Mer10212020

Last update05:07:26

Back Cronaca Cronaca Cronaca Bolzano A gennaio partono a Bolzano le "Prove di buon vicinato"

A gennaio partono a Bolzano le "Prove di buon vicinato"

  • PDF
Valutazione attuale: / 12
ScarsoOttimo 

Bolzano, 1 ottobre 2019. - di Ezio Avvisati

Per molti anziani l'assenza di una rete familiare di supporto rappresenta un fattore di rischio, che può sfociare in isolamento e depressione. L'imperante individualismo e il conseguente menefreghismo della società attuale finiscono inoltre per creare delle barriere relazionali e intergenerazionali quasi impossibili da abbattere.

Per contrastare tali pericolose consuetudini, il prossimo gennaio prenderà avvio a Bolzano il progetto "Prove di buon vicinato, condominio solidale", promosso dal Comune di Bolzano in collaborazione con le associazioni degli anziani AXA, AUSER e ANTEAS. L'iniziativa, presentata in occasione della festa dei nonni, è nata su proposta della consigliera circoscrizionale Corinna Lorenzi con il sostegno della consulta degli anziani.

Il progetto intende promuovere all'interno dei condomini iniziative di solidarietà, di mutuo aiuto e di socializzazione tra inquilini. Lo scopo è quello di rompere il muro di solitudine e di indifferenza e di incentivare con un sistema premiante prassi di sostegno e inclusione rivolte agli anziani che vivono da soli all'interno di contesti condominiali.

Il progetto si propone di individuare in ciascun caseggiato tre condomini volontari, che si impegnino da gennaio ad agosto 2020 a supportare con piccole e semplici azioni di aiuto quotidiano i vicini più anziani, come ad esempio: fare la spesa, innaffiare i fiori, ritirare la posta, sbrigare semplici pratiche burocratiche, organizzare momenti conviviali.

Coloro che a fine agosto avranno meglio di altri contribuito a supportare e ad integrare socialmente i vicini di casa più anziani saranno premiati dal comune.
Attraverso l'ascolto dei bisogni dell'anziano e la valorizzazione dell'impegno dei volontari, l'amministrazione comunale spera di stimolare e favorire contesti comunitari maggiormente coesi e corresponsabili.

A gennaio partono a Bolzano le

Chi è online

 204 visitatori online