Bolzano: Inceneritore in panne. Controlli e trasparenza

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Alessandro Urzì2Bolzano, 2 luglio 2014. - Redazione*

Il guasto avvenuto solo qualche giorno fa al termovalorizzatore di Bolzano con conseguente sforamento dei livelli di emissione del diossido di carbonio, pone seri dubbi riguardo ad una struttura che continua a manifestare difetti non irrilevanti di funzionamento.In una nota il consigliere provinciale di Alto Adige nel cuore Alessandro Urzì afferma: "All'epoca della progettazione dell'impianto avevamo manifestato le nostre perplessità sull'opportunità di realizzare il termovalorizzatore nel comune di Bolzano ed in particolar modo a ridosso di una delle aree più ensamente popolate della città.

Siamo stati fin troppo facili profeti.

Ora ci troviamo alle prese con una struttura, sovradimensionata rispetto alla quantità di rifiuti prodotti in Alto Adige, in cui i guasti e malfunzionamenti si ricorrono con una frequenza allarmante, obbligando il gestore a spegnere ripetutamente l'impianto.

E ad ogni spegnimento i valori di monossido di carbonio sforano per parecchie ore i limiti stabiliti per legge, ed anche se non vi sono ancora dati certi sulla ricaduta al suolo di diossina, aumenta l' allarme tra gli abitanti del quartiere di Casanova che temono per la loro salute oltre a dover sopportare i fastidiosi cattivi odori emanati dall'impianto in stand by.

Non è più tollerabile continuare così: è della massima urgenza che si individuino definitivamente i difetti strutturali che evidentemente condizionano ripetutamente il buon funzionamento dell'impianto; nello stesso tempo è necessario che l'amministrazione provinciale tenga monitorata costantemente la ricaduta degli inquinanti al suolo, diossine soprattutto, nelle aree prospicenti al termovalorizzatore per poter prendere immediati provvedimenti di salvaguardia della salute pubblica qualora questi dovessero toccare o sfiorare soglie di pericolo. Sorprende che ciò non accada ancora. Una precisa richiesta sarà trasformata in mozione in Consiglio provinciale".

* comunicato

Bolzano: Inceneritore in panne. Controlli e trasparenza