Mar01182022

Last update04:08:30

Back Cronaca Cronaca Cronaca Bolzano Kompatscher rottama Durnwalder, ignora sgarbatamente il PD, celebra solo la SVP e il renzismo

Kompatscher rottama Durnwalder, ignora sgarbatamente il PD, celebra solo la SVP e il renzismo

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Kompatscher&DurnwalderBolzano, 8 dicembre 2016. - di Alessandro Urzì*

Il renzismo ha contagiato profondamente Arno Kompatscher nei panni addirittura di rottamatore di Luis Durnwalder al quale ha riservato, senza citarlo, un siluro potentissimo facendo intendere che nel passato quella classe dirigente si comprava i voti con i contributi a pioggia. Ruvido ed arrabbiato con Durnwalder il novello Renzi locale dalla sua tribuna ha dispensato giudizi sferzanti quanto superficiali su tutti ed ha (ancora peggio) del tutto ignorato gli attuali partner di giunta, il PD, mai citati mentre l'intervento ha conosciuto anche un momento di sgarbata autocelebrazione per la sola Volkspartei.

 

Raramente mi ero scontrato con due ore di elencazione (un po' noiosa, ecco l'unica differenza con Renzi) delle magnifiche realizzazioni della provincia di Bolzano e del suo governo in puro stile autoelogiativo e autoreferenziale, senza nemmeno un'ombra di dubbio sul realismo del quadro tratteggiato.

Il dato più eloquente quello riferito al rischio povertà: solo il 16,6%, per un entusiasta Kompatscher, che se n'è fatto anche vanto. Solo il 16,6%? Solo?

E poi ecco l'elenco autocompiaciuto: case per tutti, una politica per la famiglia perfetta senza dubbio, una sanità eccellente e a misura di cittadino, una attenzione all'impresa eccezionale, sgravi fiscali per chiunque... e via di questo passo. Impressionante.

Le relazioni sul bilancio di previsione sono sempre molto positive (ovviamente) ma nella mia esperienza vi ho colto sempre anche spunti per il futuro, elementi di analisi, di critica, di rammarico per quello che non è stato possibile fare. Nelle parole di Kompatscher nulla di tutto questo: solo due ore di lodi a se stesso ed alla Volkspartei citata come presidio di stabilità. Uno sgarbo, come detto, al Pd mai citato, reso evanescente.

Kompatscher applicando però il modello Renzi ha descritto un Alto Adige tutto suo, distaccato dalla realtà. Lo inviterò a dedicarmi una giornata per scoprirne uno diverso quando vorrà conoscere alcuni quartieri o categorie che di questo paradiso non hanno alcuna percezione.

Rilevo che i riferimenti ai diversi gruppi linguistici come risorsa sono apparsi come una foglia di fico. Dichiarazioni formali, poco più. I "sudtirolesi di lingua italiana hanno diritto di sentirsi cittadini di questa terra", ha detto per ingraziarsi gli uditori di lingua italiana. Magari vorremmo vivere in questa terra da altoatesini, egregio Presidente, e non da "sudtirolesi". A questo proposito: gli elogi agli Schuetzen hanno dato un senso diverso e più amaro a queste parole. E anche il riferimento alle polemiche sulla grottesca accoglienza a Juncker. Nemmeno una parola di ammissione di responsabilità, anche solo per superficialità. Sarebbe stato gradito. No, la colpa è degli altrui, non si capisce bene: forse di Knoll e Klotz. Che le loro belle responsabilità le hanno, ma di più le dovrebbero sentire addosso coloro che utilizzano i loro stessi armamentari (compresi gli Schuetzen che ogni anno celebrano i terroristi) per accogliere gli ospiti dall'estero. Forse una piccola dose di modestia e autocritica avrebbe giovato.

Per tornare ai temi di ogni giorno, una paginetta per liquidare il tema della immigrazione selvaggia: "Una nuova opportunità da cogliere".

Cos'altro che da aggiungere? Chi riconosce una differenza fra Renzi e Kompatscher alzi la mano.

* consigliere provinciale-regionale

 

Kompatscher rottama Durnwalder, ignora sgarbatamente il PD, celebra solo la SVP e il renzismo

Chi è online

 273 visitatori online