Trento: Fortglas, vincono i lavoratori. Cisl-Cgil-Uil da che parte stanno?

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

SBM1Trento, 2 marzo 2013. - di Gianluca Ferretti *

Vittoria del sindacato di base multicategoriale e dello Slai Cobas all'Azienda FORTGLAS di Trento sud. Dopo due mesi di lotta, finalmente anche i nostri sei associati, vergognosamente discriminati dalla ditta, riceveranno l'acconto di 620 euro. Avere il merito formale della vittoria ha poca importanza, l'importante è che gli operai discriminati potranno avere i loro soldi.

Non sembra così per l'assessore provinciale Olivi e per CGIL-CISL e UIL che, dopo aver consentito l'espulsione di metà del personale dalla ditta di vetri, si sono presi tutti i meriti di questa vittoria senza mai essersi mossi dalle loro rispettive poltrone.

Sulla stampa questi signori hanno dichiarato NO ALLA VIOLENZA. Ma chi ha usato violenza? Il SINDACATO DI BASE e lo SLAICOBAS, insieme a tutti i lavoratori discriminati, hanno lottato in prima persona per vedersi riconoscere i propri diritti: questa è violenza? Non è più violento affamare le famiglie? Questa è l'ennesima prova che CGIL-CISL e UIL non sanno più lottare per i diritti dei lavoratori. Negli uffici e nelle sedi altolocate i lavoratori vengono venduti, non difesi!

Pomini (CISL), Alotti (UIL) e Ianeselli (CGIL) dovrebbero avere il coraggio di dire come stiano veramente le cose, anziché comportarsi da opportunisti e vantarsi di ciò che non hanno MAI fatto.

Li invitiamo a fare sindacato ed a dismettere giacca e cravatta, stando sempre a fianco dei lavoratori...

 

* del sindacato di base multicategoriale

Trento: Fortglas, vincono i lavoratori. Cisl-Cgil-Uil da che parte stanno?