Gio10212021

Last update03:30:09

Back Cronaca

Cronaca

E la chiamavano Roma caput mundi

  • PDF

Trento, 6 febbraio 2012. - Chissà perchè la nostra bella Italia è divisa dal resto del mondo anche quando viene attraversata dalla stessa ondata di gelo siberiano. Mi chiedo perchè dovunque si ritenga primario lottare uniti contro il nemico, mentre nella città, che la neve ha reso davvero "eterna", intramontabile sembra l'esigenza di attribuire una colpa, di avere un nome.

Ritorno alla misoginia?

  • PDF

Trento, 4  febbraio 2012.- Il sabato dei giovani è divertimento, è follia, è evasione dall'ordinario.  E perchè no: per rendere la serata davvero unica, uno stupro in gruppo. Tanto non viene più prevista neanche l'automaticità del carcere. Tanto non è mica così grave.  Si parla solo di belve che succhiano fino all'osso il corpo e l'anima di un' innocente che ha commesso il solo sbaglio di uscire per una serata di svago.

Trento: “Vittime delle Foibe, targa imbrattata”

  • PDF

Trento, 2 febbraio 2012. - Ignoti hanno imbrattato la Targa “Vittime delle Foibe”, che l'amministrazione comunale di Trento pose, l'11 giugno 2010,  nell'attuale e  sicuramente più dignitosa  sede dei giardini di Largo Pigarelli (di fronte al Palazzo di Giustizia). Prima,  si trovava  nella omonima via "Vittime delle Foibe", una laterale di Via Maccani. Più volte bersaglio  di ignoti mascalzoni,  alla fine venne distrutta.

Anno giudiziario. I toni poco concilianti di Antonio Pescarzoli

  • PDF

Trento, 29 gennaio 2012 - ''Calata la tensione, non vediamo piu' Palamara star delle trasmissioni televisive. Peccato pero' che le emergenze di allora siano le stesse di oggi: carenze negli  organici, ridotte dotazioni finanziarie, conflitto di interessi, anche se constato che queste emergenze pur sussistendo vengono recepite non più come impellenti. Il Procuratore Generale Pescarzoli avrebbe potuto usare, nella sua relazione, toni più concilianti quali si addicono ad un uomo di giustizia più che ad un giustiziere; ricordare il passato con livore, come egli ha fatto,  non aiuta ad affrontare responsabilmente le questioni che oggi si pongono e a cui tutti, politici, avvocati e magistrati dovrebbero contribuire''.

Ezra Pound/Casa Pound

  • PDF

Verona, 28 gennaio 2012. Casa Pound, nella galassia della destra, è il fenomeno più originale degli ultimi decenni. Li conosco anch’io i ragazzi della Casa Pound di Verona. Sono un bel gruppo. Educati, gentili, preparati, intraprendenti, attivi e numerosi. Per lo più studenti. Bei ragazzi e belle ragazze del nostro tempo che si ritrovano nella loro sede, al Cutty Sark, una via di mezzo fra un bar, una libreria e una sede politica. Fanno delle cose intelligenti. Organizzano incontri culturali e politici sottoforma di conversazioni al banco del loro bar, molto free, molto coinvolgenti.Si occupano anche dei problemi della scuola e dell’università, dove hanno una legale rappresentanza studentesca, anche se ogni tanto le autorità accademiche negano loro gli spazi dove fare le assemblee, cosa che non farebbero mai con le organizzazioni universitarie di sinistra.

Soddisfatti del Monte Bondone

  • PDF

Aldeno, 28 gennaio 2012. - La Lega Nord di Aldeno esprimere convinta soddisfazione per servizio sciistico offerto dal Monte Bondone. Gli ospiti dsella sezione di Aldeno, provenienti da fuori regione, sono  rimasti  molto contenti dell’organizzazione della Montagna cittadina,  nonostante i problemi legati alla scarsità di neve, che altre molte stazioni sciistiche italiane hanno sofferto, in questi mesi.

Rovereto: "Parcheggiatore abusivo alla ex stazione delle autocorriere?"

  • PDF

Rovereto, 27 gennaio 2012. - Nel parcheggio pubblico della ex stazione delle autocorriere, in corso Rosmini,  opera un parcheggiatore abusivo?  Sembrerebbe di sì, visto che ci è stato raccontato  un episodio sconcertante. Un nostro concittadino, giunto a Rovereto per delle pratichei, parcheggiava la sua autovettura  all'ex stazione delle autocorrire, avendovi trovato  un solo stallo libero, occupato però da un individuo che pretendeva, senza tuttavia molto insistere, la “mancia” . 

Basta canone RAI, abroghiamolo!

  • PDF

Padova, 27 gennaio 2012.  Parte dal Veneto la campagna europea per l’abrogazione del Canone Rai. A farsi promotori dell’inedita iniziativa sono l’europarlamentare della Lega Nord, Mara Bizzotto, e il CLIRT, lo storico Comitato per la Libera Informazione Radio Televisiva con sede a Marostica (VI) e ramificato in altre province della regione. Per cancellare la tassa più odiata dagli italiani, l’eurodeputata e il CLIRT hanno deciso di adoperare uno strumento, espressamente previsto e regolamentato dalla legislazione comunitaria, che prende il nome di Petizione Europea. Uno strumento, questo, che viene vagliato e incardinato in una specifica Commissione del Parlamento Europeo (“Commissione per le Petizioni”) che, sulla base di motivazioni tecnico-giuridiche, decide l’ammissibilità del testo presentato facendo scattare l’iter che porta al pronunciamento del Parlamento in seduta Plenaria e alla formulazione di una decisione da parte della Commissione Europea, finalizzata alla rimozione del problema sollevato.

Non trova lavoro e si toglie la vita

  • PDF

Udine, 27 gennaio 2012. - Non trovava lavoro da tre anni, e alla fine si toglie la vita. Nei giorni scorsi, un 54enne della Bassa friulana si è tolto la vita perché, dopo aver perso il posto di lavoro,  non riusciva più a reinserirsi. In corso le indagine da parte dei Carabinieri che stanno predisponendo una relazione sull'accaduto alla procura della repubblica di Udine. Intanto, il procuratore Antonio Biancardi: «Sono cose che danno da pensare, quella è un'età in cui se si perde il lavoro è difficile poi ritrovarlo». La crisi ha fatto un'altra vittima. Dopo la catena di suicidi di piccoli imprenditori che non ce la facevano più ad andare avanti, la striscia di sangue continua: questa volta è toccato ad un operaio. Sul tragico fatto, l'Agenzia di stampa del consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia ha diramato il seguente comunicato.

Chi è online

 116 visitatori online