2014: Triplicati gli ammonimenti orali per stalking e violenza domestica

Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

cellulare stalkingTrento, 1 dicembre 2014. - di Claudio Riccadonna

Nel corso del 2014, il fenomeno dello stalking, consistente in atti persecutori a danno di un'altra persona, messi in atto spesso dall'ex convivente o compagno, sembra aver registrato un aumento significativo, visto e considerato che proprio negli ultimi 11 mesi, nella nostra provincia, sono stati 101 gli ammonimenti orali per stalking e violenza domestica, emessi dal questore di Trento.

Tale provvedimento segue ad una richiesta precisa da parte della vittima, che compilerà, presso l'autorità di pubblica sicurezza, un modulo, nel quale farà presente alle forze dell'ordine i comportamenti persecutori subiti; indicherà anche il tipo di relazione esistente con il presunto stalker, evidenzierà i fatti e le azioni da questi posti in essere; inoltre la vittima dovrà descrivere anche in che modo i comportamenti persecutori o molesti abbiano condizionato o modificato, anche concretamente, le sue abitudini di vita (cambio di domicilio o del numero telefonico).

I dati sono inconfutabili e testimoniano un aumento del 300% rispetto al 2013 (solo 32 casi) dei richiami orali del Questore rivolti ai presunti stalker che, in base all'articolo 8 del Decreto legge del 2009, n°11, il Decreto sicurezza, vengono "diffidati dal tenere una condotta contraria alla legge e viene redatto un processo verbale, tanto onde evitare di essere successivamente indagati/imputati per il reato di stalking". Insomma si tratta di un avvertimento verbale che evita al colpevole un processo penale e alla vittima di doversi avventurare nelle lungaggini della giustizia. Tale provvedimento vuole spingere l'eventuale responsabile a desistere da atteggiamenti esplicitamente persecutori.

Di quelli che sono i 101 provvedimenti di quest'anno, 19 hanno attenuto allo stalking, 82 hanno riguardato casi di violenza domestica (dati ANSA). Come ha fatto notare il questore di Trento Giorgio Iacobone, "l'aumento degli ammonimenti sono da collegarsi alla nuova legge che prevede l'apertura di fascicoli anche su segnalazione di terzi. Non sempre la vittima ha il coraggio di sporgere denuncia". D'altra parte l'ammonimento del questore si propone come via alternativa alla querela.

Conseguenze dirette dell'ammonimento risulteranno:
-aumento della pena in caso di una condanna successiva per il reato di stalking;
-"procedibilità del reato d'ufficio: il che vuol dire che, nel caso in cui il reo venga sorpreso a perseverare nell'illecito, non ci sarà più bisogno della querela della parte danneggiata, ma la pubblica autorità potrà procedere autonomamente alla denuncia presso la Procura della Repubblica".

2014: Triplicati gli ammonimenti orali per stalking e violenza domestica