Sab09252021

Last update10:24:24

Back Cronaca Cronaca Cronaca Bolzano

Cronaca Bolzano

Donato Seppi e gli Schuetzen, questa sera ad ore 20.00 sugli schermi di TCA Alto Adige TV

  • PDF

Bolzano, 11 aprile 2102. - Questa sera, mercoledì 11 aprile, TCA Alto Adige Tv, manderà in onda, ad ore 20.00, nella trasmissione "Bianco e Nero", un "faccia a faccia" tra il consigliere provinciale di Unitalia Donato Seppi e i responsabili degli Schuetzen che hanno organizzato la"marcia" contro l'Italia e contro l'Adunata Nazionale degli Alpini. Un appuntamento, sicuramente da non mancare.

Tassa sul turismo e Imu: ancora una volta figli e figliastri?

  • PDF

Bolzano, 9 aprile 2012. - Su tassa del turismo e agevolazioni per l'applicazione dell'IMU sarà necessariamente battaglia nelle prossime settimane, a cominciare da venerdì quando è convocata una seduta straordinaria del Consiglio provinciale. Le ragioni sono presto riassunte: il rischio più diretto è che l'applicazione della tassa sul turismo, tenacemente sostenuta dall'assessore Berger, e che le agevolazioni a favore di distinte categorie, nell'ambito di applicazione dell'IMU, infine privilegino i soliti noti e penalizzino allo stesso modo i soliti ambiti, quelli più deboli nel sistema dell'economia locale.

Bolzano: La toponomastica è in mano a Durnwalder

  • PDF

Bolzano, 6 aprile 2012. - L'ufficio stampa di Futuro e Libertà dell'Alto Adige ci invia il comunicato che di seguito pubblichiamo. Apprendiamo, con stupore, che alla Provincia non ci sia attualmente nemmeno un espero in toponomastica. Eppure, l'argomento è di viva attualità. Qualcuno magari avrà pensato all'ex ministro Raffaele Fitto, neo commissario del PdL altoatesino........, dato che è qui. A parte la battura, ecco quanto scrive il partito di Urzì.

Alto Adige, disoccupazione ai massimi storici

  • PDF

Bolzano, 3 aprile 212.  -  Il dato del 3,3% può fare sorridere, se paragonato a certe percentuali raggiunte in porzioni svantaggiate del nostro Paese, ma fa preoccupare seriamente se calato nella realtà "felice", o un tempo felice (per meglio dire) della nostra provincia. Sono ricordi lontani le percentuali dell'uno virgola... Livelli così alti di disoccupati (oltre 8.000) sono preoccupanti, perchè essi dimostrano come il modello altoatesino non sia immune alla crisi, e le responsabilità siano da ricercarsi anche in sede locale.

Liberalizzare sul serio si può: lo chiedono i consumatori e il mercato

  • PDF

Bolzano, 1 aprile 2102. - L'analisi odierna dell'Astat sulle abitudini dei consumatori altoatesini è straordinariamente illuminante. Le percentuali che indicano per il 2011 un 27,1% di consumatori altoatesini che si reca fuori provincia per gli acquisti fanno rientrare il dato sui livelli del 2009 (solo nel 2010 la percentuale era scesa al 22,2%, ma si era assestata comunque su un livello molto alto). Ciò significa che su dieci consumatori quasi uno su quattro si reca fuori provincia per rifornirsi di alimentari, beni di consumo generali, abbigliamento, apparecchi elettronici...

Tutela delle minoranze non significa tutela SVP

  • PDF

Bolzano, 29 marzo 2012. - Fli si schiera a favore del taglio del numero dei parlamentari, ma per quanto riguarda la nostra realtà territoriale va salvaguardata la tutela delle minoranze che però non deve e non può valere solo per il gruppo linguistico tedesco e costituire una sorta di salvacondotto per la sola Svp.Anche al gruppo linguistico italiano deve essere garantita una adeguata rappresentanza parlamentare presso Camera e Senato, visto che di fatto esso ha la sostanza ormai di una vera minoranza territoriale, benchè di secondo grado. E quindi, se già si parla di tutela delle minoranze, il tema va posto ufficialmente nell'agenda del governo, aprendo all'analisi della garanzia di rappresentatività anche per la comunità italiana dell'Alto Adige, che già in Provincia e in numerosi Comuni può contare su una scarsa presenza istituzionale che viene ulteriormente posta in discussione da iniziative di legge come quella del PD (avanzata in Regione da Margherita Cogo) e Svp, con le ipotesi di riforme elettorali truffa in Provincia, destinate a ridurre ulteriormente gli eletti del gruppo italiano in tutti i consessi elettivi dell'Alto Adige.

Alto Adige: "Autonomia integrale, con i soldi degli italiani"

  • PDF

Bolzano, 26 marzo 2012. - La differenza fra lo Stato libero dell'Alto Adige proposto dai Freiheitlichen e l'Autonomia integrale proposta dalla Svp consiste in un solo, non trascurabile aspetto: chi paga nel caso del Principato indipendente di Bolzano modello Lichtenstein sarebbero i contribuenti locali, ci sarebbe una sorta di autodeterminazione fondata sulle risorse locali. Nel modello Svp si rivendicherebbe l'indipendenza ma a pagare dovrebbe continuare ad essere Roma...

