8 maggio, insieme contro la violenza alle donne

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Volantino 8 maggioTrento, 8 maggio 2012. - La violenza sulle donne è, o dovrebbe essere, considerato un problema che riguarda la collettività, un emergenza sociale. Ogni giorno la cronaca racconta di violenze, aggressioni stupri e omicidi che riguardano le donne. Su queste storie, però, si accendono i riflettori solo quando ad agire è un estraneo, uno sconosciuto, lo straniero eppure le statistiche parlano chiaro: la stragrande maggioranza delle violenze avvengono fra le mura domestiche o, comunque, per mano di persone vicine alle vittime. Ecco che allora si parla di liti domestiche, di relazioni conflittuali, di omicidi passionali. Cosa ci sia di passionale nel massacrare una donna non ci è dato sapere.

La donna viene fatta oggetto di violenza e muore perchè si ribella, vuole andarsene, o perchè sceglie un altro uomo. Scusanti che per la società dovrebbero risultare un 'aggravante ma che, invece, paradossalmente, portano a uno stato di comprensione per il pover'uomo che è stato "indotto" alla violenza e non per la vittima, che diviene solo una rappresentazione macabra fine a se stessa.

Il silenzio , l'omertà, la mistificazione legittimano la violenza.

Per comprendere la situazione, capire come difendersi o perché ribellarsi, per affrontare la questione dal punto di vista sociale, giudiziario e psicologico, vi invitiamo questa sera, 8 maggio 2012, presso la Sala Auditorium del Centro Circoscrizionale di via Perini a Trento, per sentire le voci di:

Modera la serata Paola Siano, giornalista di RTT la Radio

8 maggio, insieme contro la violenza alle donne