Mer11202019

Last update12:20:14

Back Valli Valli del Trentino Vallagarina Adozione preliminare della 11° variante al PRG

Adozione preliminare della 11° variante al PRG

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Avio (Vallagarina - Trentino), 17 ottobre 2019. - Redazione*

Il 15 ottobre u.s. il Commissario ad acta, arch. MAURO FACCHINI – nominato con deliberazione della Giunta provinciale n. 916 dd. 14.06.2019 – ha adottato in via preliminare, con deliberazione n. 1 dd. 15.10.2019 immediatamente eseguibile, la 11ª Variante generale al vigente Piano Regolatore Generale del Comune di Avio, come predisposta dal Servizio Tecnico della Comunità della Vallagarina in data dicembre 2018 a firma dell'arch. Andrea Piccioni.

Una variante finalizzata principalmente alla riclassificazione degli edifici all'interno degli insediamenti storici – mediante schedatura singola, alla rettifica delle aree fabbricabili, alla verifica sulla reiterazione dei vincoli espropriativi o di lottizzazione, all'individuazione cartografica delle opere pubbliche o di pubblico interesse, alla trasformazione di aree destinate all'insediamento in aree inedificabili su richiesta del privato (art. 45, comma 4 della l.p. 15/2015), alla verifica dell'attuazione del Piano sul recupero del patrimonio edilizio tradizionale montano mediante riqualificazione delle baite con integrazione del censimento e ridefinizione degli interventi ammessi (art. 104 della l.p. 15/2015).

Una variante, inoltre, che presta particolare attenzione nella verifica delle colture agricole presenti sul territorio, in coerenza con le indicazioni del piano stralcio in materia di aree agricole e agricole di pregio adottato dalla Comunità della Vallagarina (PTC) cui compete la precisazione delle aree agricole individuate dal Piano Urbanistico Provinciale.

Le aree agricole di pregio sono generalmente caratterizzate dalla presenza di produzioni tipiche nonché da un particolare rilievo paesaggistico, la cui tutela territoriale assume un ruolo strategico sia sotto il profilo economico-produttivo sia paesaggistico-ambientale, anche tenuto conto della normativa comunitaria relativa alla protezione delle indicazioni geografiche e delle denominazioni d'origine dei prodotti agricoli e alimentari.

Rimarcare il ruolo centrale del paesaggio e dell'identità culturale diventa quindi un passaggio imprescindibile per la pianificazione sostenibile del territorio, intesa come miglioramento della qualità ambientale, di benessere diffuso e d'individuazione dei fattori di competitività e di attrattività; il territorio non urbanizzato è quindi riconosciuto come un valore fondamentale nelle sue molteplici declinazioni (territorio agricolo, boschi, ambiti fluviali, pascoli, acque, etc.).

E' stata altresì data risposta ai privati che avevano chiesto lo stralcio dell'edificabilità, sia in aree residenziali che produttive; i piani attuativi che risultavano scaduti sono stati rifunzionalizzati e si è proceduto alla verifica dei vincoli sulle aree preordinate all'esproprio. Anche le norme sono state aggiornate con il richiamo al Regolamento urbanistico-edilizio provinciale e con la conversione dei parametri edificatori in conformità con le disposizioni provinciali vigenti.

Particolarmente soddisfatti il sindaco Federico Secchi e l'assessore all'urbanistica Franco Franchini: "Anzitutto il nostro grazie al Commissario ad acta, arch. Mauro Facchini, nominato dalla Giunta provinciale dopo che la maggioranza dei consiglieri comunali si è dichiarata incompatibile. E grazie ai tecnici della Comunità di Valle ed ai nostri dipendenti comunali per la grande mole di lavoro svolto.

Come abbiamo già avuto modo di chiarire e dichiarare, questa 11ª Variante al P.R.G. voleva intanto, proseguire con le scelte pianificatorie già intraprese alcuni anni fa con l'adozione della 10ª Variante al P.R.G..

Si trattava, infatti, di ricalibrare le politiche edificatorie definite ormai più di dieci anni fa, che prevedevano anche l'occupazione a fini residenziali di aree con caratteri marcatamente agricoli. Il nostro intento è stato quindi orientato allo sviluppo sostenibile del territorio attraverso il recupero e alla riqualificazione degli edifici esistenti, nonché la tutela dei suoli agricoli, anche sotto l'aspetto paesaggistico. Ma anche rispondendo altre richieste specifiche della comunità. Come, ad esempio, l'inserimento di due nuovi parcheggi nella frazione di Borghetto, vicino alla stazione ferroviaria, ed in quella di Sabbionara. Oppure la previsione di una nuova area sosta camper e area sosta attrezzata. O ancora, nella zona di Vigo, una nuova area a parcheggio posta lungo la strada comunale che soddisfi le necessità di numerosi cittadini.".

La documentazione relativa alla variante e la delibera di adozione rimarranno depositate presso l'Ufficio Tecnico Urbanistico comunale in libera visione al pubblico, durante l'orario di apertura degli uffici, e sul sito internet del comune per 60 (sessanta) giorni consecutivi a partire dal 18.10.2019 e fino a tutto il 17.12.2019. Durante tale periodo chiunque ha facoltà di prendere visione della variante anzidetta e di presentare osservazioni nel pubblico interesse indirizzandole a: Comune di Avio – P.zza V. Emanuele III, 1 – indirizzo PEC: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

* comunicato

Adozione preliminare della 11° variante al PRG

Chi è online

 149 visitatori online