Val Pusteria: Buone idee per comuni con carenze infrastrutturali

Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Val PusteriaBrunico, 26 settembre 2014.- Redazione*

Nove comuni con carenze infrastrutturali della Val Pusteria hanno avuto l´opportunità di elaborare idee e misure per la promozione dello sviluppo locale delle proprie realtà comunali, il tutto nel quadro di un progetto di sostegno facente parte del Programma di Promozione del Fondo Sociale Europeo. Le tematiche si sono incentrate sul miglioramento della qualità della vita e su come creare valore aggiunto all'interno delle località.

Dopo un intenso lavoro durato un anno e mezzo, la scorsa settimana gli attori coinvolti in questo progetto hanno presentato i risultati del loro lavoro.

Le idee che sono state sviluppate variavano da progetti inerenti l'utilizzo e la protezione dei Monti di Fundres, per passare alla comune commercializzazione di prodotti regionali nella Valle di Braies, fino ad arrivare ad un concetto di mobilità per il comune di Selva di Molini. I comuni di Valle Aurina e S. Martino in Badia invece si sono concentrati sulle misure infrastrutturali; mentre i comuni di Valle di Casies e Sesto hanno puntato la loro attenzione sul rafforzamento del turismo e sulle piccole e medie imprese.

Accanto ai progetti dei singoli comuni sono stati elaborati anche due progetti trans-comunali sui temi dei "prodotti regionali e piaceri gastronomici" e della "promozione dell'artigianato".

Nonostante le tante e svariate idee proposte i promotori dei progetti sono arrivati ad una decisione comune: il valore aggiunto di un progetto non sta solo nell'elaborazione di concrete misure per il rafforzamento di comuni strutturalmente deboli, bensì nel fatto che i partecipanti, per discutere e scambiarsi idee e informazioni, hanno trovato il tempo e lo spazio per lavorare in gruppi di lavoro. È stata subito chiara una cosa: tutti devono fronteggiare i medesimi problemi ed arrivare allo stesso obiettivo: fare qualcosa per il bene e lo sviluppo futuro del proprio comune.

Promotore del progetto è stata la Comunità Comprensoriale Valle Pusteria, che per il successo dell'operazione ha collaborato con EURAC e con il Consorzio per lo Sviluppo Regionale e la Formazione delle Valli di Tures e Aurina. Il progetto è stato finanziato nel quadro del Programma di Promozione del Fondo Sociale Europeo 2007-2013.

*Per informazioni:
Miriam Rieder 0474 677 543 oppure Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Val Pusteria: Buone idee per comuni con carenze infrastrutturali