Le speranze di Minniti........

  • PDF

Mauro Minniti speranzoso.......Bolzano, 23 marzo 2012. - Lasciare agli Schuetzen la possibilità di provocare anche "gli improvocabili" Alpini ci darà modo di inviare all'Italia intera il quadro esatto della situazione in cui vivono gli italiani dell'Alto Adige. Lasciateli sfilare!  Che Minniti speri nei ripensamenti degli Schuetzen, riferendosi alla volontà degli stessi di manifestare contro gli Alpini (perché questa è l'unica e inconfessabile verità) nella giornata del 12 maggio a Merano, è ovvio preso atto che egli ha, con i ripensamenti e i contro sensi politici ed ideologici, una confidenza quotidiana; altrettanto ovvio non è che le brache di cuoio meranesi pensino di recedere dalla loro esecrabile volontà provocatoria. Anzi!

Bolzano: Ripresi i lavori al Monumento alla Vittoria

  • PDF

Bolzano, 19 marzo 2012. - Da qualche tempo molti cittadini ci chiedevano, con non poca preoccupazione, notizie relativamente alla ripresa dei lavori nel cantiere che prevede la ristrutturazione del Monumento alla Vittoria. La sospensione delle opere si è infatti protratta per diversi mesi ed era lecito interrogarsi su quando sarebbero finite le operazioni di totale recupero dell'opera piacentiniana; i più maliziosi presumevano che la sospensione si sarebbe protratta per tutto il tempo sufficiente a non garantire la fine dei lavori entro la data del 11 maggio, giorno dell'adunata nazionale degli Alpini.

Seppi: "Che le modifiche allo Statuto non siano provocazioni congressuali"

  • PDF

Bolzano, 14 marzo 2012. - Senza dubbio encomiabile lo sforzo di presentare modifiche a diverse norme dello Statuto di Autonomia attuato dall' on. Biancofiore; ciò rappresenta una proposta politica di cui i Suoi avversari all'interno del PDL dovranno prendere atto. Nulla di più! La questione, non volendo confonderla con una pura e semplice provocazione che risulterebbe del tutto deleteria, è infatti un'altra: se i cambiamenti allo Statuto costituiscono, come appare, una semplice ragione mediatica in vista di un Congresso interno ad un partito è giusto che escano dalle menti di una parte politica interna allo stesso e, francamente, a noi non interessano visto lo scarso risultato che potrebbero ottenere da un punto di vista pratico; se invece vogliono costituire una vera e propria volontà di cambiamento, cosa che noi auspichiamo da sempre, non possono essere posti all'attenzione della pubblica opinione se prima non confrontati, discussi e considerati da una più ampia platea politica e sociale che fuoriesca dal PDL,

Bolzano "Sussidi casa, normativa da cambiare"

  • PDF

Bolzano, 3 marzo 2012. - Ricercare soluzioni alternative, non certo quelle poste attualmente dall'assessore Tommasini, alla attuale situazione sociale e politica in cui è gestito il sussidio casa è assolutamente necessario. Come è urgente rivedere tutta la legislazione relativa alla concessione di contributi per l'acquisto della prima casa. Queste due forme di spesa pubblica che creano un apparente soddisfacimento delle esigenze sociali ed economiche in cui vivono migliaia di famiglie e che costano centinaia di milioni all'anno, non sono servite a risolvere l'annoso problema del caro affitti e nemmeno ad attenuare quello dei costi per l'acquisto della prima casa; sono esclusivamente e strumentalmente state adottate per continuare ad ingrassare, a volte in modo indebito, i proprietari degli alloggi.

Laives, ancora sul salto del fosso di Franceschini

  • PDF

Laives, 29 febbraio 2012.  -  Franceschini è il quarto consigliere, su un totale di cinque eletti nei comuni di Bolzano e Laives che abbandona la Lega o il consiglio comunale dopo avere candidato sotto il simbolo di Albero da Giussano: proprio un ottimo risultato, preso anche atto che l'unico rimasto in consiglio a Bolzano dopo il cambio di casacca di Ponte e Tomada, si è poi anche dimesso! Questo la dice lunga sulla affidabilità di chi valuta le qualità delle persone da mettere in lista alle elezioni in certi partiti e sulla credibilità che le stesse possono ancora sperare di avere dagli elettori.

Laives "Salta il fosso e corre in aiuto del sindaco"

  • PDF

Laives, 27 febbraio 2012. - Quello che nel comune di Laives risulta "sconcertante" non è il comportamento delle opposizioni in Consiglio Comunale, come vorrebbe fare credere con un atteggiamento strumentale la signora Sindaco, ma piuttosto l'incapacità congenita della maggioranza di convergere su progetti utili alla cittadinanza. Cioè risulta sconcertante l'incapacità di realizzare qualsiasi opera che sia stata proposta in campagna elettorale, dalla compagine che ha vinto le elezioni, ed esposta nei programmi di governo della città: a Laives si è creato il più totale immobilismo istituzionale; forse il più drammatico degli ultimi cinquant'anni!

