Ven05202022

Last update05:51:43

Back Cronaca

Cronaca

Alto Adige 'indipendente' con minacce al commissario del governo

  • PDF

Bolzano, 8 giugno 2012. - di Alessandro Urzì

Ha tutta l'aria di una enorme sciocchezza partorita da una persona con una certa confusione mentale, ma è rappresentativa di un clima che deve cominciare a preoccupare. E' la proclamazione dell'indipendenza dell'Alto Adige e minacciose dichiarazioni (il fatto che prepoccupa di più) rivolte al Commissario del Governo Valenti, giunte oggi via mail e fax ad una lunga serie di destinatari istituzionali e politici. C'è anche una sorta di firma da parte di un sedicente Re Maximilian.

Bolzano: Centro giovanile Bunker a lezione di violenza e illegalità?

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Bolzano, 8 giugno 2012."Fotti il tuo Padrone! Liberi tutti ! Fuoco alle Carceri! Contro il recupero del Sistema! Manifestazione contro il carcere e il sistema che lo genera: Terrorista è lo Stato !! Pisanu Boia! Distruggere i C.P.T.! Concerto Punk Hardcore contro la repressione – Benefit per gli anarchici detenuti – Campagna dove vado evado, campagna di raccolta fondi per le spese legali degli arrestati a Milano lo scorso 11 marzo......" . Questo e altro, si trova nel centro giovanile Bunker, in via Castel Flavon 14, a Bolzano. Sufficiente per fa scattare l' interpellanza urgente del consigliere Gianfranco Piccolin (Unitalia). Ogni commento ci sembra superfluo! Quali sono le domande di Piccolin al sindaco? Eccole.

Oscenità sudtirolesi e la stupidà del PD

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Bolzano, 7 giugno 2012. -di Alessandro Urzì

E alla fine, a proposito di pacificazione e spirito di fratellanza, quello di cui ha parlato nei giorni scorsi il Presidente Durnwalder al Capo dello Stato Napolitano, Svp, i secessionisti di Eva Klotz, Freiheitlichen, Buerger Union con l'approvazione del PD (come espressamente e innocentemente ricordato dal Vicepresidente della giunta provinciale Berger) hanno allegramente e tutti assieme votato una mozione di impegni in cui si dichiara esplicitamente: "Il testo dell'Inno (di Mameli, ndr) è un vero affronto per l'Alto Adige; parole come stringiamoci a coorte, siam pronti alla morte (ed successive strofe, ndr) sono espressione di una ideologia che disprezza il genere umano ed è ostile alle minoranze linguistiche".

Trento: 'Piano farmacie, persa un'altra occasione'

  • PDF

Trento, 7 giugno 2012. - di Gianni Gravante 

Persa ancora un' occasione per prevedere l' insediamento di una nuova farmacia in zona piazza Dante, stazione ferroviaria, Trento-Malé e stazione delle autocorriere, sempre a Trento. Si ascoltassero prima i cittadini, residenti delle zone interessate ed addetti ai lavori, non sarebbe male. In tutta l' area non ne esiste neppure una. I clienti, e passeggeri fluttuanti, specie nei momenti di forte intensità per via delle manifestazioni sono costretti a recarsi o in centro storico, oppure in altre che certamente non offrono il servizio di vicinato.

Trento: “Ridateci i nostri figli!”, convegno con l'on. Antonio Guidi

  • PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Trento, 7 giugno 2012.  - Domani, venerdì 8 giugno alle ore 16.30 presso la Sala di Rappresentanza del Palazzo della Regione a Trento si terrà il convegno "Ridateci i nostri figli!" Nel manifesto si riporta una frase provocatoria: "La crisi economica colpisce le famiglie ma non le case famiglia. Perché psichiatri, psicologi e assistenti sociali hanno il potere di portar via i nostri figli?". Il convegno tenterà di spiegare questa provocazione informando la popolazione sulla situazione trentina, sulle problematiche del sistema e sulle soluzioni proposte. Verranno anche presentate le prime riforme e i cambiamenti in atto. Per esempio, il 22 maggio 2012 il Senato ha approvato all'unanimità la richiesta di dichiarazione d'urgenza per l'esame congiunto in Commissione giustizia dei DDL vertenti su materie relative all'istituzione di sezioni specializzate per le controversie in materia di persone e di famiglia e di soppressione dei tribunali per i minorenni.

Bolzano: Minniti e Unterbergher salvi, ma a che prezzo!

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Bolzano, 6 giugno 2012. - di Alessandro Urzì

La penosa conclusione della vicenda legata alla mozione di sfiducia verso il Presidente del Consiglio Minniti e la vicepresidente Unterberger dimostra la distanza che ormai una certa classe politica (ecco perchè ormai è invalsa la dizione di "casta", e non potrebbe che essere altrimenti) ha maturato verso ciò che le ruota attorno, la realtà che sarebbe chiamata a rappresentare.

Trentino: Radiofonia, tra comunicazione e piano frequenze

  • PDF

Trento, 6 giugno 2012. - di Claudio Taverna

La radiofonia, in generale,  e in Trentino in particolare, ha svolto e svolge un ruolo importante nell'ambito della comunicazione, compresa quella istituzionale. Momento di aggregazione, soprattutto giovanile, per decenni, si è avvalsa, sul piano organizzativo, dell'apporto volontaristico di ragazze e ragazzi che hanno permesso, anche nel ricambio generazionale, la continuità delle trasmissioni.

'SVP e legge truffa', serve uno scatto d'orgoglio

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Bolzano, 6 giugno 2012. - di Alessandro Urzì

La risposta più coerente alle più recenti provocazioni lanciate dai piani alti della Volkspartei (che promuove una inziativa tesa a imporre un riforma truffa della legge elettorale mirata a garantire alla Stella alpina la maggioranza assoluta dei seggi in Consiglio a fronte di una perdita di consenso elettorale) può essere solo l'acquisita consapevolezza da parte del panorama politico locale che sia necessario fare fronte comune alle emergenze democratiche che una crescente arroganza di un sistema di potere in grave crisi di identità pone.

Catturato il 'porno killer' Luka Rocco Magnotta

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Trento, 5 giugno 2012. - di Tobias Fior

Si è conclusa la fuga di Luka Rocco Magnotta, il pornodivo canadese, che aveva ucciso il suo amante cinese Jun Lin con un punteruolo per il ghiaccio. Il porno attore ventinovenne è stato catturato in un Internet-caffè di Berlino, situato in un quartiere operaio. Il giovane era ricercato dalle forze dell'ordine di mezza Europa non solo per l'omicidio che aveva perpetrato ai danni del suo amante, ma anche per aver smembrato il corpo e averlo spedito in tre punti diversi del Canada e aver filmato e messo in rete alcune scene dell'omicidio.

Chi è online

 314 visitatori e 1 utente online