in merito alla progettata discarica per rifiuti "inerti" in Pilcante e lo invitava:

1. Ad esprimere la propria contrarietà al progetto presentato ed a qualsiasi altro che possa compromettere l'ambiente, la salute e l'interesse della collettività, alla realizzazione di discarica in quanto il sacrificio ambientale, paesaggistico e sociale richiesto al territorio non e' per nulla bilanciato dalla risoluzione della problematica di interesse collettivo a favore della comunità.

2. Ad inviare al Presidente della Comunità della Vallagarina, in virtù della contrarietà alla realizzazione della discarica , richiesta ufficiale di stralciare dal "Piano comprensoriale di smaltimento rifiuti speciali" la previsione di discarica per tale area.

3. Ad inviare il presente scritto unitamente alla relazione/osservazioni puntuali alla S.A.V.A / P.A.T. affinché esprimano contrarietà alla realizzazione della discarica, facendo anche riferimento alle linee strategiche della Giunta Provinciale contenute nel "Documento di Economia e Finanza Provinciale 2020/22" in cui si parla e si pensa ad un Trentino dall'ambiente pregiato e da preservare.

In data 29.07.2019 presentavo al Presidente della P.A.T. la richiesta di variazione d'uso dell'area "Manara" come osservazione alla variante del P.R.G. comunale alense :

"Si condivide la decisione di collocare la p.f.600 C.C. Pilcante tra le aree estrattive e aree agricolo e di non prevedere una destinazione dell'area in questione a discarica o comunque al recupero di inerti. Si invita ad accertare l'assoluta incompatibilità della destinazione a discarica della p.f.600 in quanto insediamento insalubre inserito in un contesto abitativo con esigenze di tutela dell'ambiente sotto il profilo igienico-sanitario e di difesa della salute della popolazione, della tutela dell'ambiente dagli inquinamenti e da eventuali sversamenti di percolato od altro nel vicino fiume Adige visto che a meno di due metri sotto la discarica scorre la falda acquifera collegata al fiume, utilizzata quale risorsa idrica per la collettività e l'agricoltura non solo in Bassa Vallagarina ma anche a Verona e Rovigo e negli altri paesi dell'asta dell'Adige. Si prega disporre la dovuta vigilanza negli interventi di trasformazione del territorio. Si prega di sospendere ogni valutazione sulla destinazione della p.f. 600 a fronte della richiesta modifica degli strumenti di pianificazione sovraordinati.

La destinazione d'uso della particella venga collocata, ad avvenuto esaurimento della coltivazione, tra le aree agricole di pregio di cui all'art. 64 delle "Norme di attuazione del PRG con relativo stralcio dal "Piano comprensoriale di smaltimento rifiuti speciali" della previsione di discarica.
In via subordinata venga adibita a verde pubblico.

In data 21.08.2019 rinnovavo la richiesta al Responsabile dell'ufficio "Valutazione impatto ambientale" di coinvolgimento dei paesi sull'asta dell'Adige compreso Verona e Rovigo nella decisione di trasformazione della cava "Manara".

Questi paesi sarebbero infatti i maggiori e diretti danneggiati per eventuali sversamenti di percolato e di possibili inquinamenti delle acque dell'Adige che attraversa i loro territori unitamente alle Autorità ed ai Comitati di tutela dell'Adige e del suo bacino. Il Movimento 5 Stelle si augura che prevalga il buon senso e che l'interesse di pochi non prevalga sulla devastazione del territorio e sul diritto alla salute dei residenti.

* consigliere comunale di Ala

Ala delle discariche
Banner