 

Caro Amico, Ti scrivo........ Lettera aperta a Maurizio Vezzali

  • PDF

Bolzano, 25 febbraio 2012. Caro Maurizio, certamente prima amico e poi collega, Tu ed io abbiamo, in diverse occasioni istituzionali, combattuto la stessa battaglia e non ho dubbi che continueremo a farlo; certamente con atteggiamenti diversi, ognuno con il proprio carattere e il proprio modo di porsi e, proprio per questo, con risultati a volte davvero soddisfacenti. Anche nella consapevolezza di convincimenti politici e ideali non sempre sovrapponibili - ma mai incompatibili - abbiamo sempre avuto, come comune denominatore, la volontà di difendere le istanze della nostra gente combattendo, anche aspramente, l'arroganza, la prepotenza e la volontà di sopraffazione della SVP.

Merano: "Una cena di 8.500 euro, ma chi paga è Pantalone!"

  • PDF

Merano, 15 febbraio 2012. - Cene private a Merano pagate con i soldi del contribuente: questo malcostume deve avere fine specialmente quando è coinvolto anche un pubblico amministratore! Pronti a presentare un esposto alla Corte dei Conti nel caso in cui la Stessa non volesse procedere con accertamenti di ufficio relativamente alla spesa di 8.500 Euro di soldi pubblici spesi per una cena, i cui invitati, tutti i 150 dipendenti della comunità comprensoriale del Burgraviato, avrebbero festeggiato il pensionamento di due dipendenti fra cui spicca il nome dell'attuale sindaco di Merano.

Alto Adige, senza futuro la toponomastica targata SVP

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Bolzano, 11 febbraio 2012. - Abbiamo ragione di credere che se anche il disegno di legge della SVP arriverà al traguardo, cosa che non credo, saranno i giudici di gara a squalificarne la "corsa".E' chiaro infatti che la SVP non potrebbe e assolutamente non dovrebbe procedere da sola con una proposta legislativa sulla toponomastica atta a creare ulteriori prevaricazioni nei confronti del gruppo linguistico italiano.

Nel carcere di Bolzano si vive male, ma fuori vivono bene le vittime della delinquenza?

  • PDF

Bolzano, 25 gennaio 2012. - E’ fuori discussione che il carcere di Bolzano sia inadeguato sotto tutti i punti di vista e quindi non solo per un sovrannumero di presenze che, di fatto, rendono assolutamente difficile, se non per certi versi impossibile, la vita all’interno della oramai fatiscente struttura.La protesta dei carcerati è nata nel piano della prigione riservato agli islamici che, in numero sempre più pressante, risultano incarcerati per reati che reputiamo fra i più gravi fra cui spicca la detenzione di droga al fine di spaccio.

A cavallo dell'asina

  • PDF

Bolzano, 25 gennaio 2012. - Vi è la netta impressione che “storicizzare il Monumento alla Vittoria fino in fondo” come pretenderebbe qualche assessore comunale, significherebbe raccontare tutta quella storia, fra il resto certamente distorta e “piegata” ad uso e consumo dell’ antitalianità, che è nelle evidenti intenzioni della SVP e dei suoi degni alleati in Giunta.

Bolzano, Piazza Vittoria non si tocca!

  • PDF

Bolzano, 13 gennaio 2012. - Cambiare nome a Piazza della Vittoria è politicamente una dichiarazione di guerra. A proporla può essere solo uno sconsiderato! Provare solo lontanamente a concretizzare l’aberrante ipotesi del vice sindaco Ladinser di cambiare nome a Piazza Vittoria significherebbe rompere ogni possibilità di dialogo fra i gruppi linguistici della città per altri anni. La denominazione della piazza, sul cui destino si è incrociata in passato l’incauta volontà devastatrice dell’ex sindaco Salghetti, con il risultato che tutti ricordiamo, non va assolutamente posta in discussione.

L’Austria congela i lavori per il tunnel del Brennero

  • PDF

tunnelbrenneroBolzano, 12 gennaio 2012. - L’Austria “congela” i lavori per la realizzazione del tunnel del Brennero, relativamente al suo fronte operativo, ponendo in seria difficoltà la provincia di Bolzano, impegnata nella costruzione del tunnel di base sul versante italiano che, alla scioccante notizia avuta dagli organi di informazione, casca letteralmente dalle nuvole

Bolzano: Museo al Monumento alla Vittoria, la responsabilità solo allo Stato

  • PDF

Monumento alla VittoriaIl programmato museo al Monumento alla Vittoria è inserito in un contesto di proprietà demaniale il cui unico titolare è lo Stato italiano che ne assume piena responsabilità sotto tutti i punti di vista; quindi, ovviamente, anche per quanto riguarda l’uso dei locali in cui il percorso museale sarà realizzato.

Chi è online

 152 visitatori online