Lun12062021

Last update02:34:13

Back Cronaca Cronaca Cronaca Bolzano A cavallo dell'asina

A cavallo dell'asina

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Bolzano, 25 gennaio 2012. - Vi è la netta impressione che “storicizzare il Monumento alla Vittoria fino in fondo” come pretenderebbe qualche assessore comunale, significherebbe raccontare tutta quella storia, fra il resto certamente distorta e “piegata” ad uso e consumo dell’ antitalianità, che è nelle evidenti intenzioni della SVP e dei suoi degni alleati in Giunta. Si è infatti passati dalle favole che certamente saranno narrate con esasperata fantasia sul ventennio fascista nel pseudo percorso museale, seconda guerra mondiale compresa - che evidentemente nulla avrebbe a che fare con il periodo storico in cui venne edificato il Monumento - alla riscoperta, sia in termini storici che di “scavo” dei resti del precedente monumento che, in quel luogo, realizzarono gli austro ungarici. Alois Durnwalder
Quando le sollecitazioni della destra italiana che pretenderebbe un percorso museale attinente alla storicizzazione del Monumento e il contesto in cui è sorto – Grande Guerra ed irredentismo italiano -  non sembra abbiano raggiunto lo scopo perché è solo di fascismo su cui si vuole disquisire nei termini presumibilmente ed esclusivamente beceri a cui ci hanno da decenni abituati, ora sembra che si cambi rotta. O meglio, a quella già segnata, si vuole aggiungere anche quella relativa ad una altra parte di storia precedente; quella che fa comodo ai detrattori dell’italianità di questa terra e quindi alla riscoperta, guarda caso!, dei resti del precedente monumento che lì sorse ad opera dell’impero austro-ungarico.
Attenzione,  cari membri della Giunta comunale perché esasperare la situazione attorno ai più importanti simboli dell’italianità in questa Terra – e non certamente del fascismo come si vuole fare credere – porta molta sfortuna: se la lezione politica, e non solo, che ottenne Salghetti nel pretendere di cambiare il nome alla Piazza Vittoria e che ha recentemente visto la totale sconfitta di Durnwalder nel volere eliminare il bassorilievo del Duce non ha insegnato nulla, … avanti il prossimo. Magari a cavallo dell’asina......

 

Donato Seppi è consigliere provinciale e regionale di Unitalia

A cavallo dell'asina

Chi è online

 153 visitatori e 1 utente online