Mar05242022

Last update08:07:23

Back Cronaca Cronaca Nazionale Il Dalai Lama torna a Udine

Il Dalai Lama torna a Udine

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Tenzin Gyatso XIV Dalai LamaTrento, 21 maggio 2012. - Sua Santità Tenzin Gyatso, XIV Dalai Lama e Premio Nobel per la Pace nel 1989, capo spirituale tibetano torna in Friuli dopo cinque anni. Sarà, infatti, a Udine domani e dopodopmani, 22 e 23 maggio, dopo cinque anni dalla sua prima visita. Era stato per la prima volta nel dicembre 2007 al Palasport Carnera e ci vollero due anni prima di riuscire a mettere a punto il suo arrivo, ora invece per l'incontro che si terrà tra qualche giorno, c'è voluto poco più di un mese. Sua Santità considera infatti il Friuli una terra amica e ha accolto subito la richiesta fatta dal Centro Balducci e dal centro buddhista Cian Ciub Cio Ling di Polava.

Il sindaco di Udine, Furio Honsell, è molto emozionato e ritiene la presenza del Dalai Lama a Udine un evento straordinario, che si commenta da solo.

Gli incontri che si terranno con il Dalai Lama il 22 e il 23 maggio saranno due, entrambi si terranno il 22 maggio, dove al mattina verrà dedicato al dialogo interreligioso con il titolo: "Le religioni per la giustizia, la pace e la salvaguardia dell'ambiente vitale". Mentre al pomeriggio ci sarà un dibattito sulla non violenza e sull'aggressività dell'uomo, con il titolo: "Dall'aggressività e dalle tante forme di violenza alla non violenza attiva e all'amorevole compassione". Per quanto riguarda il 23 maggio invece il Dalai Lama accoglierà solamente gli studenti dell'Università, che assisteranno al dibattito dal titolo: "Per una formazione globale dell'essere umano: spirituale, umanista, scientifica e tecnologica".

I seimila tagliandi che erano stati emessi il giorno 17 aprile sono stati "bruciati" nel giro di pochissime ore. Il responsabile della Diocesi Pastorale e della Cultura, don Alessio Geretti, è rimasto basito davanti a una così forte risposta da parte della gente, ma ammonisce che la figura del Dalai Lama può diventare un talk-show, un marketing per chi non è disposto a intraprendere un cammino.

In questi ultimi giorni, prima dei tanto attesi incontri, la visita del Dalai Lama è stata messa sotto intenso controllo, la sua visita dovrà essere blindata dopo le ultime dichiarazioni che Sua Santità ha esternato sul giornale inglese Sunday Telegraph. Infatti a sentire le parole di Tenzin Gyatso la Cina avrebbe già pronta un'azione per ucciderlo tramite avvelenamento. Il metodo sarebbe quello di introdurre all'interno della cerchia delle donne sotto finte spoglie di devote, che avrebbero appunto lo scopo di avvelenarlo. Ci saranno a proteggerlo cinquanta uomini tra polizia e carabinieri in borghese, oltre alle personali guardie, per evitare ogni "contatto" pericoloso. I sopralluoghi al Palasport Carnera e nelle stanze dell'albergo dove alloggerà Sua Santità sono già cominciati. Indiscrezioni fanno sapere che probabilmente potrebbero esserci anche dei tiratori scelti, mandati direttamente da Roma.

Per chi non potesse assistere alle conferenze del Dalai Lama, ci sarà la possibilità di vederle in live-streaming ai seguenti link: www.centrobalducci.org e anche al sito www.reportagepr.com.

Tobias Fior

Il Dalai Lama torna a Udine

Chi è online

 169 visitatori online