Ven07232021

Last update03:43:37

Back Cronaca Cronaca Cronaca Bolzano Bolzano: Ricordato, ieri, Andrea Mitolo nel centenario della nascita

Bolzano: Ricordato, ieri, Andrea Mitolo nel centenario della nascita

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Paolo Mitolo ricorda il padre Andrea nel centenario della nascita. Si scorgono Taverna, Seppi e UrzìBolzano, 17 aprile 2014. – di Claudio Taverna

Abbiamo ricordato ieri a Bolzano, in Piazza Vittoria, alla Colonna che ricorda i Caduti d'Africa, Andrea Mitolo. Avvocato, consigliere regionale del Trentino Alto Adige per 6 legislature, più volte consigliere comunale del capoluogo altoatesino, infine deputato.

"Uomo di legge, politico, ma soprattutto un soldato". Così ha detto di Lui, nel suo breve discorso, il figlio Paolo.

Di Andrea Mitolo sappiamo tante cose, ma tante altre sono quelle che ignoriamo. Per questo mi permetto suggerire l'organizzazione a Bolzano, entro l'anno, di un Convegno per "raccontare" la Sua vita che si intreccia, in larga misura, con la storia nazionale e dell'Alto Adige. Sono, quindi, a disposizione, così, come sono certo,  che altri saranno felicissimi di contribuire alla realizzazione del progetto. Mi rivolgo, allora, in primo luogo all' avvocato Paolo Mitolo, e poi al consigliere regionale Alessandro Urzì, al collega Donato Seppi per la costituzione di un comitato che ne valuti la praticabilità.

Infine, mi fa immensamente piacere pubblicare, con l'occasione, le prime righe della lettera che inviai, il 19 settembre 1991, alla presidente della camera dei deputati on. Nilde Iotti, dopo la scomparsa dell'on. Andrea Mitolo.

"Signora Presidente, a seguito della morte del compianto onorevole Andrea Mitolo a me spetta di subentrargli alla Camera dei deputati quale primo dei non eletti della lista del Movimento Sociale Italiano-destra nazionale nella circoscrizione elettorale Trento-Bolzano.

Tuttavia, pur considerando un onore ed un privilegio subentrare anche per un sol giorno all'indimenticabile avvocato Andrea Mitolo, che dedicò l'intera vita all'affermazione dell'italianità dell'Alto Adige ed alla proclamazione dei diritti dello Stato Italiano in quella terra, non posso e non voglio venire meno agli impegni solennemente assunti con la gente trentina e con la mia coscienza, di rappresentare le istanze sociali e politiche di opposizione a quell'autonomia totalitaria (improvvidamente conferita alla regione Trentino-Alto Adige ed alle provincie di Trento e Bolzano) che soffoca la vita civile ed intossica le coscienze in questa parte d'Italia."

(Resoconto stenografico 680 Seduta di giovedì 26 settembre 1991 - Proclamazione di deputati subentranti e dimissioni del deputato Claudio Taverna pag. 87257)

Paolo Mitolo ricorda il padre Andrea nel centenario della nascita. Si scorgono Taverna, Seppi e Urzì             rz

Bolzano: Ricordato, ieri,  Andrea Mitolo nel centenario della nascita

Chi è online

 163 visitatori online