Lun01242022

Last update06:50:32

Back Cronaca

Cronaca

Aziende trentine contro il fisco: un forte grido d'allarme

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Trento, 21 maggio 2012. -  Domani, mercoledì 23 maggio, alle ore 13, al termine dei lavori della seduta antimeridiana del consiglio provinciale, quattro aziende trentine, racconteranno alla stampa e alla presenza dei consiglieri provinciali la loro drammatica situazione nei confronti del Fisco. Protagoniste dell'evento sono l'Automobile Due S.n.c. di Rovereto, Spazio Auto di Lavis, RPL Auto S.a.s. di Trento e Trento Car di Trento.

Giorgio Almirante e Pino Romualdi: un ricordo, un esempio

  • PDF
Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 

Trento, 22 maggio 2012. - di Claudio Taverna

Ventiquattro anni fa moriva in una clinica romana Giorgio Almirante, un giorno prima, se ne andava, anche a lui a Roma, Pino Romualdi, un altro "grande" della destra italiana. Chi ebbe la fortuna di conoscerli e di conoscerli bene, come l'ebbi io, soprattutto di riconoscerli come maestri di vita, non li potrà mai dimenticare. Furono maestri di vita perché ci insegnarono ad amare la politica e ci furono da esempio: l'amore per la Patria, per l'Italia e per gli ialiani, buoni o cattivi che fossero, l'amore per la politica quella bella, quella pulita, quella motivata dagli ideali e non dai danari.

Il Dalai Lama torna a Udine

  • PDF

Trento, 21 maggio 2012. - Sua Santità Tenzin Gyatso, XIV Dalai Lama e Premio Nobel per la Pace nel 1989, capo spirituale tibetano torna in Friuli dopo cinque anni. Sarà, infatti, a Udine domani e dopodopmani, 22 e 23 maggio, dopo cinque anni dalla sua prima visita. Era stato per la prima volta nel dicembre 2007 al Palasport Carnera e ci vollero due anni prima di riuscire a mettere a punto il suo arrivo, ora invece per l'incontro che si terrà tra qualche giorno, c'è voluto poco più di un mese. Sua Santità considera infatti il Friuli una terra amica e ha accolto subito la richiesta fatta dal Centro Balducci e dal centro buddhista Cian Ciub Cio Ling di Polava.

Per chi ammazza, nessuna pietà!

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Trento, 20 maggio 2012. - Stamani sono triste ed amareggiato, suppongo come tutti voi. L' attentato di ieri alla scuola di Brindisi mi ha lasciato sgomento. La morte ed il ferimento di innocenti fanciulle mi hanno profondamente turbato. L' inaudita violenza ad una scuola col vile attentato non ha precedenti nella storia della nostra Italia. In queste ore concitate si sente parlare di mafia, terrorismo, mente malata di un pazzo.

Brindisi: 'Si muore per mano di assassini vigliacchi''

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Trento, 19 maggio 2012. - Una bomba omicida si abbatte sulla gioventù innocente a Brindisi. Una sedicenne muore, si contano 7 feriti, di cui alcuni gravissimi. Pubblichiamo la nota del Partito Pensionati alla quale si associa Trentino Libero. "L'inconcepibile attentato che ha colpito una scuola di Brindisi , che ha provocato la morte di una studentessa ed il ferimento di altri studenti, lascia sgomenti ed esterrefatti , per la malvagità e la follia dell'atto – ha dichiarato il segretario nazionale del Partito Pensionati, Carlo Fatuzzo. Un attentato criminale e brutale ,tanto più orribile , perché colpisce una scuola e dei ragazzi, i cui responsabili vanno individuati e duramente colpiti.

Diritto al riposo, a senso unico?

  • PDF
Valutazione attuale: / 11
ScarsoOttimo 

Trento, 19 maggio 2012. - di Chiara Mazzalai

"PIOGGIA DI MULTE SULLA "MOVIDA""...  oggi titola un quotidianoi. Fioccano le multe per i locali del centro (ma anche per gli avventori indisciplinati), colpevoli di avere la porta aperta in modo che la musica arrivi anche all'esterno. Esulteranno gli abitanti del centro che fanno guerra a chi di sera lavora per poter ANCHE pagare le tasse. La domanda sorge spontanea, ma durante la rockeggiante Notte Bianca (qualcuno la chiama Magica), patrocinata dal Comune di Trento (quindi con soldi NOSTRI), gli abitanti del centro, esigeranno comunque il diritto al riposo o....per l'occasione chiuderanno un occhio ed entrambe le orecchie ?

Chiara Mazzalai

Bolzano: Incontro con la senatrice Barbara Contini

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Bolzano, 16 maggio 2012. - La senatrice Barbara Contini, già amministratrice per la coalizione internazional della provincia irachena di Nassiriya e inviata speciale della Presidenza del Consiglio italiano nel travagliato Darfur, sarà a Bolzano per un pubblico incontro che si terrà venerdì prossimo 18 maggio, alle 20.30, al Circolo della Stampa, in via Vanga 20. Ad intervistarla la giornalista di Tca Lorena Palanga e il direttore di Notizie Geopolitiche Enrico Oliari.

L’azzardo sociale. Gioco d’azzardo una piaga sociale, nascosta dietro la speranza che non paga mai

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Trento, 16 maggio 2012. - La speme è l'ultima a morire. E spesso pur di non lasciarsi andare ad un disfattismo sociale ci si aggrappa anche all'utopia di potere cambiare vita. Ma il cambiamento significa responsabilità, non follia. Dati impressionanti: un milione e ottocento mila giocatori in Italia, di cui ottocento mila sono patologici, fra cui un numero esorbitante di minorenni. "Nell'anno 2011 sono stati gettati al vento circa ottanta miliardi di euro, quasi il doppio della manovra del Governo e di certo non sono stati vinti" commenta la dottoressa Elisa Visconti al convegno tenutosi ad Udine sabato 12 maggio. "Giovani" continua la sociologa, "ma soprattutto casalinghe e disoccupati passano le mattinate intere se non giornate cercando di raccimolare qualche soldo fra una sigaretta e un caffè, buttando gettoni nelle macchinette. E che dire delle campagne pubblicitarie pro sogno che ogni giorni spaziano in tv? Puntare tutto sulla speranza della fortuna nel cercare un fisso mensile con la vincita è pericoloso tanto quanto buttarsi da un precipizio senza paracadute".

Bolzano Tricolore, nel silenzio della grande stampa

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Trento, 14 maggio 2012. - di Claudio Taverna

Non avevamo dubbi, l'Italia popolare e nazionale, l'Italia degli Alpini, l'Italia degli Italiani, venuti fino a Bolzano da ogni parte della Penisola e dall'estero, l'Italia, divisa da cento dialetti, ma unita dalle tradizioni, dalla cultura, dalla lingua, dalla storia ha dato una bellissima immagine, un'immagine di civile semplicità e calore. Bolzano lo sapeva e ha risposto alla grande.

Chi è online

 188 visitatori online