È scomparso, lontano dalla sua amata Parenzo, Gaetano Valenti

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Gorizia, 13 maggio 2022. - di Maria Grazia Ziberna

Conosciutissimo nel mondo degli esuli, ex allievo del collegio Filzi, Gaetano Valenti, nato a Parenzo nel 1946, era malato da tempo, ma finché ha potuto farlo ha voluto essere presente agli appuntamenti più importanti del comitato provinciale di Gorizia dell'Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, come la cerimonia del Giorno del Ricordo, o, in precedenza, alla presentazione della pubblicazione sulla storia della Campagnuzza, e alla registrazione di una puntata della trasmissione radiofonica della RAI FVG "Sconfinamenti" insieme ad altri componenti del direttivo ANVGD cittadino.

Come molti esuli, nella sua lunga carriera professionale (era commercialista) e politica (ha militato in "Forza Italia" e nel "Popolo della libertà") ha dato molto alla città che lo ha accolto ancora bambino. Sindaco di Gorizia per due mandati, dal 1994 al 2002, presidente del comitato ANVGD di Gorizia, professore di materie economico aziendali, è stato anche consigliere dell'Istituto Giuliano di storia, cultura e documentazione e dal 2003 consigliere regionale per una legislatura .

Il padre Umberto, uno dei "ragazzi del '99", originario di Parenzo, prima dell'esodo era proprietario di un salone di parrucchiere per signora e di un altro di barbiere, poi era esodato con la moglie e i cinque figli a Gorizia, dapprima alle Casermette, successivamente nel nuovo quartiere costruito per gli esuli, in via Capodistria n.1, dove aveva potuto proseguire la sua attività nel piccolo negozio sotto casa.

Il sindaco Rodolfo Ziberna, che da Valenti in alcuni ambiti ha ricevuto "il testimone" – è stato presidente del comitato ANVGD cittadino e consigliere regionale dopo di lui – ha ricordato che "Gaetano, amministratore capace, uomo schietto, molto amato dai cittadini, da padre ha dovuto affrontare la tragedia della scomparsa della figlia adolescente. Fu presidente del Comitato provinciale della Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, da cui si dimise dopo essere stato eletto in Consiglio regionale. Furono lui e Romoli (il sindaco precedente, senatore di Forza Italia) a chiedermi di candidare nel 2013 in Consiglio regionale, dove venni eletto prima di dimettermi nel 2017 perché eletto sindaco di Gorizia. A lui mi legano i ricordi delle esperienze comuni degli ultimi trent'anni .... Mi rimane il ricordo di persona buona e capace, un amico. Un saluto di cuore a lui e un abbraccio ai suoi familiari", ha concluso Ziberna.

"Un uomo di valore che è stato anche un sindaco stimato e amato dai suoi concittadini, che lo hanno eletto per due volte a sindaco di Gorizia". Questo il ricordo del governatore Massimiliano Fedriga, a cui si aggiunge il compianto del Presidente nazionale dell'ANVGD, Renzo Codarin: "Gaetano era prima di tutto un amico, sempre disponibile e generoso. Ma poi è stato un grandissimo patriota: aveva nel cuore Parenzo, che abbandonò esule da bambino, ma nell'impegno politico fu un moderato aperto al dialogo".

"Politico onesto e uomo per bene che, durante i suoi due mandati da sindaco e nel ruolo di consigliere regionale, ha agito pensando al bene della comunità. Principio che lo ha premiato con il doppio mandato nella città di Gorizia", lo ricorda così il presidente del Consiglio regionale Piero Mauro Zanin che, non appena possibile, farà osservare in Aula un minuto di silenzio per testimoniare la propria vicinanza ai familiari di Valenti.

Saluteremo Gaetano mercoledì 11 maggio alle ore 11:00 presso la chiesa della Madonna della Misericordia, in via Pola, nel quartiere degli esuli di Campagnuzza, alla presenza delle massime autorità cittadine e delle rappresentanze delle Associazioni della diaspora adriatica. Durante la cerimonia funebre, celebrata dal parroco don Fulvio Marcioni, l'Orchestra di fiati "Città di Gorizia" diretta dal maestro Giorgio Magnarin eseguirà, per desiderio di Gaetano, "l'Inno all'Istria".


*Presidente del comitato provinciale di Gorizia dell'Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia

( nella foto Gaetano Valenti)

È scomparso, lontano dalla sua amata Parenzo, Gaetano Valenti